32 C
Venezia
mercoledì 23 Giugno 2021

MSC Grandiosa ha ripreso il mare, è la prima crociera del 2021

HomeGenovaMSC Grandiosa ha ripreso il mare, è la prima crociera del 2021

MSC Grandiosa ha ripreso il mare: salpata il 24 gennaio è la prima crociera ufficiale del 2021.
L’ammiraglia MSC è ritornata in mare offrendo crociere di 7 notti verso il Mediterraneo Occidentale.
La nave toccherà in Italia Genova, Civitavecchia e Napoli, ma farà tappa anche a Malta.
“Grandiosa”, il primato della ripartenza ce l’aveva già, perché dopo il primo lungo lockdown era stata la prima al mondo a riprendere il mare.
Msc Grandiosa consolida oggi questo primato ed è partita dal porto di Genova Genova per la prima delle crociere 2021 nel Mediterraneo.

NORME COVID E SICUREZZA
La sicurezza prima di tutto: per poter compiere questo straordinario passo, la Compagnia torna ad applicare quella serie di protocolli di sicurezza che consentiranno ai passeggeri di vivere la crociera in un ambiente protetto.
Il terminal crociere è il primo punto di controllo, dove gli ospiti dovranno sottoporsi ai controlli previsti dal protocollo di salute e sicurezza, tra cui il tampone antigenico.
I passeggeri poi potranno salire a bordo, entrando di fatto in una sorta di ‘bolla’ sanitaria e di protezione sociale per tutta la durata della crociera.
I visitatori che scenderanno a terra per visitare i luoghi toccati dalla nave continueranno – in qualche modo – a restare all’interno di questa protezione che impedisce contatti con chi non è stato sottoposto a tampone e prevede solo visite in aree sanificate e protette.
La Compagnia di crociere specifica che ciò è anche a tutela delle popolazioni locali che, in tal modo, non entreranno a loro volta in contatto con i crocieristi.
Le escursioni saranno possibili esclusivamente in questa ‘modalità protetta’, e saranno organizzate solo nelle zone gialle e arancioni.

“Siamo consapevoli che gli occhi del mondo, e in particolare quelli del settore turistico, ancora fermo per la pandemia, continuano ad essere puntati sull’Italia. Un Paese che per primo è riuscito a rimettere in moto un comparto come quello crocieristico, che a livello nazionale vale 14 miliardi di euro e genera occupazione per 120.000 persone, rappresentando così un importante volano anche per altri settori attualmente ancora fermi” spiega Leonardo Massa, managing director di Msc Crociere.
Tampone quindi per tutti gli ospiti prima di salire a bordo e a metà settimana e settimanale per l’equipaggio, distanziamenti sociali, mascherina nelle aree pubbliche, braccialetto smart per tracciare i contatti più stretti avuti durante la crociera, discesa a terra solo con escursioni protette.

Tamponi e protocolli di sicurezza garantiscono che a bordo della nave non solo è possibile godersi pienamente l’esperienza della crociera così come avveniva prima della pandemia ma, grazie alla riduzione della capacità passeggeri, ci sono maggiori spazi a disposizione.
In nave così diventa possibile fare tutto ciò che sulla terra ferma ormai non è più possibile apprezzare da un anno: andare al ristorante e a teatro, utilizzare piscine e area fitness e centro benessere.
“Il protocollo ci ha già consentito, tra agosto e dicembre 2020 – sottolinea Massa – di portare in crociera in piena sicurezza oltre 30 mila persone, e viene oggi utilizzato come modello per supportare la possibile ripartenza del settore crociere insieme ad altri comparti dell’ospitalità in altri Paesi del mondo”.

(foto da archivio)

Data prima pubblicazione della notizia:

Una persona ha commentato

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor