19.8 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Sciopero Actv lunedì 21 giugno

Homesciopero ActvSciopero Actv lunedì 21 giugno

AVM/Actv informa che è stato proclamato, da parte di una sigla sindacale, uno sciopero nazionale di 4 ore.
Lo sciopero sarà attuato dalle ore 20:00 alle ore 24:00 (salvo i tempi tecnici necessari per i trasferimento da e per i depositi aziendali) di lunedì 21 giugno 2021.
Lo sciopero potrà interessare il personale del Gruppo AVM e i servizi erogati, compresi i servizi di trasporto pubblico di navigazione, tranviario, automobilistico urbano e extraurbano, il People Mover e i parcheggi in struttura in gestione ad AVM.

L’azienda conferma che il servizio di trasporto pubblico tranviario e automobilistico urbano e extraurbano la fascia oraria indicata (20:00-24:00) si riferisce all’arrivo e alla ripartenza dei mezzi da/per i depositi aziendali, conseguentemente il servizio terminerà la propria regolarità prima delle ore 20:00 e riprenderà successivamente alle ore 24:00, entro un lasso di tempo compatibile con il necessario rientro e uscita dei mezzi.
Nel servizio navigazione verranno garantiti i collegamenti minimi che verranno pubblicati on line sui siti e nei canali aziendali nei prossimi giorni.

Irregolarità nell’erogazione del servizio potranno essere riscontrate anche nell’accesso ai parcheggi in struttura (Autorimessa Comunale e Park Sant’Andrea a P.le Roma – Venezia | Park Candiani e Park Costa a Mestre) per i clienti in transito e al People Mover.

Per maggiori informazioni consultare i siti actv.it e avmspa.it, oppure i canali social istituzionali o il call center Dime 041 041.

» leggi anche: “Sciopero Actv lunedì. Il Prefetto: “State a casa”

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

4 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Ma si rendono conto che hanno sempre avuto lo stipendio mentre c’è gente che sono quasi due anni con non lavora,siete sempre una categoria privilegiata e non siete mai contenti e fate pagare sempre a noi poveri utenti prendetevela con quel caro simpatico sindaco che è invidioso dei veneziani puri

  2. Gli utenti vengono usati come arma di ricatto creando disagi a chi non centra niente,questi signori dovrebbero protestare con l’azienda senza mettere in mezzo lavoratori che,come loro,portano il pane a casa senza non poca fatica….devono vergognarsi e poi mettersi la mano nella coscenza e ragionarci sopra prima di pensare egoisticamente ai loro interessi !!!

  3. bravi fate bene. chi se n’è frega della gente. voi siete il potere. spero che tutto il disagio che create lo pagate in farmacia. comunque non è solo colpa vostra. la colpa è nostra che abbiamo votato il sindaco attuale. ma politica sia di destra che di sinistra fanno schifo

  4. Ennesimo esempio di menefreghismo e disagio per l’utenza che magari deve rientrare dal lavoro o iniziare il lavoro. Credo che i signori che sono ben riempiti la pancia con i turisti debbano solo vergognarsi!!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.