spot_img
spot_img
spot_img
17.8 C
Venezia
mercoledì 20 Ottobre 2021

Isola del Lazzaretto Nuovo: volontari raccolgono rifiuti della “civiltà” dei consumi

HomeLe belle notizieIsola del Lazzaretto Nuovo: volontari raccolgono rifiuti della "civiltà" dei consumi

Come di consueto la Giornata Ecologica anticipa la prossima riapertura dell’isola del Lazzaretto Nuovo, a Venezia.
Anche quest’anno numerosi volontari hanno partecipato all’evento che dal 2000 promuove sul campo l’interesse per la conoscenza e per la tutela dell’ambiente lagunare, raccogliendo metri cubi di reperti della “civiltà” dei consumi spiaggiati dalle acque alte invernali.
Un’attività decisamente significativa nel weekend della Festa della Liberazione e di San Marco, e a poca distanza dalla Giornata della Terra, dedicata nel 2021 a “Restore Our Earth”.
All’interno delle molteplici attività dell’ecomuseo del Lazzaretto Nuovo, la Giornata Ecologica è una delle azioni di sensibilizzazione e volontariato “vissute in prima persona” più semplici ed efficaci per attivare la cura del territorio da parte della cittadinanza che lo abita: è un’esperienza diretta che favorisce il rapporto con la natura, dimostra concretamente l’impatto dell’essere umano su di essa e costruisce comunità attraverso il lavoro di squadra.

La rinascita non profit del Lazzaretto Nuovo è dal 1977 uno degli esempi pionieristici, in Laguna di Venezia e in Italia, di recupero dei beni pubblici da parte degli abitanti e di concerto con le Istituzioni.
La Giornata Ecologica è inserita nella dimensione paesaggistica dell’isola “Il Sentiero delle Barene”, allestito con il Museo di Storia Naturale di Venezia, che conferma la valenza del Lazzaretto Nuovo quale laboratoriale avamposto di citizen observatory e citizen science anche sui temi ambientali e della più ampia sostenibilità.
Nello specifico, da oltre vent’anni le associazioni Ekos Club e Archeoclub di Venezia, concessionarie dell’isola, coinvolgono nella Giornata Ecologica una o più realtà locali, fra cui molte classi scolastiche e associazioni: quest’anno è stata la volta di Marevivo Veneto, neonata delegazione regionale dell’associazione per la difesa del mare e delle sue risorse.

“Il programma di rinascita del Lazzaretto Nuovo si basa sul coinvolgimento della cittadinanza e sulle partnership: è così che questo bene è stato recuperato dall’abbandono e riportato alla collettività, ed è così che ci dedichiamo ad ogni iniziativa di valorizzazione del nostro territorio – dichiarano Gerolamo Fazzini, presidente Archeoclub di Venezia, e Lara Meneghini, presidente Ekos Club -. All’interno del progetto nazionale di Marevivo “Adotta una spiaggia”, la delegazione Veneto ha scelto di dedicarsi a quella del Bacan a Sant’Erasmo. Considerando lo storico legame del Lazzaretto Nuovo con l’isola di Sant’Erasmo, e l’attenzione attiva che le dedichiamo da decenni, la collaborazione per questa Giornata Ecologica è apparsa quindi naturale e contiamo che, come sempre, alla prima azione comune ne seguiranno altre!”

La Giornata Ecologica si svolge in collaborazione del Gruppo Veritas (si ringrazia in particolare il Direttore Servizi Ambientali Venezia centro storico Federico Adolfo).

L’apertura dell’ecomuseo del Lazzaretto Nuovo sarà comunicata a breve! Tutte le informazioni su lazzarettiveneziani.it

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements