-0.3 C
Venezia
giovedì 28 Gennaio 2021

UNA LETTRICE IN QUARANTENA di Olivia Di Mare

Home Concorso Letterario La Voce di Venezia UNA LETTRICE IN QUARANTENA di Olivia Di Mare
sponsor

Il Tg delle 13.30 volgeva al termine, di lì a poco sarebbero iniziati i vari talk-show pomeridiani sulla drammatica situazione pandemica che stava affliggendo l’intero pianeta. Da due mesi ormai non si parlava d’altro. Tutto era così assurdo, incomprensibile e nessuno si capacitava veramente di quanto stesse accadendo.
Ad un tratto si sentì il “crepitio” del caffè nella moka. Flora spense il televisore e se ne andò in cucina, prese una tazzina e versò il caffè caldo. Mentre lo sorseggiava si avvicinò alla vetrata, che dal salotto portava al patio esterno, pensò: “Quanto amo questo giardino, è il mio rifugio, il mio angolo di pace.” Si spostò verso lo scrittoio e prese I Fiori Blu di Raymond Queneau, il romanzo che aveva iniziato qualche giorno prima.
Amava leggere, ma non era una lettrice vorace e insaziabile. Ciò che le interessava era perdersi tra le pagine nell’autentica bellezza della narrativa. Da circa un anno partecipava con regolarità al gruppo di lettura della biblioteca per il puro piacere della condivisione letteraria e per la compagnia dei partecipanti, sempre così stravaganti e ironici. Quanto le mancava quell’appuntamento mensile! Quanto le mancavano quegli amici e… soprattutto quanto le mancava Vittorio! Lo aveva conosciuto in una piccola libreria specializzata in libri usati, più precisamente davanti allo scaffale dei grandi classici, di cui lui era un gran conoscitore ed estimatore. Da subito le aveva parlato del Club dei Lettori Solitari che lui stesso aveva fondato e lei si era lasciata conquistare dalle sue parole, da quella voce suadente, dalla teatralità̀ del suo portamento, insomma dallo charme che emanava.

sponsor

Due settimane dopo andò al suo primo incontro con il gruppo di lettura. Fu subito amore! Amore nei confronti dei libri, dei nuovi compagni di avventura e di Vittorio… anche se di quest’ultimo non lo voleva ammettere.
Mentre tutti questi pensieri affollavano la sua mente, uscì in giardino. Il termometro segnava 25°. Per essere il 29 aprile faceva un gran caldo. Le rose antiche, Chapeau De Napoleon, nel piccolo angolo fiorito erano completamente sbocciate. Talmente belle che sembravano dipinte, attraevano le api cariche di vita. Flora si sdraiò sul lettino sotto l’ombrellone e s’immerse in quella lettura visionaria e onirica, un po’ come lei.
Fuori le strade erano completamente deserte, non si sentiva alcun rumore, si percepiva nell’aria un non so che di autentico, una sorta di ritorno alle origini. La natura, stanca delle continue malefatte degli uomini, si era riappropriata dei suoi spazi. Sembrava quasi che qualcuno avesse di colpo gridato: “Stop! Basta! Fermatevi! Dove state andando? Dove volete arrivare?” Dopo aver udito queste parole il mondo intero pareva essersi fermato.
All’improvviso si sentì: DLIN DLON… e ancora DLIN DON… Il campanello di casa la fece sobbalzare. Flora, confusa tra sogno e realtà, s’alzò in piedi con quella sua lunga chioma riccia completamente scompigliata e corse a rispondere al citofono:

commercial

“Chi è?”
“Signora Flora Barbieri?”
“Si, sono io.”
“Sono il corriere. Ho una consegna per lei.”
“Mi dia un minuto per favore.”
Flora s’infilò un paio di scarpe e uscì. Vide il corriere appoggiato al cancello che l’aspettava.
“Indossi la mascherina!” gridò il corriere.
“Ah già la mascherina! Ma dove l’avrò messa? La mia solita sbadataggine!” pensò Flora.
Rientrò in casa e rovistò un po’ dappertutto. Finalmente la trovò. Uscì dopo essersi coperta naso e bocca con una mascherina di tessuto ricamata a mano, con una scritta in rilievo “Viva la Vida”.
“Signora, non ho tutto il pomeriggio. Devo lavorare io!” disse l’uomo.
“Si, scusi. Arrivo.” ribatté Flora.
“Ecco, questo è per lei. Una firma qui.” disse tutto scocciato.
“Grazie.” rispose lei sorridente.

Il corriere se ne andò senza nemmeno salutare e Flora rimase lì impalata, ancora persa tra i suoi pensieri, ma con il suo enorme pacco pieno zeppo di nuovi libri, provviste per l’anima ai tempi del coronavirus.

 

— 0 —

 
» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...
sponsor

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l'esame di scuola guida senza la fatica di imparare. Dopo il nigeriano...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...
commercial

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.