10.1 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

HomeVenezia perduta"I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare...". Lettere
la notizia dopo la pubblicità

In risposta alla lettera: “Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”.

Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc.
Spero per i suoi turisti che egli non faccia la guida.

E anche vero che il turismo dovrebbe sostenere Venezia e i suoi abitanti , invece ha sempre mantenuto orde di parassiti scambiati per investitori e una classe politica ( senza distinzione), che al tempo della Serenissima sarebbe stata decapitata e fatta a pezzi in piazza.

Gli introiti del turismo, vanno solo nelle tasche di politici, dirigenti e teste di legno varie, basta guardare i servizi appaltati a società che con Venezia non hanno niente a che fare. L’ACTV? Sono anni che continua a servire la politica con i suoi manager che non sanno nemmeno dove sta l’elica dei loro battelli, guadagnando, su Piloti e marinai, autisti.

È anche vero che un sindaco campagnolo la strada l’ha segnata…. ma ripercorrendo i passi dei Sindaci considerati veneziani.

Tutto cambia per non cambiare mai, e i veneziani Doc che ora si adirano, non hanno mai fatto niente per invertire questo stato di cose…mille sigle, 200 associazioni, per blaterare e chiacchierare senza nessun costrutto e per portare voti ai soliti inutili politici..

lettera firmata

continua a leggere dopo la pubblicità

» leggi anche: “Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

» leggi anche: “Gran Parte dello spopolamento è causato dall’avidità dei veneziani”. Lettere

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

7 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Il turismo di massa non l’ha portato la politica ma il mercato. Pensate ai voli che costano 50 euro andata e ritorno da qualsiasi parte d’Europa. Il turismo di massa non è un fenomeno veneziano la diffusione degli affitti turistici non avviene solo a Venezia. La mia non vuole essere una giustificazione riguardo i politici ma non sbagliamo a focalizzare il problema.

    • SI, MA LA POLITICA LO DOVEVA LIMITARE, GESTIRE E DISINCENTIVARE…
      COMUNQUE LE ALTRE CITTA’ NON HANNO SOLO UN CENTRO STORICO COME PURTROPPO HA VENEZIA, E NON SOCCOMBONO COME NOI…

  2. Gentile,
    lei ha anche ragione che molte associazioni e Veneziani hanno realizzato solo parole…
    Ma non tutti i Veneziano DOC sono così:
    la parte mia, (e forse proprio perché non appartengo a nessuna associazione), continuo da anni a darmi da fare:
    1) contrastando l’esodo chiedendo modifiche alla Legge Regionale 39/2016 che stava mettendo in crisi molte famiglie negli alloggi pubblici a causa del superamento dell’Isee, partito a 20 mila euro, e arrivato poi in seguito a pressioni, leggere, interviste, diffide ecc. , a 35 mila:
    https://www.lavocedivenezia.it/nuove-regole-regionali-case-popolari-lettera-del-prof-mozzato-a-ater-regione-e-sindaci/
    it.geosnews.com/p/it/veneto/ve/venezia/nuova-legge-regionale-e-pericolo-esodo-di-veneziani-prof-mozzato-chiede-di-essere-ascoltato_25070673
    2) ottenendo l’installazione di una centralina Arpav in pieno centro storico che ha rivelato essere più inquinato della tangenziale e di Milano per il biossido di azoto, facendo aprire un fascicolo in Procura grazie all’esposto mio e del mancato Prof. Rizzoli (e per il quale nessun altro ha voluto unirsi), facendo attivare delle ordinanza per rio Novo, seppur blande:
    https://www.lavocedivenezia.it/venezia-il-prof-mozzato-aveva-ragione-ulss-rio-novo-piu-inquinato-di-strade-con-auto/
    veneziaradiotv.it/blog/rio-novo-inquinamento/
    it.sputniknews.com/20181129/venezia-problema-inquinamento-6869794.html
    3) contrastando l’invasione del turismo con articoli, interviste in tv, esposti all’Unesco, e presentando in Comune un progetto per la gestione dei flussi turistici
    4) chiedendo al riattivazione dei treni per le Dolomiti soppressi, e combattendo Trenitalia che agevolava le “Frecce” nascondendo gli orari dei più economici treni regionali facendo multare Trenitalia con 5 milioni di euro:
    nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2017/08/10/news/regionali-nascosti-il-musicista-ostinato-e-la-battaglia-dei-treni-1.15721257
    5) combattendo gli scempi sulla città in nome del turismo con esposti alla sovrintendenza contro rimozione di cancelli napoleonici, rimozione di tratte di balaustre, costruzione di ponti moderni sui muri dell’Arsenale per fare un’uscita alla Biennale
    antennatre.medianordest.it/32096/venezia-lavori-ai-giardini-reali-balaustre-in-marmo-rimosse-per-far-passare-i-turisti/
    https://www.lavocedivenezia.it/i-problemi-di-venezia-il-prof-mozzato-ha-scritto-allunesco-ma-non-ha-ricevuto-risposta/
    6) contrastando i rumori in città prodotti dal traffico facendo rilevar e i rumori dall’Arpav, risultati poi fuori legge;
    ilgazzettino.it/pay/venezia_pay/traffico_acqueo_il_rio_novo_e_fuori_norma_anche_per_i_rumori-3535448.html
    https://www.lavocedivenezia.it/rio-novo-di-nuovo-nel-caos-tra-smog-velocita-moto-ondoso-rumore-lettere/
    7) contrastando il moto ondoso sollecitando il Prefetto e i Ministeri ad attuare l’art. 66 del regolamento provinciale per far installare il controllo satellitare dei natanti (GPS)
    vaielettrico.it/blocco-traffico-perche-non-vale-per-barche-e-navi/

