Venezia, migranti ‘guidano’ visitatori attraverso le mostre di Palazzo Grassi

ultima modifica: 24/10/2019 ore 10:14

980

A Venezia un gruppo di nove rifugiati politici e richiedenti asilo della città metropolitana accompagnerà i visitatori attraverso le mostre di Palazzo Grassi.

I migranti sono quelli che hanno partecipato e vinto il bando indetto da Palazzo Grassi per passare un periodo di formazione come mediatori culturali.

I nuovi mediatori culturali terranno sabato le loro speciali visite guidate pensate per il pubblico.

Ogni straniero ha sviluppato un racconto particolare, anche basato sulla propria esperienza di migrazione, relativamente a un’opera in mostra nell’ambito dell’esposizione “La Pelle – Luc Tuymans”.

Il gruppo, che ha partecipato al progetto di mediazione culturale ‘Altri Sguardi’, è composto da uomini e donne tra i 19 e i 45 anni di origini e storie diverse: Patricia e Mirabel dalla Nigeria, Kaba dalla Costa d’Avorio, Asse dal Senegal, Joseph e Shahd dalla Siria, Souleymane dalla Guinea, Mohammed Baquer dall’Afghanistan e Amar dal Pakistan.

Hanno lavorato fianco a fianco con i servizi educativi e l’ufficio mostre di Palazzo Grassi allo scopo di acquisire competenze nell’ambito della mediazione culturale e dello story-telling.

(foto di archivio)

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ nuovo virus cinese 'Coronavirus' ceppo della Sars: ultimi aggiornamenti
➔ "Bomba Day" a Marghera: evacuazione domenica 2 febbraio per migliaia di cittadini. Tutte le informazioni

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here