mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Venezia, continua il progetto #Riscrivereilfuturo della città d’acqua: “Non solo turismo”

HomeVeneziaVenezia, continua il progetto #Riscrivereilfuturo della città d'acqua: "Non solo turismo"

I problemi di Venezia: il prof. Mozzato ha scritto all'Unesco ma non ha ricevuto risposta
Venezia, continua il progetto #Riscrivereilfuturo della città d’acqua e la linea comune è che “La città non può vivere di solo turismo” come accaduto fino ad oggi.

Prosegue il dibattito aperto a cui “Venezia da Vivere” e “Associazione Piazza San Marco” hanno dato vita sul futuro di Venezia sulle scelte di oggi. La città è vuota a causa dell’emergenza sanitaria da coronavirus e in questo frangente si è aperta la riflessione sugli scenari futuri e sulle azioni da intraprendere da parte delle istituzioni.

Hanno partecipato al dibattito Luca Massimo Barbero, direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini; Francesca Barbini, della delegazione Fai di Venezia; Gianpaolo Scarante, presidente dell’Ateneo Veneto; Lorenza Lain dell’Hotel Ca’ Sagredo e l’Associazione Veneziana Albergatori (Ava); Alberto Olivetti dell’Hotel Dragomanni e Presidente Consorzio Concave.

Tutti indicano come strada la creazione di economie alternative a quella turistica, incentivi per la residenzialità, nuove visioni da quelli che verranno e rafforzamento delle competenze tecniche della classe politica.

Grande partecipazione anche da parte della cittadinanza alla quale è stato rivolta la domanda “Come vuoi #RiscrivereilFuturo di Venezia?” attraverso i social network: decine di suggerimenti sulla Venezia che i cittadini si augurano di vivere nel prossimo futuro. Tutti questi suggerimenti verranno raggruppati in una speciale infografica alla fine del progetto.

Luca Massimo Barbero: “Dobbiamo ripopolare Venezia, è ormai da decenni che se ne parla. Non possiamo essere semplicemente dei custodi della città, la si deve far ritornare come era in origine: un luogo dove vivere e lavorare e non solo nel campo turistico”.

Francesca Barbini: “Venezia lenta e bellissima può offrire, e al contempo chiedere idee e visioni a coloro che verranno. Penso che questa sia l’unica chiave per il futuro”.

Lorenza Lain: “Rafforzamento dell’’assessorato al turismo e alla cultura, assessorato che deve avere una ampia capacità di rapportarsi con istituzioni locali, regionali e nazionali, e dialogare con key players internazionali”.

Gianpaolo Scarante: “Mi piace immaginarlo legato alla creatività e all’immateriale, a tutti quei mondi produttivi che viaggeranno sulle nuove reti di comunicazione”.

Alberto Olivetti: “Ci si deve rendere conto che il turismo deve convivere con la città e i suoi cittadini. Il tessuto economico non può e non deve dipendere da un unico settore. Si deve diversificare in più settori ma sempre partendo dal presupposto della sostenibilità economico-sociale”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Venezia e la crisi del turismo: una guerra a colpi di ribassi

Venezia, la crisi del turismo, ovvero: hotel a “tre stelle” per 23 euro. Chi pensava che il turismo a Venezia avesse già toccato il fondo sarà costretto a ricredersi. La drastica diminuzione degli arrivi unita alla saturazione del mercato ricettivo hanno...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

“La Venezia svenduta: uno, dieci, cento bar, bnb, uno attaccato all’altro…”. Lettere

In risposta alla lettera: “Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Rispondo alla Veneziana Doc. Non sono il Frank che ha risposto a Luca. Però devo dirti che hai ragione. Ho 75 anni...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...