    8) …chi più ne ha più ne metta
    Quindi, sarò pure un caso raro, ma non può dire che non ho fatto nulla.
    Potrei comunque anche citare in particolare, tra i pochi che non sono solo chiacchiere, i NO Grandi Navi – Ambiente Venezia che hanno ottenuto l’allontanamento della Navi a San Marco, e Italia Nostra che si è sempre molto battuta a mio avviso molto seriamente per Venezia (anche presso l’Unesco) e su molti temi anche ambientali (smog, cementificazione, abbattimento alberi, ampliamento aeroporto, esodo, masse turistiche ecc. )

    Prof. Fabio Mozzatto – Veneziano DOC… (senza tante chiacchiere ma fatti)

  3. Verissimo… però c’è da fare un appunto: la politica ad un certo momento è cambiata, forse sbaglio, ma il portare il turismo di massa, pensando di incrementare le entrate, senza prima adeguare ciò che serviva per sostenere il peso di un esercito di persone che consumava più di quello che dava, ha spinto la gente ad andarsene. E poi, diciamo la verità: la bellezza, quale essa sia, è più facile sfruttare fin che c’è…

  4. Sostanzialmente d’accordo, aggiungerei che da qualche tempo in casa abbiamo anche il cavallo di legno più noto della storia.

  5. Sono d’accordo con quanto detto, aggiungerei che grazie al fatto che i veneziani doc, che se ne sono andati e grazie al turismo di massa, tanto vituperato, nelle zone limitrofe c’è stata una grande rinascita. Non so se ricordate la puzza che c’era girando per le calli, le case abbandonate e il degrado di molte aree che ora hanno l’onore di essere centro storico. Quanto all’ avidità dei veneziani, sarei più prudente, Venezia non è una città facile da vivere, è scomoda soprattutto per i giovani che si vogliono muovere, pensate a chi abita a Murano, alla Giudecca per non dire Castello, Lido…, non credo si possa tracciare di avidità chi, ereditando un appartamento ed avendo vissuto con tutte le difficoltà di chi non è abbiente, abbia avuto la possibilità di vendere raggranellando un certo gruzzolo da permettergli di comprare casa in terraferma, si badi bene case più grandi sane e nuove al prezzo di un terzo di quella venduta, oltre al fatto di poter tenere una quota per vivere più agiatamente.
    Si sa i punti di vista sono molteplici e la politica va sempre criticata, ma non è altro che lo specchio della società.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".