Serena Vitale vince la quinta edizione del Premio "Benno Geiger"

Serena Vitale vince la V edizione del Premio “Benno Geiger” per la traduzione poetica con l’opera “Quasi leggera morte” del russo Osip Mandel’štam (Adelphi). Ad Andrea Franzoni va il premio come giovane traduttore per “After Lorca” di Jack Spicer (Gwynplaine/Argo)

Sono dunque Serena Vitale e Andrea Franzoni i traduttori che il 5 dicembre 2018 alle ore 17.30 riceveranno, nel corso di una cerimonia, il Premio per la traduzione poetica “Benno Geiger” 2018, riconoscimento istituito nel 2014 dalla Fondazione Giorgio Cini in memoria del letterato austriaco Benno Geiger, il cui fondo letterario è conservato e valorizzato sull’Isola di San Giorgio Maggiore.

Serena Vitale vince con la traduzione dell’opera “Quasi leggera morte” di Osip Mandel’štam un premio in denaro del valore di 4.000 euro, mentre il giovane traduttore Andrea Franzoni riceverà un premio di 1.000 euro per “After Lorca” di Jack Spicer.

La Giuria, presieduta da Francesco Zambon, ha segnalato, inoltre, la traduzione di Paolo Febbraro, per l’opera “La strada presa” di Edward Thomas, Elliot Edizioni.

La cerimonia di premiazione si terrà mercoledì 5 dicembre 2018, ore 17.30 alla Fondazione Giorgio Cini, Isola di San Giorgio Maggiore. Seguirà aperitivo

Per informazioni:
Fondazione Giorgio Cini onlus
Premio per la traduzione poetica “Benno Geiger”
premiogeiger@cini.it

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here