Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

foto d'epoca rapina unicredit cavallino treporti 2004

Lui una guardia giurata, Marco Dogvan. L’altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici.

Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle aule di tribunale.
Era giugno del 2004, però ora si arriva alla resa dei conti con la giustizia: condanna del tribunale di Venezia per tentato omicidio alla guardia giurata.
Ma come, non era l’altro il bandito?

Si, ma la guardia giurata aveva sparato ferendo il rapinatore arrecandogli un danno, per questo è stato condannato a 3 anni, un mese e 1o giorni di reclusione. E dovrà anche risarcire il bandito, ferito cagionandogli danni permanenti all’orecchio: 15mila euro subito, di provvisionale, poi il resto verrà stabilito in sede civile.

Il giudice del tribunale di Venezia ha ritenuto il vigilante responsabile del reato di tentato omicidio, così, mentre il rapinatore di banche fermato patteggiò due anni, la guardia che lo ha fermato ne prende tre e rotti.

Mario Nascimbeni

23/10/2014

Riproduzione vietata

"Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro" è stato commentato da 115 persone...

  1. Michele   20 settembre 2016 at 21:13

    Penso che giudicare si debba conoscete le verità e dall’ articolo non si evince nulla sulla esatta dinamica degli eventi. Suppongo abbia sparato al ladro già in fuga e pericolo estinto.

    Rispondi
  2. viola   29 agosto 2016 at 9:23

    LA FIERA DELL’ASSURDO !!

    Rispondi
  3. ultim'ora   14 aprile 2016 at 20:00

    ciao a tutti, solo oggi sono venuto a conoscenza del tuo sito. Che dire: davvero ben fatto, contenuti interessanti… continua cosi. Un abbraccio

    Rispondi
  4. Antonia de feo   5 aprile 2016 at 15:17

    Diamo il nostro voto al popolo della famiglia a favore della vera legalità. Contro i poteri forti che vogliono portare confusione l’ordine naturale; che vogliono controllarci d manipolare le menti delle future generazioni, per rendere tutti schiavi attraverso la povertà economica ma soprattutto intellettuale.

    Rispondi
  5. Pasquale   22 febbraio 2016 at 19:54

    é un scandalo che penso che la maggioranza degli italiani sia d’accordo a stare dalla parte di chi la proprietà privata difende,ma non si capisce poi chi governa e applica le leggi non è dello stesso parere.Perchè?…..

    Rispondi
  6. Cesarino   22 febbraio 2016 at 19:38

    Forse ha ragione il giudice, la guardia giurata non doveva fare la scelta tra due ladri.ALTRO esempio: Se io mafioso assumo regolarmente alle dipendenze una guardia giurata, la stessa va immediatamente in galera qualora dovesse difendere i miei diritti. Quindi?

    Rispondi
  7. Paolo   22 febbraio 2016 at 18:00

    Sinceramente siamo stufi che SOLO in italia la legge va a vantaggio e tutela dei criminali…
    (questo commento è stato cancellato in fase di moderazione per violazione dei termini in materia di diffamazione e oltraggio a mezzo stampa)

    Rispondi
  8. Massimo   22 febbraio 2016 at 8:58

    Dovrebbero introdurre in Italia i cd. Danni punitivi, come in America. Se uno ruba o fa qualcosa di grave venendo colto in flagrante deve sempre essere considerata legittima difesa.
    Non esiste che uno può rubare agli altri, magari un orologio magari il portafogli e passarla liscia se il derubato reagisce. Lo stato deve pensare anche che chi viene derubato magari viene al contempo rovinato economicamente. Che vergogna di posto di me**a l’Italia e chi lo governa, nonché * * * * * * * * * funzionari pubblici.

    Rispondi
  9. Alex   21 febbraio 2016 at 21:09

    Vergognatevi noi a rischiare ogni notte mentre voi a dormire sonni tranquilli……quanta ingiustizia

    Rispondi
  10. Giovanni   21 febbraio 2016 at 18:44

    Ma chi glie la da la patente di “* * * ” a questi??? Sono uomini o servi di qualche strano meccanismo che non comprendiamo. C’è da avere paura a volte di svolgere onestamente il proprio lavoro.

    Rispondi
  11. salvatore   21 febbraio 2016 at 17:17

    L’ITALIA E IL PAESE IN CUI I PRETI NON SPOSATI SANNO TUTTO SUI MATRIMONI,
    GENTE CHE NON LAVORA DECIDE SUL LAVORO DEGLI ALTRI, PREGIUDICATI SCRIVONO IL CODICE PENALE ED ELETTI CON UNA LEGGE NON COSTITUZIONALE CAMBIANO LA COSTITUZIONE.

    Rispondi
  12. tony toff   21 febbraio 2016 at 14:30

    ma che ca..o di paese e cuesto??? gudici …
    (questo commento è stato cancellato in fase di moderazione per violazione dei termini in materia di diffamazione e oltraggio a mezzo stampa)

    Rispondi
  13. maurizio   21 febbraio 2016 at 13:58

    in italia abbiamo giudici…
    (questo commento è stato cancellato in fase di moderazione per violazione dei termini in materia di diffamazione e oltraggio a mezzo stampa)

    Rispondi
  14. mauro   21 febbraio 2016 at 10:00

    Noi Italiani dobbiamo pagare Tasse su Tasse per mantenere queste sanguisughe ** ***** …ma che ca**o di giustizia è questa…???

