27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Veronica, mamma di Loris, percorse due volte la strada di Mulino vecchio

HomeCronacaVeronica, mamma di Loris, percorse due volte la strada di Mulino vecchio

Veronica Panarello, la mamma di Loris, avrebbe ucciso il figlio – per usare le parole del giudice delle indagini preliminari Claudio Maggioni – con «inusitata brutalità». Il magistrato descrive la donna con un’ «indole malvagia e priva del più elementare senso di umana pietà», le contesta una «condotta incredibilmente cinica».
La donna avrebbe ucciso il figlio, secondo i risultati dell’indagine, fra le 8.48 e le 9.23.
Ma Veronica, mamma di Loris, con la sua macchina percorse due volte quella strada che porta al mulino. Che cosa ci è andata a fare in quella strada alle 8.33 di quella stessa mattina? Perché dirigersi verso quel luogo mentre Loris (sempre secondo la ricostruzione dei magistrati) era a casa sicuramente vivo?
La telecamera aveva inquadrato il bambino pochi minuti prima mentre rientrava nel portone dopo essere sceso in strada assieme a sua madre e al fratellino più piccolo. Lui tornava indietro, sua mamma saliva in macchina e partiva in direzione del Vecchio Mulino.

La telecamera vede la sua Volkswagen Polo prima infilarsi nella stradina e poi, alle 8.35 uscirne. Due minuti di percorrenza, proprio il tempo che ci si impiegherebbe per arrivare al punto dov’è stato trovato il corpo di Loris. Era un sopralluogo?
Ma ipotizzare questo significa pensare che Veronica sia salita in macchina avendo già deciso di uccidere Loris, e poi, tornata a casa, avere ancora la lucida ferocia di farlo.

Veronica Panarello continua a giurare di non essere mai passata, quella mattina, nella stradina poderale che porta dov’era il corpo di Loris, né a quell’ora né più tardi. Dice invece di essere andata in quella direzione per buttar via la spazzatura.

Gli inquirenti però, sarebbero sicuri: l’auto che Veronica parcheggia nel garage di casa, riconoscibile da segni particolari come una specie di grossa macchia sul tettuccio causata dalla vernice «screpolata e scolorita», è andata due volte alla via che porta al mulino vecchio, alle 8.33 e alle 9.25.

Mario Nascimbeni

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.