domenica 23 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

Teatro Fondamente Nuove addio. Un’altra sconfitta di Venezia

HomeNotizie Venezia e MestreTeatro Fondamente Nuove addio. Un'altra sconfitta di Venezia

Teatro Fondamente Nuove addio. Un'altra sconfitta di Venezia

Nuova inquietante chiusura: il Teatro Fondamente Nuove. Davvero una costrizione di cui la città non può dirsi fiera, dal momento che è a causa delle istituzioni, del Comune, che il Teatro Fondamente Nuove sta calando il sipario.

A fine mese l’Associazione Vortice concluderà l’attività iniziata nel 2003. L’annuncio desolato del direttore del Teatro Enrico Bettinello si somma alla chiusura di altri teatri che sono usciti di scena nell’indifferenza generale, come se la città non avesse bisogno di vivere momenti artistici di valore importante e significativo per la sua stessa esistenza.

Perché l’Amministrazione comunale ha permesso che il Teatro La Murata a Mestre, con il Teatro al Parco della Bissuola, il Momo, l’Aurora di Marghera spegnessero le luci e chiudessero le porte, perché non è intervenuta?

L’Assessore al Bilancio Michele Zuin spiega il noto motivo “Non ci sono finanziamenti, dobbiamo fare delle scelte e valutare le priorità”.

Si apre a questo punto un vero e proprio interrogativo che riguarda la qualità della cultura in questa città. Interessa ai cittadini che un teatro come Fondamente Nuove, fucina di esperienza e sperimentazione artistica offerta al “pubblico” da artisti di gran pregio, da Compagnie e artisti rinomati ( da Babilonia Teatri Carolyn Carlson…), debbano rinunciare a svolgere il proprio lavoro? Che molti giovani artisti, autori, portatori di esperienze, idee, trasformazioni artistiche siano penalizzati sul nascere?

Nel 2013 il Comune aveva riservato a Fondamente Nuove, 90 mila euro l’anno e successivamente sono diminuiti, fino ad essere azzerati per l’anno in corso.
L’assessore Zuin si rammarica e la situazione non cambia. Tuttavia la politica culturale della città, come sostiene lo stesso direttore del Teatro Stabile del Veneto Massimo Ongarato, va interpretata strategicamente, non basta l’attenzione sul Teatro Goldoni, La Fenice, esistono risorse che non vanno penalizzate, gli artisti non vanno mortificati e forse sarebbe utile un ragionamento proprio sulla Cultura in generale, che va ripensata, rifinanziata, basti ricordare l’appello della Fondazione Querini Stampalia rivolto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la sua recente visita in città.

Il Consigliere comunale Nicola Pellicani (Lista Casson), scriverà un’interrogazione rivolta a Sindaco e Giunta, affinché la Cultura venga affrontata e ripensata nelle sue espressioni più vere e nella sua capacità di rispettare tutti i soggetti che la rappresentano e sappia interpretare e dar risposta ai bisogni della città.

Andreina Corso | 16/05/2016 | (Photo d’archive) | [cod teatrove]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Lettere

Io vengo saltuariamente a Venezia dove possiedo un mini appartamento comperato 15 anni fa. Amo Venezia la sua storia i suoi scorci e la sua arte. Mi sono riconosciuto in essa essendo discendente da famiglia istro-veneta. Purtroppo negli ultimi anni Venezia...

Mauro da Mantova, no vax “untore”, non dà segni di miglioramento

Mauro da Mantova, no vax-"untore", noto per le sue partecipazioni radiofoniche al programma "La Zanzara", ricoverato ormai da 4 giorni in terapia intensiva, non dà segni di miglioramento, le sue condizioni permangono ancora gravissime a causa del Covid. Una decina di giorni...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

“Ma è normale che il marinaio Actv abbandoni una borsa trovata a bordo in un pontile deserto?”. Lettere

Mi piacerebbe capire se il seguente comportamento è normale: fatto avvenuto la sera del 12 dicembre, a bordo del motoscafo linea 4.1 delle ore 20,16 circa, partenza piazzale Roma, direzione Murano. Alla stazione una coppia scende e dimentica una borsa che il marinaio...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...