7.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Trovati altri soldi nascosti, Corona arrestato 2 volte da due giudici diversi

HomeNotizie NazionaliTrovati altri soldi nascosti, Corona arrestato 2 volte da due giudici diversi
la notizia dopo la pubblicità

Trovati altri soldi nascosti, Corona arrestato 2 volte da due giudici diversi

E’ stato di nuovo arrestato Fabrizio Corona, l’ex re dei paparazzi in affidamento in prova ai servizi sociali, con una vita ‘spericolata’ e che, nei confronti della giustizia, ha sempre manifestato “spregio e non curanza”.

Proprio qualche settimana fa era riuscito ad evitare di ritornare in cella per via di un calcolo a lui favorevole sul cumulo pena, ma lunedì all’ora di pranzo, mentre si trovava a casa della madre, sono venuti a prenderlo gli uomini della squadra mobile di Milano su ordine del gip Paolo Guidi. E dopo qualche ora trascorsa in questura è stato portato a San Vittore.

Questa volta, oltre a Corona, è finita a san Vittore anche una delle sue fedelissime, Francesca Persi, amministratrice formale dell’Atena, la società di promozione e organizzazione eventi in cui lui risultava collaboratore con stipendio mensile, e che è il fulcro della nuova inchiesta, questa volta della Dda milanese.

A chiedere il carcere per i due sono stati il procuratore aggiunto Ilda Boccassini e il pm Paolo Storari nell’ambito di un’indagine nella quale è stata contestata l’ipotesi di intestazione fittizia di beni e solo per l’ex agente fotografico l’aggravante di aver commesso il reato durante l’affidamento in prova ai servizi sociali.

Indagine nata da un procedimento in cui l’ex fotografo pareva fosse vittima, dopo l’esplosione di un ordigno rudimentale davanti a casa sua, di una tentata estorsione – come lui stesso aveva denunciato da parte di calabresi -, e che poi gli si è ritorta contro: il suo telefono sotto intercettazione (essendo lui allora parte lesa) ha rivelato dialoghi su un “qualcosa di importante” nascosto in casa della Persi a cui lui “teneva particolarmente”.

Così lo scorso settembre una perquisizione ha portato a scoprire 1,7 milioni di euro, suddivisi in 15 plichi e occultati nel controsoffito dell’abitazione della donna, denaro oggetto di un provvedimento di sequestro emesso venerdì scorso dalla sezione misure di prevenzione in cui, in linea con procura e gip, si ipotizza sia in gran parte il frutto dei compensi in “nero” dell’attività dell’Atena.

Ingenti disponibilità finanziarie che l’ex fotografo avrebbe attribuito alla Persi e su cui l’altro giorno la sua difesa aveva puntualizzato: “è ancora in tempo per pagare le tasse e lo farà”.

Ma accanto a questo “tesoretto”, come scrive il giudice, Corona avrebbe anche aperto un conto presso una filiale della Btv-bank a Innsbruck, in Austria, su cui si calcola siano stati depositati tra il milione e il milione e mezzo cash attraverso una “attività di spallonaggio” compiuta dalla Persi: il 3, il 10 e l’11 agosto scorsi, con un “borsone” pieno di decine di migliaia di euro dentro buste bianche – ha raccontato una testimone – si sarebbe recata con la sua auto oltreconfine.

Corona – che oggi si è a che visto sospendere l’affidamento in prova ai servizi sociali, ottenuto dal giudice della sorveglianza milanese Giovanna Di Rosa nel giugno 2015 per i reati di estorsione, tentata estorsione, corruzione e bancarotta – secondo il gip è incapace “di astenersi dal commettere reati e di conformarsi ad un corretto e ordinato vivere sociale”. E, annota sempre il giudice, uscito dalla comunità di Don Mazzi un anno fa “si è subito dedicato a svolgere di fatto attività economica (vendendo la propria ‘immagine’ e la propria presenza ad eventi e locali) con lo schermo di una srl intestata ai suoi familiari”, e cioè madre e fratello.

Per questo i pm Boccassini e Storari gli hanno contestato anche l’articolo 105 del codice penale, ossia la “professionalità nel reato”, dato che il suo profilo è quello di un “delinquente professionale” perché vive “abitualmente” dei proventi dei reati che in questi mesi avrebbe continuato a commettere.

Redazione

11/10/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...