-1.7 C
Venezia
sabato 16 Gennaio 2021

Schettino condannato, motivazioni del Tribunale: 32 morti per scelte da criminale

Home Cronaca Schettino condannato, motivazioni del Tribunale: 32 morti per scelte da criminale
sponsor

schettino condannato motivazioni del tribunale

sponsor

Schettino condannato a 16 anni ed ora vengono rese note le motivazioni della sentenza: l’ex comandante della Concordia Francesco Schettino fece scelte “criminali”.
Schettino condannato perchè: “E’ stato il comandante che ha volontariamente portato la nave, di notte e a elevata velocità, così vicino alla costa, senza programmare adeguatamente la manovra ma improvvisando e navigando praticamente a vista. La situazione di pericolo è stata, infatti, creata dall’imputato”.

commercial

Per risalire alle cause del naufragio della Costa Concordia e alla morte dei 32 passeggeri bisogna concentrare l’attenzione su due momenti: l’impatto della nave con lo scoglio davanti all’Isola del Giglio e la gestione dell’emergenza dopo l’incidente.
Per i giudici del tribunale di Grosseto, il principale responsabile di ciò che avvenne in entrambe la fasi fu il comandante Francesco Schettino.

Per questo lo hanno condannato a 16 anni di reclusione. Nessun rilievo alla nave, invece: la Concordia “era pienamente conforme alle prescrizioni, sotto il profilo del funzionamento e dell’efficienza dei sistemi di sicurezza”.

Fase uno, l’inchino. Nella motivazione della sentenza i giudici definiscono una scelta “criminale” quella di “portare una nave, con quelle caratteristiche e a quella velocità, così in prossimità dell’isola”.
La responsabilità del naufragio, chiosano, “è pertanto di Schettino”.
Attenzione, però, non fu l’impatto a provocare le morti, ma quanto avvenne dopo.

Fase due, l’emergenza: secondo i giudici, “i 32 decessi non si sarebbero verificati” se Schettino l’avesse gestita “con perizia e diligenza”.
Invece improvvisò, non seguì i regolamenti, dette ordini a raffica, lanciò in ritardo gli allarmi, costringendo i passeggeri a vivere una “farsa”, una “paradossale scena del teatro dell’assurdo”, con gli annunci degli altoparlanti che volevano tranquillizzare ma che erano “credibili come Pinocchio”, ordini che arrivavano da un uomo ormai “in fuga dalla realtà”.

In 553 pagine, i giudici ricostruiscono quel 12 gennaio 2012. Citano pure Domnica Cemortan, relegandola al ruolo di comparsa. La moldava, ricordano, fu ospite al tavolo “per due” prenotato da Schettino: per permetterle di finire il dessert e arrivare in tempo per la manovra dell’inchino, il comandante fece rallentare la nave.

Schettino poi salì in plancia, in ritardo, e questo non gli consentì “l’assunzione di tutte le necessarie informazioni”. Con lui c’era anche Domnica che, “tuttavia, rimane in disparte”.

L’inchino, deciso da Schettino la settimana precedente, non fu né per ragioni commerciali (la pubblicità che avrebbe fatto alla Costa) né per omaggiare l’ex comandante Mario Palombo, ma “per fare un piacere” al maitre Antonello Tievoli, che ha una casa al porto del Giglio e che quella sera era stato invitato in plancia ad ammirare lo spettacolo, insieme all’hotel director Marrico Giampedroni.

Schettino, scrivono i giudici, era “sicuro di poter condurre l’azzardata manovra con tranquillità”, ma sopravalutò le “sue abilità marinaresche”.
Secondo i giudici, dopo il naufragio, quando salì su una scialuppa per lasciare “definitivamente la Concordia”, lasciò i passeggeri a loro stessi: la situazione era tale “da rendere impossibile, o comunque difficile”, per le persone ancora a bordo “trovare la salvezza”.

Proprio in quei momenti, lo chiamò l’altro personaggio di questa storia, il comandante dell’autorità marittima Gregorio De Falco, quello che gli gridò: “Salga a bordo”.
Al telefono, scrivono i giudici, Schettino “improvvisava, raccontando un film che scorreva solo nella sua immaginazione”, comportandosi “alla stregua di un duellante” nel teatro dell’improvvisazione.

