COMMENTA QUESTO FATTO
 

Marocchini molesti a Cavallino-Treporti: insultano, sputano e aggrediscono anche i carabinieri

Cavallino-Treporti: serata movimentata quella di ieri, domenica. I carabinieri della locale stazione sono dovuti intervenire nei pressi di un camping di via Fausta perché personale addetto alla sicurezza aveva segnalato la presenza di due cittadini extracomunitari di origine marocchina che, ubriachi, stavano importunando alcuni ospiti della struttura.

All’arrivo dei Carabinieri, uno in particolare si rifiutava di esibire i propri documenti personali replicando di tutta risposta con insulti e minacce, scagliandosi contro di loro anche fisicamente.

Vista la sua immotivata aggressione ed al fine di tutelare sia i militari operanti che i numerosi turisti che affollavano la spiaggia in quel momento, veniva immobilizzato e condotto presso la caserma di Ca’ Savio con il supporto di un’altra pattuglia dell’Arma nel frattempo sopraggiunta.

Giunto presso il comando il suo stato di agitazione non accennava a placarsi e gli insulti, le aggressioni fisiche e gli sputi continuavano.

A quel punto, dato il perdurare della situazione, N.F. marocchino classe 1994, con precedenti per lesioni violenza e minacce a p.u. ed inosservanza della legge sugli stranieri, veniva dichiarato in stato di arresto per il reato di resistenza ed oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di San Donà di Piave in attesa del processo per direttissima fissato per la mattinata odierna.

Entrambi gli stranieri inoltre sono stati sanzionati per ubriachezza molesta.

Gli episodi di aggressione alle forze dell’ordine stanno diventando sempre più frequenti nel territorio da parte di stranieri violenti. Solo quattro giorni fa l’ultimo caso a Mestre dove un tunisino ha scatenato il finimondo solo perchè l’autista dell’autobus gli aveva chiesto il biglietto.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Riproduzione Riservata.

 

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here