venerdì 28 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Nelle rianimazioni dell’Ulss 3 ci sono 5 i pazienti gravissimi per Covid

Homericoveri CovidNelle rianimazioni dell'Ulss 3 ci sono 5 i pazienti gravissimi per Covid

Nelle rianimazioni dell’Ulss 3 sono 5 i pazienti gravissimi per Covid, lo conferma l’ultimo report regionale.
Si tratta di pazienti in condizioni molto critiche: due hanno il supporto di respirazione extracorporea in quanto i polmoni non funzionano e tre sono intubati.
Quattro su 5 hanno meno di 60 anni di età.
Dei malati ricoverati attualmente nessuno ha fatto entrambe le dosi di vaccino.

In tutta la Regione sono 46 le persone in terapia intensiva, la grandissima parte non vaccinati.
Come dichiara il dott. Paolo Rosi, responsabile del Suem 118, alla Nuova Venezia: “La mortalità è del 30 per cento: chi si salva, dopo una degenza media di 75 giorni, ha spesso un sacco di problemi respiratori. Alto è il rischio di danno irreversibile ai polmoni che complica la vita futura. È perciò auspicabile che la gente vinca i propri timori e si vaccini».

La Ulss 3 Serenissima (Venezia, Mestre, Mirano, Dolo, Noale, Chioggia) può contare su una dotazione di 59 posti letto di terapia intensiva e, al momento, sono tutti occupati (ad eccezione dei cinque citati, tutti per altre patologie).
Vi è poi all’Ulss 3 un piano emergenziale che consente di passare da 59 a 115 in poco tempo.
Durante l’ondata pandemica precedente la soglia dei letti approntati e occupati è arrivata a 101.

Il report di martedì 24 agosto riporta 470 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore in Veneto.
Nella nostra regione si sono registrati anche due decessi nelle ultime 24 ore.

Notizie positive provengono però dal fronte dei vaccini: “L’accesso alle vaccinazioni è volontario ma noi in Veneto stiamo galoppando verso il 66% degli over 12” ha confermato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.
“Verso questo aspetto c’è attenzione ed è encomiabile – ha aggiunto – l’azione dei pediatri che hanno fatto un’operazione verità” ha concluso il presidente.

Vedi anche:

Coronavirus Venezia, lenta ma inflessibile crescita

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Marinaio ‘sprezzante’, alterco in motoscafo Actv

E' ormai un quarto alle 8 e alla fermata di San Pietro di Castello non si vede ancora all'orizzonte il motoscafo Actv con direzione Fondamente Nove, quello che porta i dipendenti dell'Ospedale Civile a lavorare (7,39 sul tabellone). "Passano altri cinque, dieci,...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

“I televirologi che ci avevano promesso l’immunità col vaccino…”. Lettere

Dal mese di dicembre, televirologi, burocratici della sanità pubblica e chi ha fatto del virus misteriosamente arrivato dalla Cina (e mai isolato) una prolifica professione, stanno cadendo come pere dagli alberi. Gli interessati adoratori del Dio vaccino, si accorgono o fingono...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Quando la città è troppo affollata di visitatori: “Venezia la si vuole piena di turisti”. Lettere

In risposta alla lettera: "A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani". Venezia la si vuole piena di turisti !!! Questo e’ il business. Dai ragazzi, guardatevi negli occhi. Io a Venezia ci vivo da non Veneziano: le...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...