Incendio Marghera, Comune di Venezia: non raccogliere frutta e verdura, non pescare

ultimo aggiornamento: 17/05/2020 ore 20:49

3489

Incendio a Marghera, il Comune: non raccogliere frutta e verdura, non pescare

Incendio a Marghera e pericolo di inquinamento per la combustione di prodotti chimici: pubblichiamo una comunicazione giunta dal Comune di Venezia ieri sera alle 21 in merito a potenziali pericoli legati alla raccolta di frutta e verdura con nuovo divieto alla pesca. Qui sotto la comunicazione integrale.

Incendio a Porto Marghera: si rinnova l’invito alla cittadinanza in via precauzionale a non raccogliere a scopo alimentare ortaggi o frutta nei territori di Marghera e Mestre. Istituito il divieto di pesca nei canali vicini allo stabilimento 3VSigma.


In seguito all’incendio che si è verificato ieri mattina alla 3VSigma di Porto Marghera si sono tenuti questo pomeriggio un tavolo tecnico di aggiornamento con i rappresentanti di Comune, Città metropolitana, Arpav e Ulss 3 “Serenissima” e un Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal Prefetto di Venezia, durante i quali sono stati resi noti i primi esiti delle analisi ambientali effettuate nelle ore immediatamente successive al rogo nel territorio comunale e nella giornata odierna.

Secondo il rapporto fornito dagli Enti competenti nelle aree urbane monitorate i valori dell’aria sono risultati tutti nella norma. In ogni caso in attesa degli esiti delle ulteriori verifiche, che saranno forniti da Arpav entro le prossime 72 ore, si rinnova in via precauzionale la raccomandazione alla cittadinanza di non raccogliere a scopo alimentare ortaggi o frutta nei territori della Municipalità di Marghera e Mestre Carpenedo.

Per quanto riguarda la gestione delle acque, nella notte successiva all’incendio si è provveduto allo spurgo della vasca di raccolta dello stabilimento in cui era confluita l’acqua utilizzata per spegnere il rogo: ciò ha contribuito ad impedire la fuoriuscita di reflui nel canale Canale Lusore Brentelle, collegato alla Darsena della Rana (dove erano già state posizionate nelle ore precedenti alcune panne antinquinamento) e al Canale industriale Ovest.


Sono stati effettuati nel frattempo campionamenti delle acque superficiali nei pressi del punto di scarico dello stabilimento interessato dall’incendio. Sempre in via prudenziale, in attesa dell’esito degli accertamenti, è stato quindi disposto il divieto di pesca nel Canale Lusore-Brentelle, Canale Industriale Ovest e Nord, Banchina Azoto fino al canale dei Petroli.

“Ringraziamo Arpav e Ulss 3 per il costante e proficuo lavoro di squadra a tutela della salute dei cittadini”, ha commentato il sindaco Luigi Brugnaro.

Appena disponibili informazioni aggiuntive, di concerto con le autorità sanitarie, si provvederà a fornire ogni ulteriore indicazione utile.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here