Venezia, affitti impossibili. Gruppo25aprile: “7 nuovi posti letto turistici al giorno”. Incontro venerdì 20

ultimo aggiornamento: 20/09/2019 ore 13:28

1659

Venezia, affitti impossibili. Gruppo25aprile: "7 nuovi posti letto turistici al giorno". Incontro venerdì 20

Cercare una casa in affitto, a Venezia, è diventata un’impresa quasi impossibile. Su questo quadro di criticità, da tutti riconosciuto, si innestano due nuove Leggi regionali che stanno entrando in fase applicativa: la n° 23 del 19 giugno 2019, recante “Disposizioni in materia di ricettività turistica”, il cui impatto potrebbe mitigare quello (devastante) della precedente Legge regionale del 2013, e la n° 39 del 3 novembre 2017 in materia di edilizia residenziale pubblica, con il successivo regolamento n° 4 del 10 agosto 2018, su cui è attualmente aperto un tavolo tecnico per evitare sfratti di massa.

Venerdi 20 settembre alle ore 18 ne parleremo con: Alice Corona e Patrizia Veclani (OCIO, Osservatorio Civico sulla casa), Lorenzo Dorigo e Marco Gasparinetti (Gruppo 25aprile). La scoletta di San Giovanni in Bragora si trova di fianco all’omonima chiesa, al civico 3811B del sestiere di Castello (fermata Arsenale, per chi si muove in vaporetto).

L’incremento di posti letto ad uso turistico a Venezia (alberghieri ed extra-alberghieri) in questi 10 mesi è stato quindi pari a 2.366 con punte massime a San Marco, San Polo e Dorsoduro e un sorprendente (per quanto isolato) segno “meno” a Castello. In termini percentuali, l’incremento più rilevante riguarda invece il sestiere di San Polo (+ 15,83%) seguito dalla Giudecca (+ 13,14%).

L’incremento medio è pari a 7,73 unità al giorno (!!!) e nel sestiere di San Marco ci sono ormai 2,5 posti letto ad uso turistico per ogni residente, mentre San Polo, Santa Croce e Dorsoduro ai ritmi attuali si avviano ad una situazione di 1/1. Resistono Cannaregio e Castello dove il rapporto è di 1.5 residenti per ogni turista pernottante.

Dal conto sono esclusi i turisti pernottanti a Mestre e quelli alloggiati sulle navi da crociera, che comunque accentuano la pressione turistica sui sestieri con picchi stagionali ormai insostenibili, aggiungendosi agli altri escursionisti che arrivano con tutti i mezzi (treni e lancioni gran turismo in particolare) di cui nessuno conosce con esattezza il numero, nonostante le ripetute promesse di “contaturisti” ed i fondi a suo tempo stanziati dal governo per contarli (“patto per Venezia”, 10 milioni di euro).

Il Gruppo25aprile

(Fonte di dati citati : Elaborazione del Gruppo25aprile basata sui dati dell’anagrafe comunale e del geoportale comunale delle locazioni turistiche: http://geoportale.comune.venezia.it/Html5Viewer/index.html?viewer=IDS.IDS&LOCALE=IT-it )

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here