5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
10.7 C
Venezia
mercoledì 21 Aprile 2021
HomeVenezia cittàIl campanile di San Marco riaperto. Le straordinarie immagini

Il campanile di San Marco riaperto. Le straordinarie immagini [VIDEO]

Riapre il campanile di San Marco dopo mesi di chiusura a causa dell’emergenza sanitaria da coronavirus.
Aveva chiuso nei mesi autunnali e non aveva più riaperto, fino ad oggi, l’attrazione più richiesta di Venezia, quella da cui è possibile avere il colpo d’occhio migliore su tutta la laguna, a 360 gradi.
Nelle immagini e nei video che vi mostriamo, complice anche la bella giornata, la vista panoramica sulla città d’acqua e i visitatori che hanno approfittato di questo primo di apertura, ancora in sordina.
Dopo mesi di chiusura, infatti, ieri il cancello in ferro alla base del campanile è stato finalmente riaperto, e non pochi passanti e turisti veneti ne hanno approfittato.

Sono stati circa un centinaio, in tutto, gli spettatori paganti di questo primo giorno di riapertura, tutti provenienti dalla regione e alcuni veneziani, ansiosi di tornare ad ammirare Venezia dal punto più alto.
Il biglietto ha un costo di 10 euro a persona, il che significa che l’incasso di ieri per l’attrazione di punta del salotto buono di Venezia è stato di circa 1.000 euro, naturalmente niente a che vedere con le cifre (e le presenze turistiche) prima del covid.
L’apertura del campanile di Piazza San Marco era un evento atteso in città, perché

assieme alla basilica, a Palazzo Ducale e al Museo Correr, è l’attrazione turistica più importante dell’area marciana. E anche se quasi tutti i caffè storici in Piazza restano chiusi, la ripresa delle visite al campanile è il segnale che un po’ alla volta qualcosa sta lentamente tornando alla normalità, con le dovute precauzioni.
Anche sul campanile qualcosa è cambiato a causa delle restrizioni per l’emergenza sanitaria: in cima al punto più alto di Venezia oggi possono salire, contemporaneamente, una quarantina di persone al massimo e prima di prendere l’ascensore è obbligatoria la misurazione della temperatura.
Il primo giorno per il campanile di San Marco è stato baciato dal sole. La giornata limpida ha

infatti permesso di vedere, da quell’altezza, una mappa colorata dei tetti e delle altane di Venezia: abbassando lo sguardo Piazza San Marco con la sua basilica e i Giardini Reali in tutta la loro bellezza, Palazzo Ducale e la lunga Riva degli Schiavoni e riva Sette Martiri, alzando appena gli occhi il Bacino di San Marco e l’Isola di San Giorgio, punta della Dogana, quindi la basilica della Salute e l’isola della Giudecca, fino alle isole minori. Spostandosi di pochi passi sul campanile, sotto le vecchie campane, si poteva scorgere la basilica dei Santissimi Giovanni e Paolo con dietro l’isola di San Michele, Murano e Burano.
venezia dall'alto palazzo ducale riva degli schiavoni
C’era gioia ed entusiasmo tra i primi visitatori che sono saliti a 60 metri d’altezza e hanno scattato numerose foto ricordo e selfie dal punto più alto e romantico di Venezia. Una vista senza nuvole, mozzafiato, su tutto il centro storico veneziano ed oltre, fino ad intravedere le montagne.
Giorgia Pradolin

iscriviti al canale youtube de la voce di venezia

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor