8.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Il gay ucciso a Roma dal neo fidanzato, c’è un alto tasso di mortalità tra chi ha ideologicamente scelto di snobbare la natura

HomeLettereIl gay ucciso a Roma dal neo fidanzato, c'è un alto tasso di mortalità tra chi ha ideologicamente scelto di snobbare la natura
la notizia dopo la pubblicità

gay abbracciati per strada

Diversamente da quanto avevano inizialmente preconizzato le associazioni gay italiane, si è scoperto che il parrucchiere omosessuale trovato ucciso a Roma, non era stato ammazzato da qualche esaltato omofobo, bensì dal neo fidanzato.

Se qualcuno dicesse: “nulla di nuovo sotto il sole, l’ennesimo ordinario omicidio tra gay”, verrebbe bollato con il marchio dell’infamia. Eppure, checché ne dica chi ritiene l’omosessualità un fatto normale, le statistiche certificano che, non solo la percentuale di omicidi, ma anche di suicidi e depressione tra i gay, sia infinitamente più alta rispetto alla categoria degli eterosessuali.

Scomodare la sociologia, o peggio tirare in ballo i pregiudizi della chiesa che generano sofferenza per spiegare l’alto tasso di mortalità tra chi ha ideologicamente scelto di snobbare la natura, è un’azione del tutto inutile.

La verità è lapalissiana: l’allontanamento dalla cosiddetta legge morale naturale inscritta nel dna degli esseri umani, genera angoscia, strazio, afflizione e quindi violenza e morte.

La natura ha le sue regole, violarle in nome dell’emancipazione e dell’apertura alla modernità, può costare caro, molto caro. Inoltre, chi crede, non dovrebbe scordarsi quanto dice San Paolo, il grande boicottato dalla predicazione della chiesa del terzo millennio: “Né sodomiti”, né effemminati, entreranno nel regno dei cieli” (1 Cor. 6,9,10).

Con buona pace di chi, illudendosi di interpretare il pensiero di Dio (quello espresso nelle Sacre Scritture, ivi compreso San Paolo), e soprattutto per farsi osannare dalle folle, si è azzardato a dire che gli omosessuali non vanno giudicati.

Gianni Toffali
Verona

[10/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. E’ evidente che il signor Gianni Toffali ha in mano ricerche e statistiche sconosciute ai più, quindi, lo invito a citare le fonti scientifiche delle sue affermazioni, in caso contrario si tratta delle solite bugie sparse in giro nel web da parte di ahimé sedicenti cattolici esaltati e reazionari

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...