Venezia, il Frecciarossa non parte, il macchinista non riesce a mettere in moto: è ubriaco

ultimo aggiornamento: 01/05/2019 ore 21:50

3436

Venezia, il Frecciarossa non parte: il macchinista non riesce a mettere in moto, è ubriaco

Venezia, Stazione di Santa Lucia, il treno dovrebbe partire ma non parte.
Frecciarossa fermo, stranamente. Un collega va a vedere: il macchinista a bordo sembra in difficoltà, non ricorda come si mette in moto. Era ubriaco.

Il treno, a quel punto, resta fermo ancora un pò mentre il macchinista “poco presente” lascia il servizio e, su consiglio del collega, chiama l’operatore di riserva. L’alcol test ha poi confermato: l’uomo aveva bevuto troppo.
All’inizio si pensava potesse trattarsi di un malore ma poi, scoperta la verità, è stato anche meglio che il macchinista non sia partito.

Trenitalia, in ogni caso, non si è trovata in situazione di difficoltà e nessun utente ha subito disagio: il treno era destinato al deposito, questo va precisato.

Il macchinista ha pagato cara la ‘leggerezza’, per lui è arrivato il licenziamento. D’altra parte non aveva speranze di cavarsela nel momento in cui è stata chiamata la polizia.

La Polfer, grazie all’etilometro, come scrive il Gazzettino, ha potuto accertare che l’uomo aveva bevuto: a quel punto è stata inevitabile la contestazione.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here