1.8 C
Venezia
lunedì 25 Gennaio 2021

Venezia, 3 donne hanno chiesto aiuto al Centro antiviolenza del Comune

Home Violenza contro le donne Venezia, 3 donne hanno chiesto aiuto al Centro antiviolenza del Comune
sponsor

15enne di Pordenone ricattata da senegalese: sesso o soldi o pubblico tuo video
Venezia, 3 donne hanno chiesto aiuto al Centro antiviolenza del Comune negli ultimi 20 giorni.

sponsor

Nessun calo di richieste d’aiuto con l’emergenza sanitaria, anzi, la permanenza in casa di questo periodo può acuire problemi di questo tipo. L’attività del Centro del Comune di Venezia non si ferma in questi giorni, anzi, l’impegno aumenta in considerazione del fatto che l’impossibilità di uscire dalla propria abitazione potenzialmente può peggiorare contrasti o situazioni di difficoltà domestica per le donne.

commercial

I numeri, infatti, non mostrano una flessione di richieste di assistenza in queste settimane: dal 10 marzo sono state 3 le donne che infatti si sono rivolte al Centro.

Dall’inizio dell’anno, fino al 6 marzo, sono state 32 le donne che si sono rivolte al Centro per un primo colloquio, mentre sono state 46 le donne con cui si sono svolti colloqui di approfondimento, il cui numero in questi giorni è raddoppiato anche grazie a videochiamate.

Sono 37 invece le donne proseguono il percorso di assistenza, accolte anche in case rifugio o in strutture esterne: le situazioni più delicate sono monitorate più volte a settimane, specie in questo periodo.

Chi si trovasse in difficoltà può contattare il numero unico del Centro 0412744222: all’altro capo del telefono troverà operatrici opportunamente formate del Comune e della Cooperativa La Esse che gestiscono segnalazioni e richieste di aiuto. Psicologhe, assistenti sociali, educatrici professionali lavorano tutte in modalità smart working in questo periodo, ma nelle situazioni in cui si rendesse necessaria la presenza fisica intervengono “di persona” con le dovute precauzioni.

E’ in funzione 24 ore su 24 anche una segreteria telefonica per raccogliere segnalazioni giorno e notte. L’accesso alla struttura durante l’emergenza Coronavirus avverrà solo previo appuntamento telefonico (attraverso il numero unico) o via mail.

“E’ un servizio fondamentale per la città e il mio plauso non può che andare a tutte quelle persone che in queste ore si stanno dando da fare per aiutare le nostre concittadine – commentano la vicesindaco Luciana Colle e l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini – Dall’inizio dell’anno fino al 6 marzo sono state 32 le donne che si sono rivolte al Centro per un primo colloquio, mentre sono state 46 le donne con cui si sono organizzati colloqui di approfondimento, il cui numero in questi giorni è raddoppiato anche grazie a videochiamate e tecnologie apposite”.

“Si informa a tutto tondo sull’emergenza Covid-19, si fornisce supporto psicologico e alla genitorialità, si mantengono i rapporti con avvocati e servizi sociali – continuano – Senza dimenticarci dei minori ospiti delle case rifugio, che hanno bisogno di aiuto per l’attività didattica online e per le apparecchiature informatiche necessarie”.

Sono 37 le donne che stanno continuando il loro percorso, accolte anche in case rifugio o in strutture esterne ad hoc: le situazioni più delicate vengono monitorate più volte a settimane, specie in questo periodo. “Un’assistenza su tutti i fronti – sottolineano Colle e Venturini – sono quindici per esempio le donne che hanno richiesto da inizio anno consulenza legale e tredici quelle che a marzo sono state inserite in percorsi mirati di orientamento professionale e supporto nella ricerca attiva di lavoro. La tecnologia ci sta supportando. Da inizio emergenza infatti ulteriori 6 donne hanno intrapreso con le operatrici un percorso di supporto psicologico”.

Le donne ospitate nelle case rifugio, protagoniste di situazioni non facili, sono state rifornite di mascherine e vengono seguite in stretto contatto con i Servizi sociali del Comune. “Voglio ringraziare tutti gli operatori che in questi giorni stanno continuando ad aiutare le persone fragili della nostra Città – concludono – La nostra è una comunità che non lascia indietro nessuno. L’impegno dell’Amministrazione è massimo in questo difficile momento”.

Come contattare il Centro Antiviolenza:
via telefono – Numero Unico del Centro Antiviolenza 0412744222. E’ sempre in funzione una segreteria telefonica, attiva 24 ore su 24, al numero 0412744222.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...
commercial

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...
sponsor

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...
commercial

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.