29.8 C
Venezia
sabato 31 Luglio 2021

Napolitano risponde ai giudici per tre ore, l’avvocato di Riina enigmatico

HomeCronacaNapolitano risponde ai giudici per tre ore, l'avvocato di Riina enigmatico

Napolitano risponde ai giudici per tre ore, l'avvocato di Riina enigmatico

Giorgio Napolitano, nei giorni della presunta trattativa dello Stato con la mafia, all’epoca presidente della Camera, non seppe mai nulla. E gli «indicibili accordi», dei quali parla il suo consigliere giuridico Loris D’Ambrosio nella famosa lettera, erano una «mera ipotesi priva di basi oggettive».

Si è così conclusa la deposizione del capo dello Stato nel processo di Palermo, durata tre ore. Il Quirinale ha subito diramato una nota ad evidenziare che il presidente ha risposto a tutte le domande poste e anche ad alcune non ammesse dalla Corte.

Soddisfazione da parte dei magistrati: «Da parte del capo dello Stato c’è stata una grande collaborazione. Napolitano ha risposto a tutto in modo molto ampio» a cui fa da contraltare un enigmatico avvocato di Totò Riina, Luca Cianferoni: «Se resta viva un po’ di gente questa vicenda del ‘93 alla fine darà molte sorprese».

Napolitano, in abito blu, seduto al suo scrittoio nella sala del Bronzino ha risposto alle domande poste dai pm e degli avvocati. Nessuno ha chiesto a Napolitano in maniera diretta se avesse mai saputo di una presunta «trattativa» Stato-mafia. La parola stessa non è mai stata pronunciata.
Infine, una domanda sul famoso «io non ci sto» di Oscar Luigi Scalfaro è stata esclusa dalla lista.

Mario Nascimbeni

29/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. la mafia?
    non esiste
    la corruzione?
    non esiste
    la crisi?
    non esiste
    la casta?
    non esiste
    ma ………. te e i servizi segreti che ti passano le informazioni che tu neghi alla magistratura, alla democrazia, alla costituzione e alla opinione pubblica.
    ……… o ………, o ambedue le cose
    Pena?
    Fucilazione alle spalle in pubblica piazza e in diretta televisiva
    Te la do io la democrazia di cosa vostra:
    questa è res publica, non casa vostra!
    Questa è casa nostra, è cosa nostra e non avete nessun diritto di rendere private le udienze di un processo sul malfunzionamento del potere pubblico che incarnate molto, ma molto male.
    Avete paura?
    Siete vili e codardi?
    usate il potere pubblcio come scudo per difendervi dalle conseguenze delle vostre irresponsabilità?
    Lo sappiamo benissimo, visto che la vostra massima difesa è appunto il vilipendio, oltre l’abuso del potere pubblico che avete in funzione di un giuramento che infrangete quotidianamente.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.