COMMENTA QUESTO FATTO
 

Regata Storica 2016, al Teatro Goldoni festa della Voga con le premiazioni

E’ stato un pomeriggio di festa in onore della voga veneta quello svoltosi oggi al Teatro Goldoni di Venezia, con la premiazioni della Regata Storica 2016, durante il quale il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, la vicesindaco Luciana Colle e il consigliere delegato alla Tutela delle Tradizioni, Giovanni Giusto, hanno sottolineato come sia importante, per l’intera Città e per le giovani generazioni, valorizzare questa specialità sportiva, simbolo di una tradizione che si rinnova e si rinforza quanto più diventa patrimonio comune.

“Sarebbe bello – ha dichiarato il primo cittadino – riuscire a raccontare questi momenti a tutta la Città, coinvolgendo non solo le famiglie e i giovani sportivi che praticano la voga a Venezia e nelle isole della Laguna, ma anche i concittadini della Terraferma. Dobbiamo essere noi i promotori della nostra cultura, delle nostre specialità e imparare a parlare un unico linguaggio, facendo un grande percorso di umiltà”.

“Mi auguro davvero che torni l’unità, quale che sia, – ha poi continuato il sindaco, riferendosi alla nascita dell’ “Associazione agonistica di voga alla veneta” – un’unità nella differenza delle idee e nel rispetto reciproco”. E a proposito della forza che può scaturire dall’unità, il primo cittadino ha rivolto un particolare ringraziamento ai maestri d’ascia Roberto Dei Rossi, Gianfranco Vianello “Crea” e Dino Tagliapietra, per il restauro dei gondolini danneggiati effettuato in tempo record. “Cerchiamo di costruire un campionato delle regate – ha proposto infine, dopo aver esortato un maggiore coinvolgimento delle aziende locali a sostegno del remo – ma facciamo in modo che si litighi il meno possibile”.

Anche la vicesindaco Colle ha sottolineato come sia importante che la Città intera sia vicina al mondo della voga e che il mondo della voga sia vicina alla Città, perché la voga – come l’ha presentata a sua volta il consigliere Giusto – è elemento distintivo di una Venezia viva, che vuole guardare al suo futuro.

Le prime ad essere premiate sono state le categorie delle Schie, delle Maciarele Junior e Senior; dopo un breve video della Regata storica 2016, è stata poi ricordata la “Coltrina” di quest’anno, ossia l’opera d’arte su stoffa commissionata dall’Amministrazione comunale e realizzata da Mario Eremita, la cui riproduzione è stata donata ai primi equipaggi classificati. La premiazione è poi entrata nel vivo con i Giovanissimi su pupparini a due remi, le Caorline a sei remi, le Donne su mascarete a due remi, per chiudersi – dopo l’intervento della presidente dell’Associazione Regatanti, Gloria Rogliani, e lo speciale ringraziamento di maestri d’ascia – con i Gondolini.

L’ultimo riconoscimento, il “Trofeo del sindaco”, consegnato dal primo cittadino, è andato infine alla Remiera di Sant’Erasmo, per aver vinto la “Regata delle 50 Caorline”, ideata ed organizzata dal Coordinamento Associazione Remiere di Voga alla Veneta, svoltasi lo scorso 27 novembre.

10/12/2016

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here