    Rispondi
  15. AUGUSTO   21 febbraio 2016 at 8:40

    Se succedono queste cose le dobbiamo hai tanti poliici che abbiamo calorosamente votato e questi hanno fatto leggi di cui il giudice ne prende atto. per questo dobbiamo votare con giudizio gente che fa parte del popolo,di cui leggi vengono fatte attraveso la necessita del momento .

    ABBIAMO GIUDIZIO

    Rispondi
  16. atena   21 febbraio 2016 at 8:05

    Bisogna organizarsi e …
    (questo commento è stato cancellato in fase di moderazione per violazione dei termini in materia di diffamazione e oltraggio a mezzo stampa)

    Rispondi
  17. giuseppe   21 febbraio 2016 at 2:24

    non sarebbe male se tutti si andrebbe a rapinare tanto poi si patteggia.. giudici e politici stanno dalla parte dei delinquenti…chi c’è lo fa fare essere onesti..

    Rispondi
  18. Franco   20 febbraio 2016 at 20:09

    Ragazzi, ma di che cosa stiamo parlando?
    Possiamo commentare il fatto, condendolo con tutte le salse possibili ma alla fin fine non si arriva al capo della matassa!
    Viviamo in un ‘emergenza delinquenza molto critica e occorre dare dei segnali forti di soluzione.
    Altrimenti, si salvi chi può!
    Per evitare il Far West non rimane che garantire di più gli operatori preposti all’ordine pubblico e alla sicurezza in generale.
    Escludendo dalla linea guida gli eccessi e le storture, chi commette un reato deve farsi carico degli effetti collaterali che possono insorgere in un’azione di contrasto!
    Il resto è solo bla bla bla…

    Rispondi
  19. vittorio   20 febbraio 2016 at 18:41

    se la giustizia viene amministrata cosi , a roma si dice e’ una giustizia del ca… , a
    buon intenditor poche parole , un applauso al giudice !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! .

    Rispondi
  20. Stefano   20 febbraio 2016 at 11:49

    Una vergogna…..a questo punto basta mettere una guardia giurata di cartone…..

    Rispondi
  21. Frank   20 febbraio 2016 at 6:29

    Beh allora che mettano un cartonato di guardia giurata fuori dalla porta della banca, sarebbe molto più efficace e nessuno andrebbe in galera…

    Rispondi
  22. Gio   19 febbraio 2016 at 23:15

    Mi domando come mai solo in veneto ci sono queste sentenze? Forse una bella inchiesta del ministero e un immediato trasferimento *** *** *** *** magari in Aspromonte non sarebbe male.

    Rispondi
  23. Florence   31 ottobre 2015 at 21:35

    A questo punto invece di alzarmi tutte le mattine per andare a lavoro vado anch’io a rapinare le banche, tanto se ti danno solo due anni per esempio per 100000 euro, ne vale la pena, poi più i risarcimenti in casi di infortunio sul lavoro… Direi che il crimine rende… Poi quando ho voglia di sesso posso sempre violentare qualche bella ragazza, tanto magari la prima volta non mi fanno niente o al massimo mi danno i domiciliari… PROPRIO UN BEL MONDO DI EMME… LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI RICORDATEVELO…

    Rispondi
  24. Giuseppe   14 ottobre 2015 at 23:01

    Non so come si faccia a commentare un articolo così generico, che riesce a non dire nulla circa le modalità con cui è accaduto il fatto. Comunque è fondamentale leggere le motivazioni per capire quale è stato il ragionamento dei Giudici.

    Rispondi
    • Wilson   20 febbraio 2016 at 16:04

      Quale che siano le motivazioni o i ragionamenti dei giudici non servono a giustificare una minor condanna di chi é andato a rapinare la banca rispetto a chi doveva difenderla.

      Rispondi
  25. SALVATORE   13 ottobre 2015 at 15:41

    UN MESSAGGIO CHIARO DEI POLITICI ITALIANI AL POPOLO (LASCIATECI RUBARE E BASTA CHI CERCA DI FERMARCI SI PENTIRA

    Rispondi
  26. Mauro   12 ottobre 2015 at 16:44

    Premetto che sono dalla parte della guardia ma se il reato è già stato commesso cioè il ladro era uscito dalla banca la guardia doveva semplicemente avvisare le forze dell’ordine invece se sparava quando il ladro era in banca avrebbe avuto la medaglia

    Rispondi
  27. jo   12 ottobre 2015 at 14:48

    Per tutte le guardie giurate e per tutte le forze dell’ordine Barracelli compresi se vediamo commettere un reato non facciamo niente oppure finiamo in galera.

    Rispondi
  28. tony   12 ottobre 2015 at 6:17

    perche’ non e’ il publico a votare i giudici?

