Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
13C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeScrivono gli altriCosta Concordia, a che punto siamo 5 anni dopo?

Costa Concordia, a che punto siamo 5 anni dopo?

Costa Concordia, a che punto siamo 5 anni dopo?

In questa rassegna segnaliamo gli articoli più belli degli altri giornali, scritti meglio, o semplicemente che ci piacciono di più.
Oggi vi raccomandiamo: “Concordia 5 anni dopo” del Corriere della Sera in edicola questa mattina, a firma di Marco Imarisio.
Il bravo giornalista affronta l’argomento raccontandone a 360°, non trascurando la domanda “Che fine hanno fatto?” – troppo spesso dimenticata – che riferisce a che punto stanno i personaggi coinvolti nella vicenda.

Concordia 5 anni dopo di Marco Imarisio

Infine non resterà che il ricordo. La Costa Concordia rimarrà sempre quella balena d’acciaio spiaggiata davanti a una delle coste più belle dell’arcipelago toscano, che fin dal mattino del 14 gennaio 2012 divenne facile metafora di un Paese arenato e depresso, vittima consenziente dei propri vizi endemici, incarnati dal comandante della nave, che con un impasto di imperizia e negligenza causò il naufragio e la morte di 32 turisti. Erano i giorni peggiori della crisi economica, lacrime e sangue, lo spread sempre più alto e il nostro morale a terra. Quell’immagine divenne una parte per il tutto, la conferma di uno stereotipo. Spaghetti, mandolino e Schettino.

Sono passati cinque anni. L’ex comandante Francesco Schettino attende il giudizio definitivo della Cassazione dopo la condanna a 16 anni di reclusione. Ha sempre alternato vittimismo e complottismo, ormai ossidato nel ruolo mediatico del cattivo guascone che ha contribuito a creare. Il capitano Gregorio De Falco, l’autore di quel «salga a bordo, c…» che insieme alla mobilitazione dei gigliesi in soccorso dei naufraghi fu l’unico balsamo sull’amor proprio nazionale, ha lasciato ogni ruolo operativo in Marina, vivendo la promozione a capo dell’Ufficio studi come il classico espediente utile ad allontanare e oscurare un personaggio divenuto troppo ingombrante. La bella Domnica Cemortan, che conobbe una breve stagione da femme fatale capace di distrarre Schettino dai suoi doveri, è tornata in Moldova. Spende la sua immeritata popolarità nel ruolo di attivista dei diritti civili, promuovendo iniziative e campagne contro la violenza sulle donne.

Ma i destini individuali sono dettagli, note a margine di una storia giunta al suo termine. All’epoca fu senz’altro ingiusto fare di quel disastro la cartolina dell’Italia. Ma lo sforzo per venirne fuori, per cancellare dalla vista quello scempio fu davvero collettivo. Il raddrizzamento e il risollevamento della nave servirono anche a rimettere al suo posto l’orgoglio ferito. Il relitto arrivò a Genova il 27 luglio del 2014. Da allora non ha fatto altro che svanire, oltre 50 mila tonnellate di acciaio e altri materiali rimossi e riciclati. Le operazioni … (il seguito sul Corriere della Sera)

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...