Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
17.1C
Venezia
sabato 27 Febbraio 2021
HomeGrande FratelloAlda D'Eusanio: "negro", "razza nera". Al Grande Fratello VIP scoppia la bufera

Alda D’Eusanio: “negro”, “razza nera”. Al Grande Fratello VIP scoppia la bufera

"Negro", "razza nera" e non solo: Alda D'Eusanio è stata protagonista di un imbarazzante siparietto ai confini del razzismo.

Polemiche a non finire contro Alda D’Eusanio, la neo-concorrente del Grande Fratello VIP che a 24 ore dal suo ingresso era riuscita a farsi scappare “negro“: un termine inaccettabile che aveva già causato l’eliminazione di Fausto Leali. E sui social era scattata la polemica: “È inutile squalificare una persona – aveva commentato l’ex gieffino Enock Barwuah – per poi vederla dopo girarsi tutti i programmi televisivi, perché tanto sarà così. Servono delle sanzioni in cui tu, quando te ne esci fuori con questi termini, in televisione non ci vai più“. A fargli eco il fratello, Mario Balotelli, che aveva aggiunto: “Perché questo tipo di persone esistono ancora? Perché fa ridere questa battuta? Perché ancora non è punibile con sanzioni a vita? Perché non è più grave di una bestemmia? Perché cavolo non ci arrivate ancora?”.

Alda D’Eusanio: “vedi qualche negro?”

La parola incriminata era sfuggita ad Alda D’Eusanio durante la cena “persiana” di sabato sera. La presentatrice aveva chiesto al “genio” di avere “del pesce”, e Tommaso Zorzi, tra le risate dei commensali, aveva risposto che “dopo tre giorni il pesce puzza”. Al che la donna ha insistito domandando “il pesce di chi?” ma Carlotta Dell’Isola ha replicato: “il pesce bianco, qui si pensa solo a mangiare”. Alda D’Eusanio ha aggiunto: “perché, vedi qualche negro da queste parti?“, ma nonostante i concorrenti abbiano provato a cambiare discorso, la frase è finita sui social innescando un mare di polemiche.

“Invece di ‘nero’ ho detto ‘negro’?”

Nella puntata di ieri Alfonso Signorini ha chiamato Alda D’Eusanio in confessionale. “Purtroppo ti devo rimproverare di qualche cosa – le ha detto – hai combinato un incidente un po’ spiacevole”. È partito il video e la giornalista, che non si era nemmeno resa conto del termine, ha replicato: “cosa sono? I genitori cattolici che si sono risentiti?”. Ma il conduttore le ha ricordato la presenza di precedenti come quello di Fausto Leali che per quel termine è stato squalificato. Alda D’Eusanio si è illuminata: “Ah, invece di ‘nero’ ho detto ‘negro‘?” con Signorini che ha sbottato “magari se riusciamo di evitare di dirlo una seconda volta sarebbe meglio”.

Le scuse di Alda D’Eusanio

La concorrente ha subito chiesto perdono, ma il conduttore le ha ricordato la presenza di un regolamento e di contesti più gravi e più leggeri. “Tu per fortuna – ha continuato – hai rivolto quest’espressione non a una persona com’è accaduto nel caso di Leali ma in una battuta poco felice. Anzi, infelice, perché è una battuta che non fa più ridere nessuno e che può urtare qualche sensibilità”. Alda D’Eusanio ha preso la parola: “chiedo scusa – ha detto – bisogna ricordare che oggi come oggi nel modo di parlare molto spesso sbagliamo, e scambiamo i due termini e non lo facciamo apposta. Perché l’atteggiamento è di totale democrazia e egualitarismo totale. Fino a pochi anni fa si diceva in un modo, poi la parola è cambiata: è come dire non camminante o nomade, non zingaro ma Rom. Non lo si fa apposta e mi dispiace se qualcuno si è offeso, lo dico con molta sincerità”.

Parla Enock Barwuah

Dopo un applauso, Alfonso Signorini ha continuato: “Tra le persone che si sono risentite c’è anche un nostro ex concorrente, Enock Barwuah, che sicuramente ha vissuto anche nella quotidianità una delle offese legata all’uso improprio di questo termine”. Il fratello di Balotelli ha replicato: “Parto dicendo che si può sbagliare, io in primis, mi dispiace di riprendere la signora Alda che è una signora di una certa esperienza. Però questo termine non posso farlo passare perché so cosa vuol dire, so cos’ho passato, so cosa stanno passando tante persone per questo termine”. Lo stesso Signorini è quindi scivolato sul politically correct aggiungendo: “che per voi è sinonimo di emarginazione, di offesa gratuita”.

Alda D’Eusanio: “contro-razzismo”, “razza nera”.

E la D’Eusanio: “però voi dovete anche capire che chi lo dice anche con intenzione di offendere” ma Barwuah: “io questo termine non lo accetto neanche per un complimento”. La giornalista ha continuato: “se invece è perché si sbaglia termine ma non si ha alcun atteggiamento spregiativo sul colore della sua pelle allora è diverso, c’è un contro-razzismo a questo punto. Io capisco tutto quello che il popolo di colore ha sofferto, e da persona di colore bianco chiedo perdono per tutto quello che la razza bianca ha fatto agli schiavi neri. Voglio però chiarire anche un fatto: visto che fino a poco tempo fa si usava un termine, chi non crede nel razzismo ogni tanto può sbagliare. E voi questo dovete perdonarlo. Ha fatto bene a riprenderlo perché è un’offesa che ricorda secoli di schiavismo, di cattiveria e di crudeltà che la razza bianca ha fatto alla razza nera“.

E nonostante gli scivoloni “politicamente scorretti” di Alda D’Eusanio, Enock Barwuah ha sorriso accettando le scuse di una donna nata in un’altra epoca e che, evidentemente, fatica ad adattarsi con le parole. Ciò però non è bastato e Alfonso Signorini si è rivolto alla concorrente annunciandole “un comunicato” con la “decisione” che il Grande Fratello VIP ha preso nei suoi riguardi.

Cos’è successo a Alda D’Eusanio? Ecco com’è andata a finire.

Marie Jolie

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Precipita nel vuoto per 40 metri. Morto Lorenzo Gatti, 29 anni

Precipita nel vuoto per circa 40 metri. Una caduta fatale per Lorenzo Gatti, l'alpinista di 29 anni morto nella tarda mattinata di oggi mentre...
spot

Chiuso profilo TikTok di donna che sfidava a soffocarsi, aveva 700mila follower

Chiuso profilo TikTok di una donna che "istigava al suicidio". Si tratta del profilo Tik Tok di una influencer con circa 700.000 follower. Il provvedimento...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...

Weekend, anche a Venezia assembramenti: ribellione o disinteresse?

Nonostante le prevedibili reazioni dei commentatori da social ("Fanno bene...", "Siamo stufi...", ecc..) che arriveranno, chi si occupa di cronaca non può tacere quanto...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Delfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina (Venezia): è il primo caso dell’anno sul litorale veneto. Una rete da pesca ritrovata nella laringe di un tursiope da parte degli esperti dell’Università di Padova.

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.