4.3 C
Venezia
domenica 24 Gennaio 2021

VIRUS, VIRI di Claudia Marin [concorso letterario]

Home Mondo VIRUS, VIRI di Claudia Marin
sponsor

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”

sponsor

15 aprile 2020. L’appuntamento fisso da ormai settimane è alle 18 ore italiane, 17 ore inglesi. Accendo il computer e vado alla sezione notizie; ecco il bollettino del giorno, ecco quante anime ha preso il fantomatico virus. “Corona”, “Covìd”, “Còvid”, “el virus”, “Covid-19”: abbiamo tutti deciso il suo soprannome preferito, inconsciamente eccitati della tragedia, come fosse un medical drama, alla ricerca della sensazione in mezzo a questa vita rafferma. È bastato un piccolo organismo a farci dimenticare degli altri, a chiudere frontiere e riversare nel mare tutta la plastica che a fatica stavamo rimuovendo. I cavallucci marini abbandonano i cotton-fioc per le mascherine ffp3, ma almeno lo smog è sparito. È bastato un piccolo organismo a farci diventare agnelli indifesi, automi senza capacità critica messi a tacere da una mascherina made in China. Dopo La7, arriva il momento di BBC One.

commercial

Ho l’occasione di osservare da vicino come due nazioni, Italia e Inghilterra, stiano affrontando l’emergenza. Ho l’occasione di avere uno sguardo esterno per entrambe, di vedere falsità e contraddizioni. Il Veneto che litiga con il governo centrale, la Scozia che come sempre fa i capricci. Tutto mondo è paese, ma paese che vai, usanze che trovi. Il motto “Andrà tutto bene” qui in Inghilterra è “Thank you NHS”: l’ottimismo lascia il posto alla gratitudine nei confronti del personale negli ospedali. Ma anche la politeness inglese ha le sue ombre. Passo le giornate a studiare con una costante rabbia. L’università è stata chiusa, i corsi online si rivelano fallimentari: mi immergo nelle parole di libri e nelle attese di lievitazione del pane, a consolarmi.

Più i giorni passano, più tutto sembra cadere verso una falsità degna di questo secolo: i motti esausti diventano hashtag su Instagram, ci si rende conto che il mondo non andrebbe avanti senza spazzini e agricoltori, e con senso di colpa si aggiunge “Thank you NHS and key workers” sui cartelloni e sugli striscioni. I numeri diventano cifre senza senso da ascoltare la sera seduti in divano, con un poggiapiedi fatto di pacchi di carta igienica – ne abbiamo comprati tanti, non si sa mai. Il mondo virtuale diventa sempre più il sostituto del reale. Arcobaleni riempiono la bacheca Facebook, ma non si può uscire per vederne uno vero. I leoni da tastiera danno il meglio di sé postando su internet foto di anziani che rompono la quarantena andando in spiaggia alle sei del mattino, mentre le influencer e le ragazzine si fotografano in reggiseno sullo specchio del bagno, #iorestoacasa. Il politically correct non permette una lucida analisi della realtà e i governi vanno avanti con la dittatura d’eccezione. Conferenze stampa di medici in disaccordo con la linea politica vengono censurate su Youtube: inizia la lotta per fermare il virus, inizia la lotta per la libertà di pensiero, uccisa anche questa dal Corona.

Il mondo privato entra in televisione: giornalisti su Skype mostrano le loro librerie, i loro salotti. Ci siamo stufati di ascoltare, veniamo distratti dalle loro case. È più divertente osservare lo sfondo: “Quello lo ha comprato da Ikea”, “Ce l’ho anche io quell’edizione”, “Ecco, così vorrei la cucina”. E nel mentre, ordiniamo quel che ci serve su Amazon.

Piano piano, tutto torna alla “nuova normalità”, espressione spompata e ormai stantia coniata da Bill Gates, eccitato anche lui dalla tragedia, dalla corsa al vaccino. La nuova normalità fatta di restrizioni e normative, perché sotto sotto non si ha fiducia nel “buonsenso degli italiani”. Nuova normalità: mascherine, kit usa e getta, distanziamento sociale. All’improvviso l’erre con zero diventa meno importante dell’economia, e i due metri diventano uno.

L’Inghilterra è circa tre settimane indietro rispetto all’Italia: mi sembra di essere una veggente e sento l’eccitazione di avere il controllo degli eventi. Il futuro diventa passato. Incontro al supermercato una signora svizzera, mia vicina di casa in terra straniera: con il suo accento marcato e a un metro di distanza, mi racconta che non ha paura del virus, perché la guerra e la povertà erano peggio, e lei con la mascherina proprio non riesce a respirare, e poi, se arriverà il suo momento, la sua lunga vita l’ha fatta, e potrà riabbracciare suo marito, lassù. Mi racconta che un’amica è morta d’infarto qualche settimana prima, da sola, in una stanza in una casa di riposo, bardata di plastica come fosse un petto di pollo sul banco frigo. E con una lacrima sulla guancia mi saluta e se ne va, augurandomi buon viaggio per il mio ritorno in Italia.

Prendo il primo volo disponibile a luglio. Abbraccio mia madre e mio padre dopo sei mesi – il virus non è così importante ora. Provo ancora una costante rabbia nei confronti di questa nuova realtà, fatta di termini inglesi incompresi e litigate su Facebook. Gli occhi sono puntati su Brasile e Stati Uniti ora, ma nessuno si chiede come mai Svezia o Giappone stiano meglio, nonostante le misure meno restrittive. I piccoli negozi sono costretti a chiudere definitivamente, le grandi catene di supermercati sono più forti che mani. La discussione su mascherine egoiste e generose si perde nella scelta della fantasia: meglio la bandiera italiana di Salvini o l’eleganza del nero di Conte? L’estate sta arrivando, meglio un bel tessuto afro. Si iniziano a scoprire le frodi degli ospedali, le truffe. Ma andrà tutto bene.

Ora riesco a vedere dall’interno tutte le contraddizioni: a quanto pare il virus si propaga più facilmente tra i libri in biblioteca che in una discoteca. La ricerca si blocca ma il reggaetón continua. L’amarezza si fa spazio nel mio cuore. Sotto la mascherina, non sorrido. E mentre alla radio passa il nuovo tormentone estivo, mi chiedo quando l’uomo la smetterà di avere paura di sé stesso.

 

— 0 —

 
» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...
commercial

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...
sponsor

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...
commercial

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Pfizer: “Incidenti in linea con previsioni”

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Di più: la definizione testuale dice: "La Norvegia registra 23 morti 'legate alla vaccinazione' ". L'agenzia del...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.