8.6 C
Venezia
sabato 23 Gennaio 2021

Il referendum di separazione Venezia – Mestre si farà. Perchè, come e quando

Home Il fatto del giorno Il referendum di separazione Venezia - Mestre si farà. Perchè, come e quando
sponsor

Il referendum di separazione Venezia - Mestre si farà. Perchè, come e quando

sponsor

Il referendum di separazione Venezia – Mestre, il quinto nella storia della città, si farà.
Il Consiglio di Stato, riformando la decisione del Tar del Veneto del 14 agosto 2018 (n. 864), ha dichiarato “legittimo” il referendum consultivo sulla proposta di legge regionale di iniziativa popolare sulla “suddivisione del Comune di Venezia nei due Comuni autonomi di Venezia e Mestre”.

commercial

Contrari al referendum – a costo di andare allo scontro con la Regione del Veneto – erano stati tutti gli ultimi amministratori della città: prima il sindaco Orsoni, poi il sindaco Brugnaro (in mezzo il Commissario Straordinario Vittorio Zappalorto che non si è espresso) con volontà di tutti di fare ricorso al Tar del Veneto, come effettivamente poi avvenuto.

Il Consiglio di Stato oggi rovescia proprio la decisione del Tar con sentenza n. 6236/2019 della Quinta Sezione. L’Organo supremo ha accertato che “non sussistono illegittimità o inammissibilità del procedimento referendario”.

Il quinto referendum di separazione Venezia – Mestre, quindi, si farà.

Perchè il referendum deve essere effettuato.
Nella sentenza del Consiglio di Stato si legge che “la valutazione di opportunità” del distacco appartiene “alla responsabilità delle competenti istanze politiche e normative” e non può essere svolta dal giudice, il quale deve lasciare “le scelte politiche ai soggetti politicamente responsabili, incluse le popolazioni interessate”, perché “al giudice spetta solo di valutare se il procedimento seguito presenta i vizi di legittimità che gli sono denunciati”.

Il Consiglio di Stato ha, quindi, accertato che non sussistono illegittimità o inammissibilità del procedimento referendario. In particolare, dall’eventuale esito favorevole del referendum non discende automaticamente che il capoluogo della Città metropolitana divenga Mestre per il maggior numero di abitanti e che a causa di questo effetto il referendum sia inammissibile, spiega una nota.

Negando il referendum, del resto, si avrebbe una discriminazione dei cittadini interessati, che verrebbero privati del diritto costituzionale di esprimersi sul cambiamento dei loro assetti comunali.

Se Venezia e Mestre si separano chi “comanderà”?
Quando i cittadini si saranno espressi, e questa espressione dovesse davvero premiare la separazione, si porrà il problema di quale poi sarà il Capoluogo non essendo affatto scontato che per ciò si individui Venezia automaticamente, magari in virtù di (ad esempio) storia, tradizione, potenza economica del turismo.

Chi dei due avrà incarico di Capoluogo verrà deciso da una separata e autonoma valutazione di opportunità nelle sedi competenti. Su questa decisione pesa, però, la legge n. 56 del 2014 (c.d. Delrio) che “nomina ‘Venezia’ l’intera città metropolitana, così facendo supporre quale sia il conseguente comune capoluogo”.

Chi voterà al referendum.
Il Consiglio di Stato ha anche sgombrato il campo rispetto all’ipotesi che ad essere chiamati alle urne possano essere tutti i residenti della Città Metropolitana e non solo quelli del Comune di Venezia-Mestre.

Nel rilevare che la legge Del Rio “ha tutt’altro ambito e finalità”, si sottolinea nella sentenza che l’estensione del referendum ad un ambito territoriale più vasto appare “senza titolo e senza giustificazione”.

Quando andremo a votare referendum.
I comitati favorevoli al ‘divorzio’ tra le due città torneranno subito a bussare alla porta della Regione Veneto per chiedere l’indizione del referendum, ma nessuno pare essere fiducioso nel breve termine. Con le imminenti scadenze elettoriali del 2020 tutte le iniziative ‘potenzialmente destabilizzanti’ (ma non solo) vengono e verranno rimandate lasciando Comune e Regione in una situazione di ‘congelamento’.

“Chiederemo al presidente Zaia di fissare subito la data. I tempi per il referendum ci sono, ma temo che ciò non avverrà perchè ormai la ‘testa’, sia in Regione Veneto che in Comune a Venezia, è rivolta alle scadenze elettorali di entrambi gli enti nel 2020”. Sono le parole dell’avvocato Stefano Chiaromanni, presidente del gruppo civico “Mestre-Venezia due grandi citta'”, che aveva impugnato la sentenza del Tar del Veneto al Consiglio di Stato per vedersi riconoscere la legittimità del referendum sulla separazione di Mestre da Venezia.

La logica vorrebbe, in un’ottica di spending review, che si potesse accorpare la consultazione sulla divisione con le chiamate alle urne per le elezioni amministrative.

Paolo Pradolin

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

2 persone hanno commentato

  1. Dopo 4 consultazioni con lo stesso esito.Dobbiamo spendere ancora 1 milione di euro,tutti matti solo in Italia.

  2. pro divisione tra venezia e mestre,hanno problematiche diverse da gestire distintamente. Vorrei andare a votare anche io come nativa ma esiliata.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...
commercial

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...
sponsor

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Virus, c’è una nuova “variante”. Bloccati tutti voli dal Brasile

Virus, c'è una nuova "variante" dopo quella definita "variante inglese". Altrettanto maggiormente aggressiva e pericolosa? Le uniche cose certe al momento sono che l'Italia ha...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

Nuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

Nuovo Dpcm voce per voce. E' aperta la scuola? Posso muovermi da casa? Il nuovo Dpcm, ovvero: cosa è consentito e cosa è vietato nell'Italia divisa...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Pfizer: “Incidenti in linea con previsioni”

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Di più: la definizione testuale dice: "La Norvegia registra 23 morti 'legate alla vaccinazione' ". L'agenzia del...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.