15.1 C
Venezia
martedì 26 Ottobre 2021

Se vaccino funziona a fine estate saremo fuori, parola dell’ ISS

Homevaccino anti-covidSe vaccino funziona a fine estate saremo fuori, parola dell' ISS

Meningite, un caso in una scuola di Varese

Se il vaccino funziona come previsto, a fine estate saremo fuori da questo incubo. Le parole arrivano dal presidente del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli che conferma come si stia studiando un piano per la distribuzione che vede prima i medici e gli anziani.
“C’è grande attesa per i vaccini, di cui uno sembrerebbe addirittura conferire immunità sterilizzante: cioè impedire il contagio. Per fine gennaio in Italia, incrociando le dita rispetto alle approvazioni di Fda ed Ema, inizieremo la campagna d’immunizzazione con il vaccino di Pfizer“.
Così Franco Locatelli in un’intervista a ‘Il Fatto Quotidiano’. L’Italia è pronta?
“È falsa la notizia che non si stia lavorando alla campagna vaccinale. Già da tempo ci stiamo occupando di distribuzione e pianificazione, soprattutto rispetto alla catena del freddo. Il ministro Speranza riferirà il 2 dicembre in Parlamento”.
Comunque “per il vaccino Pfizer

non si può pensare di coinvolgere le farmacie: servono crio-contenitori che potranno essere disponibili solo in alcuni punti ospedalieri concertati con le Regioni”.
Priorità “agli operatori sanitari e sotto-sanitari: 800 mila persone. Poi gli anziani delle Rsa e gli over 80: 4,5 milioni di persone, di cui circa 300 mila nei presidi residenziali”.
Negli ospedali “la pressione c’è ancora, però stiamo scendendo. Si vede la luce, ma deve essere una luce che illumina per evitare di ricascarci”.
Quando il Covid sarà un brutto ricordo?
“Voglio sperare fine estate-autunno 2021 con un numero tale di vaccinati che ce lo consenta”; intanto “dovremo

dimenticarci di feste in piazza, veglioni, cenoni con parenti e amici. Altrimenti tra tre, quattro settimane pagheremo un altro prezzo altissimo”.
A tavola, afferma, non più di sei persone.
Con riferimento al problema degli impianti sciistici: “non esistono le condizioni epidemiologiche per consentire la riapertura, valuteremo a gennaio e febbraio”.
La terza ondata invece forse potrebbe non verificarsi in senso stretto: “Spero solo fluttuazioni”.
Ritornando indietro cosa farebbe diversamente? “Noi tutti abbiamo pensato a inizio luglio: il problema è alle spalle. E bisogna rafforzare la medicina territoriale: in Lombardia, ad esempio, serve un potenziamento serio”.

(foto da archivio – articolo: Se vaccino funziona a fine estate saremo fuori, parola dell’ ISS – cat. covid/coronavirus – 29/11/2020)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements