lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

A Venezia ancora l’incubo di masse di turisti pendolari: stop e tassa di sbarco immediata. Lettere

HomeVenezia e i turistiA Venezia ancora l'incubo di masse di turisti pendolari: stop e tassa di sbarco immediata. Lettere

venezia comportamenti cafoni donne costume al sole

Ponte della libertà bloccato per ore, calli e portici usati come vespasiani, e persino spazzatura lanciata dentro a negozi aperti: è questo il tanto “lodato” (dalla Lega di Zaia) e “virtuoso” popolo del Veneto, dato che solo dalla regione potevano venire?

D’altra parte ne avevamo avuto già un assaggio di incoscienza nelle città del veneto con gli aperitivi serali trasformati in caos ed assembramenti.

In città Taxi ad alta velocità nei rii, moto ondoso, rumori già dal primo mattino la rendono nuovamente invivibile: tutto è ritornato come prima. Alla grande.

La Venezia vivibile, quella “da sogno”, è durata poco. Eppure è proprio quella che pure i turisti vorrebbero vedere, dato che in tanti si son riversati in città convinti di poterla ammirare “come ai tempi di Goldoni”, ma invece son rimasti delusi: il caos già regnava proprio perché erano troppi.

Di motori elettrici ovviamente non se ne parla, del GPS o controllo della velocità con telecamere nella nuova “smart control room” nemmeno.

Ma noi a Venezia, come visto nella lodevole manifestazione contro pontili per “granturismo” a Fondamente Nove, NON CI STIAMO: il passato resti passato, e ora provvedimenti seri e concreti.

Quale candidato sindaco si offre a garantirli?

Lo attendiamo a braccia aperte, ma non senza con un impegno scritto e un deposito a garanzia: di candidati “furbetti” dalle promesse mai mantenute ce ne sono stati molti!

Una domanda: la “tassa di sbarco” a Venezia, promessa pure all’Unesco, che fine ha fatto?

Rabbrividisco a pensare che in Regione qualcuno voleva esentare proprio i Veneti dal pagamento, che son proprio, e solo quelli, che hanno prodotto tutto il caos dei giorni scorsi! E qualcuno a Roma voleva esentare persino tutti gli italiani!

Comunque la “tassa” non la pagherebbero nemmeno le migliaia di ospiti dei nuovi ostelli a basso costo da circa 9.000 posti letto, appena costruiti a Mestre, zona stazione, e autorizzati proprio da quel Comune di Venezia che… vuol combattere il pendolarismo!

Ma allora, chi la dovrebbe pagare? Chi viene…dall’Australia, in giornata, come…”pendolare”?

Veneziani, forza, è tempo di agire subito per fermare subito l’invasione della città e pure per tenerci quei pochi posti (limitati al 50 %) nei vaporetti per andare al lavoro, o torneremo presto e subire, e magari pure la quarantena se i milioni di turisti da tutto il mondo assembrati nuovamente tra calli e vaporetti come formiche ci riporteranno il micidiale virus Covid 19 (pure esso “Made in China”…!)

In quel caso allora il turismo senza freni che molti rivolevano, porterà Venezia alla rovina e i veneziani alla fame.

Una lezione in questi tre mesi l’avevamo avuta, ma forse non è bastata…

Io la penso così. Non aspettiamo sia troppo tardi…

Prof. Fabio Mozzatto

Venezia.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

4 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Ha perfettamente ragione Fabio. La città è distrutta.
    Poteva essere l’occasione per ridisegnare un percorso di qualità,
    invece il sindaco va sempre in televisione per dire che la città
    è aperta e che vengano tutti, e ovviamente chi ci guadagna non vede l’ora
    che tutto turni come prima.
    Gli unici veri veneziani residenti subiscono e basta, ma ormai siamo pochi.
    Tiziana Giudecca

    • Gentile sig. Pasquino,
      nessuno la obbliga a leggere i miei articoli o lettere, dato che “le rompono tanto le scatole”.
      Mi permetta, ma anziché proporre qualcosa, i suoi commenti li vedo purtroppo ridotti sempre più ormai a qualche parola, che per lo più potrebbe essere giudicata anche offensiva, come già segnalatole, dato che un suo commento è stato pure tolto per questo motivo.
      Sabato 13 ci sarà buona parte di Venezia “rompiscatole” a manifestare alle Zattere (per una Venezia “fu-turistica”) proprio per quello che avevo scritto più volte prima della pandemia, che era rimasto inascoltato, ma si è poi avverato.
      Spiace per lei, ma, come vede, i rompiscatole quando hanno ragione si moltiplicano e si diffondono…

      Io mi limito solo a dire, anche nel suo interesse, che se non si sta attenti a non essere infettati dai turisti provenienti dall’intero mondo mentre si è accecati dai loro soldi, più che al convento, molti residenti di questa città, come mi pare sia anche lei, finiranno al cimitero, non senza aver prima passato un calvario che non auguro a nessuno in rianimazione.
      Distinti saluti.
      Prof. Fabio Mozzatto

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...