Schettino condannato per la somma delle sue scelte, quindi, e le motivazioni spiegano come realisticamente siano state condannate le persone: “Nel momento in cui l’imputato lasciava definitivamente la Concordia”, la situazione era tale “da rendere impossibile, o comunque difficile”, per i passeggeri ancora a bordo “trovare la salvezza”.

14/07/2015

Riproduzione vietata

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Accumulatore scomparso, lo trovano morto sotto metri di abbigliamento

Accumulatore scomparso da giorni, i pompieri lo trovano morto sotto alcuni metri di abbigliamento. Oggi pomeriggio, venerdì 15 gennaio 2021, i vigili del fuoco sono...

Coronavirus Venezia, quasi 10% di ricoveri in più in 3 giorni a Venezia e Mestre

Coronavirus Venezia e provincia che è ormai diventato come tirare i dadi ogni giorno. Al trend segnalato ieri con un leggero rallentamento dei numeri,...
commercial

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...

È morto Ivone Pitteri della Taverna Brenta di Oriago

È scomparso ieri, domenica 10 gennaio, il titolare della Taverna Brenta di Oriago di Mira, Ivone Pitteri, a 60 anni. Era conosciuto e stimato....

Covid martedì in Veneto: numeri pesantissimi. Prima regione d’Italia per nuovi contagi

Covid oggi in Veneto che si apre con un dato molto pesante. Il numero dei morti per Covid-19 in Veneto registra oggi, martedì, 166 decessi...

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...

Veneto “arancione” oggi, ma a rischio zona rossa domani

Veneto "arancione", come abbiamo visto, ma esiste il rischio di finire addirittura in zona rossa con i numeri attuali per un molto probabile cambio...

Dati Covid Veneto oggi in calo. Flor “gela” Crisanti

Dati del Covid in Veneto oggi in calo nel bollettino odierno della Regione del Veneto. I nuovi contagi nelle ultime 24 ore sono 1.715,...
sponsor

Zaia conferma variante inglese ma non solo: “In Veneto 8 mutazioni”

Zaia conferma la variante inglese del virus: "Il virus non è più lo stesso di marzo. Nella mia regione i genetisti dell'Istituto zooprofilattico delle...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Nuovo Dpcm: altra stretta, ma è scontro con le Regioni

Nuovo Dpcm, in arrivo un'altra stretta. Si andranno a modificare i coefficienti ma il focus sarà anti-movida con un ulteriore stop agli spostamenti. Il nuovo...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Crisanti: “Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione!”

Andrea Crisanti: "Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione subito!". Il professore di Microbiologia all'Universita' di Padova "legge" le ultime dichiarazioni del governatore Luca...

Veneto zona arancione, cosa cambia. Cosa si può fare

Veneto zona arancione. Nella spinosa situazione in cui non ha evidentemente voluto entrare il presidente Zaia, ci entrano i provvedimenti nazionali aggiustando l'Rt, sotto...
commercial

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

Coronavirus Venezia, altri 12 morti in un giorno. Ulss 3 Serenissima vaccina più di tutte

Coronavirus Venezia e provincia: numeri dei nuovi contagiati in calo rispetto alla media giornaliera. Un dato che da speranza nonostante la fisiologica diminuzione di...

Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti.

(Riceviamo e pubblichiamo). Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti. ...

Ragazzina tagliata sulla bocca da coetaneo per emulare ghigno di Joker

Ragazzina tagliata sulla bocca da coetaneo, solo leggermente più grande, per farla assomigliare al sorriso-ghigno di Joker, l'antagonista dei film di Batman. Questa la terribile...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Operazione ‘Onda Lunga’: alberghi e appartamenti a Venezia con traffici dei ‘Permessi di Soggiorno’

Operazione 'Onda Lunga' della Divisione Anticrimine della Questura di Venezia: sequestri per oltre un milione di euro. Nella mattinata di oggi si è infatti svolta...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.