30.9 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

”Walter Zenga aveva un’amante a Padova, voleva che cambiassi cognome”: parla il figlio Nicolò

HomeGrande Fratello''Walter Zenga aveva un'amante a Padova, voleva che cambiassi cognome'': parla il figlio Nicolò

A Live - Non è la D'Urso il figlio Nicolò parla della vita privata di Walter Zenga.

Walter Zenga: non si placano le polemiche intorno all’ex portiere della Nazionale e al suo atteggiamento verso i figli. Al Grande Fratello VIP Andrea Zenga aveva detto che per lui “non c’è mai stato”: parole confermate a Domenica Live anche dal fratello Nicolò. E dopo che a difendere Walter fossero intervenuti sia la prima moglie Elvira Carfagna che il primo figlio Jacopo, a Live – Non è la D’Urso sono emerse altre rivelazioni.

Il libro di Nicolò Zenga sul rapporto con il padre

Barbara D’Urso si è messa in collegamento con due dei cinque figli di Walter Zenga: Jacopo, figlio della prima moglie Elvira Carfagna, e Nicolò, nato dal secondo matrimonio con Roberta Termali e fratello di Andrea. A esordire è stato il primo, premettendo di non essere mai andato d’accordo con papà perché caratterialmente diversi. “Mio padre – ha aggiunto – ha detto che la mamma di Nicolò e Andrea potrebbe aver raccontato cose errate a loro due per mettere il rapporto su una piega sbagliata”. Ma ecco lo scoop: Nicolò Zenga starebbe preparando un libro incentrato su papà. “Noi siamo in possesso dell’introduzione – ha detto la D’Urso – di questo libro che non è ancora stato fatto. Tu, Jacopo, sapevi di questo libro?”. “No” ha risposto il fratellastro.

“Walter Zenga aveva un’amante a Padova”

“L’introduzione è abbastanza lunga – ha continuato la conduttrice – sono quattro pagine” ed è passata alla lettura di qualche stralcio. Ecco il primo: “Fin da piccolo mio padre mi ha sempre trattato come fossi un peso, quasi come se gli dessi fastidio. Uno dei primi ricordi che ho risale a quando con mia madre e mio fratello ci eravamo stabiliti vicino a Como. All’epoca lui giocava a Padova, diceva che la vita di città era troppo stressante. Ma solo successivamente abbiamo scoperto che lui a Padova aveva un’amante con la quale viveva in pianta stabile. Quando tornava dopo la partita io non vedevo l’ora di abbracciarlo, ma per lui era più importante leggere la Gazzetta in pace”.

“Walter Zenga voleva che cambiassi cognome”

Barbara D’Urso ha quindi proseguito la lettura. “Mi è mancato il coraggio di dirgli quanto mi facesse soffrire vedere che in realtà lui a fare il padre era capace, semplicemente non aveva voluto farlo con noi. E così un pomeriggio mi sono messo a scrivere, gli ho detto quanto ho sofferto la sua assenza. Purtroppo la sua risposta è stata pesante: mi ha detto che io non ero nessuno per poter giudicare la sua vita, che non potevo permettermi di criticarlo, che adesso lui aveva questa nuova famiglia ed era giusto che pensasse solo a loro, concludendo che per noi lui non esisteva più. Addirittura domandandomi se avessi mai pensato di cambiare cognome“.

Jacopo Zenga ha dichiarato di conservare ancora la mail del padre, ma di non averla portata in studio per non puntare il dito contro nessuno. “Io e Andrea siamo ragazzi comunque cresciuti bene grazie ad altre persone – ha concluso – questa mail non l’avrei voluta fatta uscire, però esiste ed è una cosa che comunque ti segna”.
Barbara D’Urso gli ha fatto presente che Walter Zenga “da Dubai sente e poi reagisce a modo suo”, anticipando di fatto la sua presenza alla puntata del Grande Fratello VIP di venerdì. Ci sarà?

Marie Jolie

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.