pubblicità
pubblicità
11.6 C
Venezia
sabato 17 Aprile 2021
HomeZaiaZaia: "Acquisteremo Sputnik appena possibile"

Zaia: “Acquisteremo Sputnik appena possibile”

“Quando il vaccino Sputnik sarà autorizzato lo acquisteremo. Oggi ho appreso che le Regioni possono farlo direttamente”. Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, con riferimento alla lettura di una notizia di agenzia in cui si dava conto del ringraziamento rivolto dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, all’ambasciatore russo. “Trovo corretto – ha aggiunto Zaia – che una Regione possa comperare i vaccini. Non capisco perché – ha concluso – quando abbiamo informato chi di dovere sui nostri contatti con i produttori di Sputnik ci hanno risposto che stavamo trattando con gente poco seria”.

Il governatore del Veneto ha parlato oggi in occasione di una visita del padiglione della Fiera di Godega Sant’Urbano (Treviso) in cui l’azienda sanitaria Ulss n.2 di Treviso ha avviato da questa mattina la vaccinazione senza prenotazioni per i nati nella classe 1936.
“Il modello che vediamo sperimentato oggi funziona, sarà replicato per qualsiasi anno di nascita ed integrato da un portale per le prenotazioni che presenteremo a breve”. “Conoscendo la nostra capacità vaccinale ed il target di cittadini per mese di nascita di ciascuna classe – ha aggiunto – l’accesso diretto sarà esteso a tutte le altre coorti. E non soltanto la domenica – ha concluso Zaia – e senza escludere gli orari notturni”.

Intanto è continuata oggi a Pellestrina la campagna vaccinale dell’Ulss 3 Serenissima con gli over 80 , iniziata ieri con lo scopo di raggiungere i residenti delle isole più distanti. Ad essere coinvolte, tra ieri e oggi, sono state oltre 400 persone di Burano, Mazzorbo, Torcello e Pellestrina. “L’impegno dell’Ulss e il supporto del Comune e della Protezione civile – ha affermato l’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini,- sono volti a dare una risposta alle isole più distanti in termini geografici e in tempi di percorrenza dai centri vaccinali individuati. E’ uno sforzo significativo e doveroso perché crediamo che l’obiettivo di tutti sia quello di arrivare a fare più vaccini in minor tempo possibile, partendo dai soggetti più a rischio come gli anziani e le persone con particolari patologie. Naturalmente molto dipende da quanti vaccini arrivano dall’Europa alle aziende sanitarie.”.

» ti potrebbe interessare anche: “Zaia in cerca di vaccini per i veneti. Trovati anche in Russia e Cina

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
spot
sponsor