    Rispondi
  29. gianni   11 ottobre 2015 at 19:23

    …I nostri politici hanno altri interessi ed altre priorità…fa comodo avere gravi situazioni nel settore della giustizia

    Rispondi
  30. andreina corso   4 novembre 2014 at 9:36

    Fare la somma delle ingiustizie è quasi impossibile.
    Noi abbiamo il dovere di esprimere la nostra indignazione e mi rendo conto che per questo fatto molte persone hanno scritto e manifestato il loro pensiero.
    Mi chiedo perchè sulla vicenda di quell’uomo che è stato colpito dai chiodi e che rischia di perdere un occhio, nessuno abbia sentito l’esigenza di dire qualcosa.
    Eppure anche “quello” è un uomo. E’ un rom: a cosa gli servono due occhi?
    Cos’aveva fatto? Dormiva. Dormiva di notte, al freddo.
    E la pistola sparachiodi lo ha svegliato.
    Certo, era la notte delle streghe, della zucca gialla e dei dolcetti… scherzetti.

    Rispondi
  31. gio   2 novembre 2014 at 23:21

    Non meravigliamoci, la legge e uguale per tutti, ci sta scritti nelle aule dei tribunali, ma per favore, a palermo città dove vivo, danno lavoro solo ai detenuti, un muo nipote si presenta a colloquio per un posto di lavoro, gli chiedono se ha dei titoli, risposta di mio nipote…che titoli sono diplomato, no…no…la risposta i titoli sono sei stato mai arrestato? Risposta no! Sei tossicodipendente? rispota no! Mi dispiace se non hai questi titoli non puoi lavorare…..viva l’Italia, viva i politici, viva la legge italiana, cosa ci si può aspettare dai giudici…solo rabbia di vivere in questo paese ferito defraudato dal sistema corrotto.

    Rispondi
  32. marinella guzzetti   1 novembre 2014 at 8:17

    a sentire queste cose la rabbia ti invade. Povera mia ITALIA, vorrei avere il potere di …… questi giudici che non sanno giudicare ma cosa hanno nel loro cervello …… , perchè giustizia del genere è generata da un cervello , che credo, non esiste … …. é
    un optional.

    Rispondi
  33. tiziana   1 novembre 2014 at 7:35

    bisognerebbe ……. anche ai giudici e a chi ha fatto queste leggi di m….

    Rispondi
  34. Moreno Cargiolli   31 ottobre 2014 at 7:05

    Viviamo in un Paese di pazzi…
    Già x logica, sarebbe dura capire la condanna della Guardia nel caso di eccesso di legittima difesa etc.
    Ma condannare anke a risarcire il malvivente ferito, è veramente assurdo! Da paese dei balocchi, veramente!! Non ho più parole… Povera Italia!

    Rispondi
  35. aldo sinigaglia   30 ottobre 2014 at 21:15

    è un pò di tempo che ho scritto anche in f.b. che assolutamente bisogna eliminare codesti personaggi che sono preposti a fare . ……. , voglio vedere se gli rubano in casa o gli violentano una figlia o la moglie.sono comunque degli …….

    Rispondi
  36. MAURO MARCUCCI   30 ottobre 2014 at 18:51

    io propongo di fare una colletta per almeno sollevarlo dal problema del risarcimento un pochino per ognuno a noi costerebbe nulla mentre a lui si sentirebbe sicuramente tutelato dalla gente onesta e non da chi per istituzione dovrebbe garantirgli un minimo si garanzie…ma l’istituto o la banca non ha un’assicurazione per poter risarcire quest’uomo?

    Rispondi
    • Redazione   30 ottobre 2014 at 18:59

      Il nostro giornale si mette a disposizione per aderire, promuovere e pubblicizzare una raccolta fondi in aiuto alla guardia.
      Accogliamo con entusiasmo la proposta impegnandoci per dargli la massima visibilità attraverso tutti i canali possibili.
      la redazione

      Rispondi
  37. Lorenzo laureti   30 ottobre 2014 at 13:26

    Io credo che lo stato deve dare più potere naturalmente senza eccedere a coloro che fanno i gpg armati e non, e alle forze dell’ordine nel reagire ad eventuali reati commessi dai malviventi, altrimenti chi fa questo lavoro impaurito di ciò che può succedere a lui se difendendo i beni usando l’arma i giudici lo condannano perdendo il lavoro ecc., tutto questo fa si che i criminali approfittato quindi la legge va cambiata giusto?

    Rispondi
  38. arturo   29 ottobre 2014 at 23:55

    I giudici non fanno altro che applicare quello che i politici fanno diventare legge,e’ la classe politica che andrebbe cacciata con i forconi.

    Rispondi
  39. ENRICO   29 ottobre 2014 at 17:37

    Nel Vangelo di San paolo si legge:”Non erim sine causa gladium ferunt” che, in pratica, significa che non si gira armati senza motivo.
    I motivi possono essere diversi: chi va a caccia, chi al poligono, chi fa un lavoro a rischio aggeressione, chi ci deve difendere, chi rapina banche.
    La Costituzione inoltre recita, all’art.1, che “L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro” ed, a quanto pare, un lavoro vale l’altro, democraticamente.
    La democrazia impone (fortunatamente) la massima libertà di fare ciò che si vuole, nel rispetto delle regole, però; e ci sono professionisti deputati a far si che nessuno si ritenga autorizzato a fare ciò che vuole FUORI dalle regole.
    Se, di fatto, esautoriamo questi professionisti (privati o pubblici che siano) si arriva alla massima libertà in senso assoluto, senza remore e senza regole: l’ANARCHIA!
    Il prezzo di certe situazioni viene pagato sempre dai “poveri Cristi” ma, soprattutto, verrà pagato dai nostri figli e nipoti se non riusciamo a cambiare questo stato di cose.
    Non erim sine causa ………. che nei Paesi più civili ci considerano dei pagliacci!

