25.3 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Zaia in cerca di vaccini per i veneti. Trovati anche in Russia e Cina

HomeZaiaZaia in cerca di vaccini per i veneti. Trovati anche in Russia e Cina

Zaia in cerca di vaccini per i veneti. Tutto si potrà dire, ma non che la nostra Regione soffra di immobilismo.
Il tema del periodo sono i vaccini, la loro cronica carenza e le agguerrite sfide per accaparrarsi quelli disponibili.
Il governatore si sta muovendo su ogni fronte e ciò, come spesso accade, provoca anche critiche.
“Siamo senza vaccini, abbiamo persone disperate che ci telefonano perché vogliono essere vaccinate e

qualcuno dice che è una fuga in avanti? Non ho parole”.
Sono le parole di oggi del presidente del Veneto Luca Zaia riguardo ad alcune critiche che sono piovute sull’iniziativa del Veneto per l’acquisto autonomo dei vaccini.
“Mi sembra una roba allucinante – ha aggiunto -, abbiamo la colpa di esserci preoccupati di andare a trovare i vaccini per i veneti. Possiamo almeno dire che facciamo una scelta per il bene comune? Capisco chi sospetta che qualcuno si arricchisca con i vaccini, ovviamente verifichiamo, ma noi ci preoccupiamo del futuro della salute dei cittadini”.
E i risultati cominciano ad arrivare.
In Veneto sono arrivate altre tre proposte di acquisto di vaccini,

dopo le due che erano già giunte alla Direzione regionale Sanità.
Lo ha confermato oggi il presidente Zaia.
“Il dottor Flor (il dg della sanità regionale, ndr) sta andando avanti. Abbiamo l’obbligo di riservatezza, inutile illudere i cittadini finchè non abbiamo accertato tutto. Sarà perché abbiamo dato l’immagine di essere sempre in linea con le ultime novità. Ci propongono anche lo Sputnik e il vaccino cinese, ma finché non vengono approvati dall’Ema non si fa nulla. Flor ha voluto concretizzare con un’azienda per un accordo scritto, vedremo che contratto arriverà”, ha concluso.
“Questa ricerca – ha puntualizzato Zaia – la facciamo perché

qualcuno potrebbe dire che non abbiamo fatto abbastanza, quindi cerchiamo di capire se vale la pena o no”.
Tra i contatti con venditori, ha quindi rivelato, “c’è stato qualcuno che promette i vaccini a due-tre mesi, ma è un’era glaciale. Mi ricorda certe dinamiche come quelle dei tempi in cui si cercavano le mascherine”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.