27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Robin Williams aveva il parkinson e non lo aveva ancora confessato

HomeCinemaRobin Williams aveva il parkinson e non lo aveva ancora confessato

Robin Williams si è suicidato con impiccagione

Robin Williams aveva il parkinson e forse proprio per questo non se la sentiva più di affrontare la vita che gli restava.
E’ la terza moglie dell’attore a rivelare questa realtà ai media americani, Susan Schneider, 63 anni: «Mio marito era affetto da un principio di morbo di Parkinson: i primi sintomi stavano peggiorando lo stato della sua depressione».

Secondo il racconto della moglie, l’attore non aveva il coraggio di parlare pubblicamente della malattia, dopo la sua rivelazione di aver sofferto nel passato di dipendenza da alcol e droghe. «Robin aveva smesso di bere e al momento in cui si è tolto la vita era completamento sobrio», ha spiegato la moglie.

Robin Williams si è suicidato e la sua morte è diventata in brevissimo tempo un fatto pubblico comprensivo di tutti i dettagli, e questo ha contrariato molto la moglie, che si è detta delusa dall’abuso di dettagli che la polizia ha fornito in modo poco rispettoso. Per questo i funerali si svolgeranno in forma molto privata, con soltanto familiari e amici più stretti.

Robin Williams affetto da parkinson non offuscherà certo la sua fama di attore e persona positiva. Il giornale Time esce oggi nelle edicole con la sua copertina, mentre Broadway, dove l’attore spesso aveva recitato, ha reso omaggio a Williams mercoledì, spegnendo le luci per un minuto davanti al pubblico.

La moglie si augura che la scomparsa del marito aiuti la ricerca sulla malattia: «Oggi diventa la nostra grande speranza, che altri trovino la forza di cercare la cura e il sostegno di cui hanno bisogno per affrontare le battaglie che si trovano di fronte, in modo che possano avere meno paura».

Redazione

15/08/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.