giovedì 27 Gennaio 2022
0.2 C
Venezia

Antonella Elia e Samantha de Grenet: nuovo confronto al Grande Fratello VIP

HomeGrande FratelloAntonella Elia e Samantha de Grenet: nuovo confronto al Grande Fratello VIP

Al Grande Fratello VIP le due soubrette Antonella Elia e Samantha De Grenet sono di nuove tornate vis-a-vis. Si saranno chiarite?

Dopo l’acceso scontro verbale di lunedì scorso, al Grande Fratello VIP è andato in onda il secondo round tra Samantha De Grenet e Antonella Elia. La diatriba tra le due showgirl aveva acceso i riflettori sulla questione del “bodyshaming”, ovvero la discriminazione in base agli attributi fisici, tant’è alcuni siti avevano addirittura ipotizzato la rimozione dell’opinionista. Cos’è successo?

Antonella Elia vs Samantha De Grenet: il primo round

“La parabola di Antonella Elia, da «femminista» al bodyshaming”: con questo titolo si era espresso il Corriere della Sera ricordando quando l’opinionista definiva le battute di Filippo Nardi “di una bassezza umana e culturale inenarrabile” per poi fare addirittura di peggio. “Entrata” nella Casa per un confronto con Samantha De Grenet, la showgirl aveva utilizzato dapprima provocazioni blande: “reginetta del gorgonzola” (alludendo a uno spot di qualche anno fa), “arrogante e presuntuosa”, “principessina sul pisello”, “borgatara ripulita male”, “bulletta di periferia” passando alle frasi sul suo corpo: “sei un po’ ingrassata”, “stai cedendo al peso dell’età”, “dovresti fare un po’ più di palestra” per concludere con una minaccia fisica: “ti strapperei quei capelli orrendi ricciolo per ricciolo”.
Peccato che Samantha De Grenet abbia avuto un tumore al seno. “A differenza di Antonella io non gioco su una cosa che la potrebbe far sentire piccola così – aveva detto tra le lacrime a Stefania Orlando – strumentalizzare una cosa che per me è stata una valanga, non si fa”.

Antonella Elia vs Samantha De Grenet: il secondo round

E dopo una settimana polemiche Alfonso Signorini ha cercato di convincere Samantha De Grenet ad avere un secondo confronto con la Elia. “Certe cose forti erano eccessive e assolutamente inopportune – ha ammesso il conduttore – ti va di avere un confronto con Antonella?”. Dopo un primo tentennamento la gieffina ha accettato ed è partito il secondo vis-a-vis. “Ho grande rispetto della malattia, della sofferenza e del dolore – ha esordito Antonella Elia – io della tua malattia non sapevo nulla e non mi permetterei mai di colpire una persona per ferire, per far del male: la mia battuta voleva essere anche goliardica. Stai strumentalizzando la malattia che è una malattia dolorosa che io conosco e non mi permetterei mai di usarla per ferire te o qualche altro essere umano. Ci sono passata anche io per quella malattia, purtroppo, anche se non l’ho mai raccontato”.

Al che Samantha De Grenet ha replicato: “Io non ho mai strumentalizzato la mia malattia. Ne ho parlato non subito, ma dopo un anno e mezzo: pensavo che raccontare la mia storia potesse aiutare qualcun altro, e anche se ho aiutato un’unica donna io sono felice. Detto questo, a prescindere dalla malattia, una donna non dovrebbe mai attaccarne un’altra dalla parte estetica. Noi non siamo solo t**te e c**i e soprattutto dietro a una magrezza, dietro a qualche chilo di troppo magari ci può essere qualche cosa, quindi meglio tacere”.

Le scuse di Alfonso Signorini

La parola è passata al conduttore: “Concludo dicendo che da parte mia io ho fatto una mancanza e non ho problemi a dirlo. Avrei potuto interrompere quel teatrino immediatamente, avremmo potuto oscurare la glass room immediatamente, e non averlo fatto credo sia stato un grande errore: chiedo scusa. Lo faccio nei confronti dei miei amici vipponi, di Samantha e del pubblico a casa. Non è il mio stile, non è il tipo di programma che voglio portare nelle case. Ho sbagliato, bisogna avere anche il buon senso e l’onestà di chiedere scusa e io lo faccio. Mia mamma diceva ‘chi lava i piatti rompe sempre un piatto prima o poi’ ed è successo anche questo”.

Sarà davvero finita qui tra Antonella Elia e Samantha De Grenet?

Marie Jolie

 

 

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

“La Venezia svenduta: uno, dieci, cento bar, bnb, uno attaccato all’altro…”. Lettere

In risposta alla lettera: “Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Rispondo alla Veneziana Doc. Non sono il Frank che ha risposto a Luca. Però devo dirti che hai ragione. Ho 75 anni...

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

Sciopero Actv di 24 ore lunedì 13 dicembre. I servizi garantiti

AVM/Actv informa che l’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha confermato la proclamazione di sciopero di 24 ore per lunedì 13 dicembre. Lo sciopero potrebbe interessare il personale Actv e AVM dei servizi navigazione, automobilistici, tranviari, People Mover, degli uffici AVM (sosta e ztl...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...