19 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Mascherine ritirate, Cgil: “Comune di Venezia faccia chiarezza”

Homemascherine per coronavirusMascherine ritirate, Cgil: "Comune di Venezia faccia chiarezza"

Abbiamo appreso che il Comune di Venezia ha disposto il ritiro di numerose mascherine utilizzate in particolare nella Polizia Locale e nei servizi educativi. Parrebbe che queste mascherine siano assimilabili a quelli sequestrate a seguito delle disposizioni dalla Procura di Gorizia.
“Auspichiamo – dichiara Daniele Giordano Cgil – che il Comune di Venezia abbia fatto una verifica puntuale in tutte le Direzioni e che tali dispositivi non siano in uso in altri uffici.
Il Comune ha scelto di sostituire quei Dispositivi di Protezione con mascherine che, pur non avendo il marchio CE, sarebbero state sottoposte a test e validate dall’Università di Padova.
Come Cgil auspichiamo che questa scelta stia dentro la regia dell’Ulss e della Regione e che si eviti una ricerca in autonomia dei dispositivi fuori dagli approvvigionamenti del sistema socio sanitario territoriale”.

“Come organizzazione sindacale – prosegue – chiediamo che sia disposta una verifica da parte delle autorità competenti su tutto il livello metropolitano, in modo da essere certi che non vi siano casi in altre aziende o enti del sistema socio sanitario”.

“Come Cgil – conclude Giordano – siamo a disposizione di quei lavoratori che potrebbero aver contratto il virus perché protetti da dispositivi inadeguati, dato che i loro casi si configurano come veri e propri infortuni sul lavoro di cui vanno accertati tutti i profili di responsabilità anche per le eventuali patologie a lungo termine che il Covid determina”.

FP Cgil Metropolitana di Venezia

» ti potrebbe interessare anche: “Mascherine e igienizzanti non a norma nei negozi di Venezia: scatta il sequestro dei Nas

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.