    Rispondi
  40. pasquale   29 ottobre 2014 at 13:42

    Che la Giustizia in Italia latiti, è cosa risaputa, ma che un rapinatore venga tutelato diventa una mecchietta all’italiana. Solo per il fatto che uno si possa permettere di entrare in qualsiasi posto per compiere una rapina, penso che debba perdere tutti i diritti e tutele che la Legge dovrebbe garantire a chi invece difende la proprietà privata o qualsiasi altra cosa; ricordiamoci che negli USA chi viola una proprietà privata qualsiasi, viene sparato a vista, qui da noi non possiamo nemmeno, se ci riuscissimo, di trattenere il malvivente per non essere accusati di sequestro di persona!!!! Come si dice…cornuti e mazziati, poveri noi.

    Rispondi
  41. LEONARDO   29 ottobre 2014 at 11:05

    ITALIA ……..

    Rispondi
  42. thomas   29 ottobre 2014 at 8:49

    In galera ci dovrebbe finire il tribunale con il rapinatore. MA che paese è uno dove il criminale ha più diritti dei cittadini onesti?!?! Ma siamo impazziti???

    Rispondi
  43. Fausto Gianni   28 ottobre 2014 at 16:52

    Il vigilantes non doveva sparare ma aspettare che gli sparassero e lo uccidessero. La legge è legge e non si discute ma che leggi ci tutelano? ma che leggi sono state confezionate e da chi? a forza di essere democratici ho l’impressione che il nostro ordinamento si sia incartato e non riesca più a decidere in maniera giusta.Ma quando cambieranno le cose? quando cambieranno le leggi? quando i fuorilegge sconteranno tutta la condanna in galera? quando inaspriranno le sanzioni per chi delinque? ma sto pensando male perché invece di costruire carceri per rinchiuderne di più stanno pensando e pensano sempre a depenalizzare per buttarne il più possibile fuori….

    Rispondi
  44. Massimo   28 ottobre 2014 at 13:25

    Io mi domando solo una cosa….
    Ma che razza di avvocato ha sta pora guardia giurata??

    Rispondi
  45. sabrina   28 ottobre 2014 at 13:24

    È proprio vero…siamo un paese di balocchi! !!

    Rispondi
  46. Domenico Tritta   28 ottobre 2014 at 7:39

    Licenziate questo giudice …
    (questo commento è stato cancellato in fase di moderazione per violazione dei termini in materia di diffamazione e oltraggio a mezzo stampa)

    Rispondi
  47. andreina.corso   27 ottobre 2014 at 21:17

    Questo dialogo è così vero e così civile che incoraggia alla speranza di un domani più giusto e consapevole.
    Pur nelle sue tinte a volte “forti”, si sente il bisogno di giustizia e di armonia.

    Rispondi
  48. corrado De Liso   27 ottobre 2014 at 20:40

    Peccato fare il proprio dovere.. Peccato quando una moglie o un figlio .. .. …….. viene rapinato o malmenato. Peccato difendere la vita altrui. Peccato aiutare chi subisce violenza. Peccato aiutare chi subisce un torto , un soppruso…. W l’italia… Buttiamo le divise tanto non ci tutela nessuno.

    Rispondi
  49. Manfrenuzzi Giovannino   27 ottobre 2014 at 13:02

    Ormai sono piu di 40 anni che vedo queste cose siamo un paese
    ormai allo sbando che premia i delinquenti e punisce le persone per
    bene!sinceramente mi vergogno di questo paese.

    Rispondi
  50. Adriano   27 ottobre 2014 at 10:52

    A Pavia ci fu una causa intentata dall’INAIL contro l’equipaggio di un furgone blindato, vinta dall’INAIL, perché le tre guardie giurate non indossavano il giubbotto antiproiettile a bordo del mezzo quando vennero feriti (le pallottole entrarono dal vano motore). Il giudice, tra l’altro giovane d’età, mentre leggeva la sentenza rideva per l’assurdità della sentenza, ma non poteva fare altro che continuare a leggere. Quando uno dei miei colleghi chiese spiegazioni sulla sentenza che considerava assurda, il giudice rispose: mi rendo conto dell’assurdità della sentenza, ma dovevate scansare le pallottole. Una guardia giurata fu operata per la prima volta in Italia su due organi contemporaneamente, l’altra operata al braccio, il terzo al ginocchio. Tutti e tre smisero di fare la guardia giurata per problemi di salute.

    Rispondi
  51. francesco   26 ottobre 2014 at 19:18

    ancora alcuni si e convinti di essere sbirri ansi super sbirri, in luogo pubblico specialmente come banche supermercati ecc, dove c’e’ un affluenza di persone come donne bambini ,estrarre l’arma diventa molto pericoloso, anche perche’ poi alla fine i soldi ritornano indietro con le assicurazione, si sa’ la presenza della guardia e solo un deterrente, c’e’ anche da dire che in molte situazioni gli istituti di vigilanza ne hanno colpa pure loro, del fatto che danno poche spiegazioni alle nuove reclute di cosa sia realmente indossare una divisa e a cosa si va incontro! pensa se quel delinquente aveva un arma , poteva succedere qualcosa di piu’ serio, non so se mi so spiegato!

    Rispondi
  52. Sergio   26 ottobre 2014 at 15:48

    Che ci volete fare… siamo il paese di pulcinella..

    Rispondi
  53. Death   26 ottobre 2014 at 14:44

    la guardia giurata fuori servizio non può essere operativa in quanto può difendere solo i beni custoditi dalla società per cui lavora.

    Rispondi
  54. inez orban   26 ottobre 2014 at 14:10

    questi giudici ……… manderei un posto, che dove meritano …….. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! altro che risargimento!!!!!!!!!!

    Rispondi
  55. gio'   26 ottobre 2014 at 13:35

    COMUNQUE BISOGNA VEDERE BENE COME STANNO LE COSE, IO SONO DALLA PARTE DEL VIGILANTES PERCHE’ LO FACCIO ANCH’IO, BISOGNA VERIFICARE SE IL LADRO ERA ARMATO E SE HA SPARATO, IL VIGILANTE E COME ANCHE LE FORZE DELL’ORDINE NON POSSONO SPARARE SE NON SOLO RISPONDERE AL FUOCO. SE IL LADRO NON ERA ARMATO PER FERMARLO BASTAVA UN DISSUASORE ELETTRICO, CHE GLI ISTITUTI DI VIGILANZA DOVREBBERO FORNIRE IN DOTAZIONE.

    Rispondi
    • paolo   27 ottobre 2014 at 22:35

      Non devi attendere che ti sparino per fare uso delle armi, infatti
      l’art. 53 c.p., nel testo attualmente in vigore, sotto la rubrica «Uso legittimo delle armi» dispone che non è punibile il pubblico ufficiale che, al fine di adempiere un dovere del proprio ufficio, fa uso ovvero ordina di fare uso delle armi o di un altro mezzo di coazione fisica, quando vi è costretto dalla necessità di respingere una violenza o di vincere una resistenza all’Autorità “e comunque di impedire la consumazione dei delitti di strage, di naufragio, sommersione, disastro aviatorio, disastro ferroviario, omicidio volontario, rapina a mano armata e sequestro di persona.
      La stessa disposizione si applica a qualsiasi persona che, legalmente richiesta dal pubblico ufficiale, gli presti assistenza». Bisognerebbe conoscere come si sono svolti i fatti, fermo restando che se hanno problemi le forze dell’ordine, figuriamoci una guardia giurata.

      Rispondi
  56. andreina.corso   26 ottobre 2014 at 12:59

    Non mi sottraggo. seguo con attenzione questo dialogo e mi appresto a dire quanto segue:
    – non si può sparare (si può uccidere)
    – l’intenzione di fermare non si addice comunque al verbo sparare.
    – chi spara sa che può ferire.
    – chi delinque deve sapere che ci possono essere delle conseguenze, quali: ti si vuole fermare, ti si vuole punire. Di certo non ti si deve ammazzare o procurare danni fisici.
    – le pistole è bene tenerle in tasca se non si è direttamente minacciati e anche se non lo si è.

    Ecco il vespaio, ma vi prego di cercare insieme a me e a no, il bandolo della matassa.
    P.S. Non sparatemi addosso. Grazie

    Rispondi
  57. Valerio   26 ottobre 2014 at 11:12

    Una medaglia al valor civile alla Guardia Giurata e espulsione immediata dei giudici.

    Rispondi
  58. luigi   26 ottobre 2014 at 9:27

    Bene… ci vorrebbe una rapina in casa magari con delle bastonate sui denti e ginocchia del ……. e ovviemente una pistola a sua disposizione …

    Rispondi
  59. eleonora pollini   25 ottobre 2014 at 22:41

    visto che la giustizia è “secondo gli umori” ho ragione quando dico : non me ne frega nulla delle prove regine: parolisi, all ergastolo, logli , all ergastolo, michele marito di elena , all ergastolo, sabrina e la mamma all ergastolo, stasi, ergastolo, sollecito e amanda ergastolo E I GIUDICI CHE LI ASSOLVERANNO: ALLA ….. ……… !!!!!!!!!!fuori dalla galera: CORONA FABRIZIO !!!!!

    Rispondi
  60. Augusto   25 ottobre 2014 at 22:26

    detto antico:”la legge è come la pelle delle palle, dove la tiri la va”

    Rispondi
  61. Giuseppe   25 ottobre 2014 at 20:09

    Per forza fanno leggi per proteggersi (essendo ………..) e quando qualcuno viene beccato chiedono i danni….povera Italia…e neanche se ne vergognano…

    Rispondi
  62. Velia Chiuccariello   25 ottobre 2014 at 19:20

    La giustizia è morta!!!!

    Rispondi
  63. Guerino   25 ottobre 2014 at 19:13

    POVERA ITALIA!!!!!!!

    Rispondi
  64. c0lt45   25 ottobre 2014 at 17:15

    almeno poteva togliersi la soddisfazione di stenderlo.

    Rispondi
  65. enzo   25 ottobre 2014 at 17:13

    Ma questo magistrato ……
    (questo commento è stato cancellato in fase di moderazione per violazione dei termini in materia di diffamazione e oltraggio a mezzo stampa)

    Rispondi
  66. nuzzo   25 ottobre 2014 at 15:08

    diciamo che ha difeso i soldi del padrone… io non l’avrei fatto… diverso è rubare a una vecchietta, lì sarei intervenuto… ma proteggere una banca! che …. legalmente soldi con interessi da ….. !! conveniva fermare il ladro ma senza sparare.

    Rispondi
    • tazidif   25 ottobre 2014 at 16:32

      e che gli dicevi? “la prego si fermi,non si è accorto che sta facendo una rapina?”

      Rispondi
      • nuzzo   25 ottobre 2014 at 19:59

        grazie al moderatore…
        a volte parlando ci si chiarisce… ci vorrebbe più dialogo!!

        Rispondi
        • Redazione   22 febbraio 2016 at 7:50

          parlare va bene, tutti abbiamo diritto alla nostra opinione e ad esprimerla, le offese però no…

          Rispondi
  67. stefano mastroiaco   25 ottobre 2014 at 14:02

    ma questi Giudici vanno destituiti… scherziamo. Ma chi li tiene la. Dovrebbero prendere provvedimenti dal governo o da organo competente… ma come si fa a tenere dei giudici che operano così

    Rispondi
  68. Sam   25 ottobre 2014 at 13:58

    E’ stata applicata la legge. La guardia giurata ha fatto un uso eccessivo della forza letale in suo possesso nei confronti di un ladro disarmato che scappava. Per di più se è stato ferito all’orecchio significa che potenzialmente la guardia giurata aveva mirato perfino alla testa. Non puoi sparare ad un delinquente solo perchè sta rubando; quello è un eccesso ed è giustamente considerato tentato omicidio.
    E’ facile indignarsi perchè la guardia giurata stava dalla parte del giusto, ma non ha agito bene.

    Rispondi
  69. Leonardo   25 ottobre 2014 at 12:43

    Per sapere come siamo messi in Italia basta fare l’anagramma di dream

    Rispondi
  70. Leonardo   25 ottobre 2014 at 12:40

    Avete capito che in Italia siamo

    Rispondi
  71. dottLuigiDis   25 ottobre 2014 at 10:07

    Si chiama “eccesso di legittima difesa” . Probabilmente il ladro non era armato e/o NON ha sparato per primo. Assurdità tutta italica. Consiglio alle guardie giurate di armarsi della buona vecchia fionda ! Giustizia italiana RIDICOLA. Io abito in Russia e questez cose sembrano barzellette. I miei amici russi si sbellicano dalle risa. Qui le forze dell’ordine qualche piccolo potere lo hanno ancora in nome dell ordine pubblico. Vedasi come è stato accolto/a (?) vladimir luxuria (che schifo di cognome) a Sochi nel sud della Russia. Italia necessita un tantino di pulizia , siamo davvero al marciume cronico

    Rispondi
  72. nuzzo   25 ottobre 2014 at 8:30

    Un’ insegnante ha sgridato un bulletto in classe… la mamma è andata dalla preside e la preside ha punito e sgridato l’insegnante. Da allora il bulletto fa quello che vuole in classe. Oggi più alunni si hanno in una scuola più è premiato lo stipendio dei dirigenti, scuola = azienda, Di cosa vi meravigliate?

    Rispondi
    • nuzzo   25 ottobre 2014 at 9:56

      è questa la scuola del merito? ora con la riforma di renzi il merito lo acquisice l’insegnante che fa più ore a scuola a fare supplenze extra togliendo il pane ai giovni supplenti e che fa più corsi inutili ma che fa finta di non vedere quello che fa un bulletto!! si tartassa chi applica i giusti principi della convivenza e si premiano i mister sì obbeedisco!! a vantaggio del profitto e del lucro e contro la cultura e la giustizia!!

      Rispondi
  73. Marco Petroni   25 ottobre 2014 at 7:56

    Se lo avesse “seccato” avrebbe fatto meglio!….

    Rispondi
  74. Paolo   25 ottobre 2014 at 7:17

    purtroppo le leggi in Italia sono fatte così. ci sono centinaia di casi che nemmeno vengono risaputi dove un poliziotto o un carabiniere viene condannato per aver arrecato lesioni ad un delinquente durante l’arresto. quando poi c’è di mezzo un’arma apriti cielo. è la normalità. poi ci sono dei giudici che ci mettono del proprio e siamo a posto. ma lo possono fare e lo fanno, nel rispetto della legge (mica dell’uomo).
    piccolo esempio: spacciatore arrestato dopo resistenza e ferimento di agente rilasciato immediatamente ed agente ferito indagato per lesioni nei confronti dell’arrestato che ha fatto immediatamente denuncia. se volete ve ne presento un bel po’.
    continuate a votare per chi ha permesso questo, mi raccomando.

    Rispondi
  75. beppe   25 ottobre 2014 at 6:40

    NIENTE RISARCIMENTOOOOO!!!
    ma chi te l’ha detto a te di andare a rapinare un banca????
    Vuoi punire la guardia per aver sparato?
    ok multa e stop!!!

    Rispondi
  76. massimo   24 ottobre 2014 at 21:11

    vi meravigliate? giuliani ha una sala a Montecitorio intitolata.Chi ‘ o meglio era giuliani? Anno 2001 G8 a Genova giuliani quel bravo ragazzo che a volto coperto con altri come lui privi dii cattive intenzioni assaltarono un fuoristrada dei CC e rimase ucciso. W L’ ITALIA W LA GIUSTIZIA

    Rispondi
  77. mario   24 ottobre 2014 at 20:20

    deve ritornare un certo MUSSOLINI per mettere le cose al proprio posto. bisogna solo vergognarsi con questa magistratura che applica la legge ” a simpatia” .

    Rispondi
  78. Ettore Arcadu   24 ottobre 2014 at 20:04

    Semplicemente vergognoso. Di questo passo non so dove andremo a finire.

    Rispondi
  79. alessandro   24 ottobre 2014 at 18:46

    qualcuno che conosco, è andato via da quella zona , perché chi arrestava, usciva prima che lui finisce di scrivere il verbale .

    Rispondi
  80. michela   24 ottobre 2014 at 17:25

    Schifo

    Rispondi
  81. Tommy   24 ottobre 2014 at 17:09

    non ci credo, per me è una bufala, troppo assurdo per essere vero…

    Rispondi
  82. angelo   24 ottobre 2014 at 15:47

    roba da matti…….ma la giustizia dov’è?

    Rispondi
  83. Nicola   24 ottobre 2014 at 15:29

    Ma non è possibile….. ma come caxo si fa…. spero tanto che alla prossima rapina ci sia un ministro in banca e la guardia giurata se ne va e poi se lo …….. pure e poi vediamo a chi devono risarcire, ovviamente DEVONO risarcire il ladro xche sie sporcato di …..

    Rispondi
  84. Salvatore   24 ottobre 2014 at 15:14

    Sono una gurdia giurata….
    prendiamo uno stipendio da fame..
    ci tocca lavorare con turni massacranti a volte bisogna fare il doppio turno per prendere qualche euro in più…
    quando si sendono queste notizie mi viene il volta stomaco.
    W L’ ITALIA E TUTTI I GIUDICI E POLITICI……
    CHE SCHIFO!!!!!!

    Rispondi
  85. Ezio   24 ottobre 2014 at 15:09

    E’ possibile che qualcuno del tribunale sia complice del ladro di banca?
    Poi dico che questi fatti accadono abbastanza spesso e cioè che un tutore dell’ordine viene processato ed il delinquente divinizzato, e non mi dite che le leggi sono fatte così.
    Perché le forze dell’ordine non danno le dimissioni in massa?

    Rispondi
  86. Fabio   24 ottobre 2014 at 14:24

    Nonostante un contratto indeterminato sicuro..queste cose ti fanno venire sempre più voglia di recarti all’Estero ove..c è Giustizia e ci sono Giudici che conoscono la moralità,l’etica ed i principi di una società. Vergognatevi..fate capire alle persone che conviene essere Rapinatori piuttosto che cittadini lavoratori onesti che pagano le tasse.

    Rispondi
  87. antonucci domenico   24 ottobre 2014 at 14:20

    Questa è la legge in Italia i delinquenti vengono protetti e chi fa il proprio dovere mettendo in pericolo anche la propria vita per guadagnarsi da vivere condannato. La colpa è nostra che votiamo questo governo che pensa solo a riempire il proprio portafoglio con leggi che vanno solo a loro favore.

    Rispondi
  88. martino rettore   24 ottobre 2014 at 13:49

    Dura Lex, sed lex! Guardie particolari Gurate d’Italia!! me compreso….. ma fatevi i cazzi vostri! non aspettatevi comprensione e gratitudine da nessuno; 1238 euro lordi ed un contratto di moderna schiavitù in cui si è pure intromesso il ministero degli interni a peggiorare la nostra situazione normativa…. Precettati dallo sciopero, insostituibilità del personale quindi turni di lavoro flessibili anzi flessibilissimi, esclusione dalle 11 ore di riposo giornaliere. Sull nostro cedolino paga è riportata la qualifica: operaio! Bene e che ci trattino da operai allora! Buona giornata a tutti!

    Rispondi
  89. Nicola   24 ottobre 2014 at 13:31

    da guardia giurata non vorrei commentare ma sono veramente indignato X SPIONE sei un proprio un coglio…….x quanto riguarda i giudici……………………..NON TUTTI SONO CRETIDIOTI………

    Rispondi
  90. giustiziere della notte   24 ottobre 2014 at 13:25

    Sembra di stare su marte. Spero che qualcuno prenda provvedimente per questo ………. giudice e lo manda in RUANDA. Un complimento alla Guardia Giurata meritevole di un risarcimento da parte della banca. Non è che il giudice facesse parte del commando?????

