6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Homemorte improvvisaMalore fatale: a Cà savio morto 41enne
la notizia dopo la pubblicità

continua a leggere dopo la pubblicità

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio.
Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso.
Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua abitazione.
Il malore, senza segni premonitori precedenti, è avvenuto attorno alle 22.30.
Vittorio Gersich stava camminando per strada, probabilmente per rientrare.
La scena è stata vista da alcuni ragazzi che hanno immediatamente chiamato i soccorsi.
In poco tempo la Croce Verde è arrivata sul posto ma tutti i tentativi di rianimare l’uomo sono stati inutili.
Alla fine, purtroppo, non è restato altro che dichiarare il decesso con i carabinieri che raccoglievano rilievi e testimonianze.
Vittorio Gersich era originario del Lido di Venezia. Da circa una decina d’anni si era trasferito a Cà Savio.
La notizia si è diffusa in un attimo nell’intera comunità dove il 41enne era conosciuto e benvoluto.

E’ un periodo sfortunato per il territorio che ha visto purtroppo alcuni eventi infausti nel giro di poco tempo.
Molto toccante era stato infatti il decesso per strada, improvviso e fulminante, del 47enne, avvenuto il 23 settembre, mentre si trovava seduto sulla sua bicicletta a fianco della fidanzata, proprio a Cà Savio.
Solo alcuni giorni dopo è stata purtroppo la volta della scomparsa improvvisa del turista ospite di un camping, mentre una decina di giorni fa il territorio ha pianto la scomparsa di un noto ristoratore.

» leggi anche: “Malore a Chioggia, muore a 44 anni
» leggi anche: “Donna trovata morta in camerino al Decathlon di Padova: malore mentre prova vestiti

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Anche questo è un caso che una volta non si sapeva perché non esistevano i social? Chiedo per tanta gente che ancora non ha capito che i vaccini hanno bisogno di 10 anni di sperimentazione come è sempre stato e non di 3 come vogliono imporre per questo. A chi non crede ad Albert Sabin che ci ha “regalato” un vaccino salvando i bambini dalla polio. Ha lasciato detto che” non ha senso vaccinare contro i virus mutanti, perché si stimola la mutazione”. È quello che sta’ accadendo in Gran Bretagna-Israele-USA. Ora la democrazia si dimostra accettando ogni opinione perché opinabile. I VACCINI sperimentali Covid 19 sperimentati su un VIRUS ARTIFICIALE si stanno testando sulla pelle della gente messa al muro piena di paura di perdere tutto. Paura che ha scatenato ODIO ACCANITO verso chi non condivide questi vaccini, IL VACCINO SE È SICURO DEVE ESSERE UNO SOLO non 4. Altre sperimentazioni si stanno facendo che per mia convinzione non porteranno a nulla. Se il governo italiano vuole salvare il suo popolo, deve consentire che le medicine in uso da 30 e più anni, per curarlo, diventino mutuabili, cioè prescrivibili ed applicate negli ospedali e deve imporre ai medici di base di fare visite domiciliari sollevando in tempo gli ospedali a cui sono stati tolti i letti. Richiedere la visita domiciliare era difficile prima e quasi impossibile ora. I NUMERI TELEFONICI SONO SEMPRE OCCUPATI, in Venezia con pochi abitanti? Basta pediatri che curano con SMS e non accettano neanche le telefonate. PRESIDENTE LUCA ZAIA e ASSESSORE MANUELA LANZARIN qui dovete intervenire Basta con i Medici di Base scribacchini che per una visita ambulatoriale aspetti un mese, altro che Pronto Soccorso pieni
    abbiamo, hanno uno stipendio più alto di un medico ospedaliero e meno responsabilità con tempo inferiore distribuito in 4 giornate. NON È UNA VERGOGNA DI STATO QUESTA? O è tutto preventivato per toglierci anche questo “SERVIZIO”. I numeri telefonici sono sempre occupati. Questa non è la DEMOCRAZIA dello STATO ITALIANO e di Facebook che se apri una pagina a pagamento puoi incitare odio e peggio, se invece io posto lo stesso post, senza avere ne colpa ne pena vengo bloccata perché incito all’odio. Mah! Non è democrazia quella della SINISTRA che pretende di avere sempre ragione e la gente credendo sia davvero “LA SINISTRA” la segue ciecamente. Finiamola la politica non esiste più se mai sia esistita. Finiamola con la spettacolarizzazione di questa emergenza sociale. Non è democrazia che i sindacati invece di difendere i lavoratori INVITINO A VACCINARSI per cedere al ricatto di uno STATO che predica bene e razzola male, che non guarda alle CONTRADDIZIONI delle leggi e DPCM che emette. Il popolo delle generazioni passate con poca o niente scolarizzazione era più intelligente, ha costruito l’Italia che i cravattari laureati hanno distrutto. Sapete cosa avevano? OGNUNO AVEVA LA PROPRIA IDENTITÀ, quella che il mondo dell’informazione e della manipolazione mentale ha tolto. Io non accetto questo vaccino e non accetto l’odio imperante manipolato contro chi la pensa come me. È dichiarato essere un VIRUS ARTIFICIALE da premi Nobel che adesso vengono scherniti dalla massa. La politica che non esiste la finisca di intromettersi in cose in cui non dovrebbe nemmeno entrare solo perché non ha più nulla da dire. l’Italia è uno STATO FINITO dalla mancanza di lavoro. Lavoro che ci è stato tolto, facendo entrare l’industria straniera che ora toglie le basi e facendo emigrare all’estero quella italiana. Dov’erano i sindacati? Qui è meglio che non mi pronunci. Viva la legge Biagi, ha dato tanto agli italiani . Ora democraticamente se credete di pubblicare questa mia, altrimenti, pazienza. Grazie! mi firmo con il nome vero, non mi nascondo. Nascondersi non è leale

    • Virus artificiale, ce ne deve essere uno solo, fine della democrazia… ecco un’ altra vittima delle scellerate notizie che girano sui social. Inviterei a dare un’occhiata veramente a cosa succede all’estero, per interpretare meglio cosa accade da noi. Pee esempio l’India, che in una situazione di impossibilita’ di distanziamento sociale riesce ad abbattere la curva dei contagi da mezzo milione al giorno a una decina di migliaia a suon di dosi del temutissimo Astra Zeneca? Puo’ far pensare a una realta’ diversa da quella che ci raccontano gli amici su telegram? In caso di dubbi, grazie all’attuale situazione, l’India ha riaperto anche ai turisti e le ambasciate han ripreso a dare i visti.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...