    Rispondi
  91. cicciopasticcio   24 ottobre 2014 at 12:50

    Su altri siti di notizie leggo che la ‘guardia giurata’ non era, in quel momento, in servizio. Ergo non mi stupisce che sia stata denunciata per tentato omicidio.

    Rispondi
    • Giorgio   24 ottobre 2014 at 16:27

      ma scusa se la guardia giurata era presente in una situazione di ordine pubblico, anzi peggio di reato, non doveva intervenire anche se si è sentita perchè non era in servizio?
      Qual’è la differenza: se quel giorno sei pagato puoi fermare una rapina, se non sei pagato devi far finta di niente?
      Ma dove va questo paese?
      E poi tentato omicidio? Neanche lesioni al massimo?
      Ma chi è che da’ un risarcimento a un ladro di banche ?
      Quando uno decide consapevolmente di commettere un reato ed entra in banca con una banda deve perdere tutti i diritti successivi in un paese normale secondo me.
      E basta

      Rispondi
  92. Umberto   24 ottobre 2014 at 11:36

    (questo commento è stato cancellato in fase di moderazione per violazione dei termini in materia di diffamazione e oltraggio a mezzo stampa)

    Rispondi
  93. marco   24 ottobre 2014 at 11:35

    con questa logica la guardia se gli avesse aperto la porta della banca e fatto a palo …sarebbe stato premiato
    x la guardia la prox volta se capita vatti a bere un caffe’ e lasciali fare

    Rispondi
  94. Riky   24 ottobre 2014 at 9:30

    Questa è l’italia… Farli fuori tutti bisogna…

    Rispondi
  95. Marino   24 ottobre 2014 at 8:56

    Questo è il risultato di trent’anni di leggi atte a proteggere i diritti dei delinquenti e non quelli dei cittadini onesti

    Rispondi
  96. gabriele   24 ottobre 2014 at 7:34

    Possibilissimo in itaGLIa!

    WSM

    Rispondi
  97. Mariangela   24 ottobre 2014 at 6:53

    Mi arrendo… Siamo alla rovina! * * * * * * * ! Legge di …..!

    Rispondi
  98. davide   24 ottobre 2014 at 6:31

    Aaaaaaaaaah che bella l’Italia

    Rispondi
  99. Spione   24 ottobre 2014 at 0:04

    Non capisco che cosa ci sia di così strano. È stata applicata la legge.

    Rispondi
    • Andrea Diomajuta   24 ottobre 2014 at 19:11

      ora TU devi spiegarmi cosa hai nel cervello. E’ STATA APPLICATA LA LEGGE. Allora aspetta, domani entro in un supermercato con un lanciafiamme, uccido 20 persone, mi sparano ad una gamba, chi mi ha sparato alla gamba mi paga.

      guarda, eclissati perchè è proprio per i ………. come te che sto stato va a puttane ogni giorno di più.

      Rispondi
    • Pasquale   25 ottobre 2014 at 16:52

      Ma che legge è che viene applicata in questa maniera??? Ma allora a noi GPG che ci mettono a fare 8/9 ore fuori ad una banca (a sorvegliarla) se poi quando viene un bandito gli dovremmo aprire pure la porta

      Rispondi
      • franco   3 novembre 2014 at 9:55

        Purtroppo vi mettono perchè altrimenti le assicurazioni non risarciscono le banche in caso di eventuali furti.
        È un Paese allo sbando questo.

        Rispondi
  100. piero   23 ottobre 2014 at 23:10

    la giustizia tutela in modo assurdo chi delinque

    Rispondi
  101. mattia   23 ottobre 2014 at 21:34

    ma non è possibile

    Rispondi
    • renato   24 ottobre 2014 at 18:50

      Per poter dare un parere bisognerebbe leggere gli atti. Apparentemente sembra una follia, ma oramai siamo abituati a ben altro. Sono solidale con il Vigilante, a cui consiglio, se ancora non l’ha fatto, di cambiare mestiere, perché in futuro potrebbe capitargli di peggio.

      Rispondi
    • tazidif   25 ottobre 2014 at 16:41

      Tutto è possibile in un paese con la mania della tutela dei diritti…tuteliamoli sti diritti,ma a chi di dovere,non a chi tenta una rapina,e se vogliamo ragionare nessuno ha diritto di fare una rapina,neanche disturbare o ancora peggio impaurire gli altri con una rapina danneggiando la tranquillità di chi la subisce e di chi ne è solamente spettatore a finire a chi per mestiere deve “in una nanosecondo”intervenire affinchè sta rapina non ci sia. Intervenendo,mettendo a repentaglio la vita deve pure pagare colui che poteva ucciderlo

      Rispondi
    • zimonaco   27 ottobre 2014 at 18:44

      ci siamo impazziti spero che non sia vero
      se fosse vero la vergogna sarebbe alta

      Rispondi

Cosa pensi della notizia che hai appena letto? Scrivi qui il tuo parere (non è richiesta nessuna registrazione) la tua opinione è importante, falla sapere anche agli altri...

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile