Ragazza crolla a terra, paura alla stazione di Venezia

ultimo aggiornamento: 08/01/2020 ore 06:27

61552

crolla terra paura stazione pesce 060120

“Aiuto, non riesco a respirare”.
Paura alla stazione di Santa Lucia per un malore improvviso di una ragazza di 24 anni, in vacanza a Venezia con il fidanzato.

Attorno alle 21 di pochi giorni fa la donna, una giovane turista proveniente dalla Colombia, ha dato l’allarme perché cominciava a sentire improvvisamente difficoltà nella respirazione.

I presenti sono subito corsi a chiamare le forze dell’ordine in stazione per chiedere aiuto: sul posto è intervenuta la Polizia ferroviaria che ha prestato i primi soccorsi, riscontrando il malore evidente e una situazione in peggioramento, dato che le labbra della giovane si erano gonfiate, così come, almeno a quanto pareva, il collo.

Immediata la chiamata all’ambulanza che è giunta a Santa Lucia in pochi attimi, permettendo le cure mediche che, verosimilmente, hanno salvato la vita alla ragazza.

Il trattamento con i farmaci adatti ha infatti permesso alla turista di riprendersi. Da quanto è stato possibile capire, la 24enne si era sentita male per una crisi allergica da pesce appena mangiato.

L’allergia al pesce, meno nota e frequente di altre, come quella specifica ai crostacei, è ugualmente pericolosa e può arrivare ad avere esiti infausti.

La reazione della giovane, inoltre, era stata grave e immediata, dato che la cena con il fidanzato era stata consumata appena una mezzora prima, in un ristorante della zona.

Secondo il racconto della donna ormai fuori pericolo, il menù comprendeva: polipo, ostriche e altro non meglio precisato “pesce”.

Una serata che avrebbe anche potuto concludersi in tragedia. La reazione allergica della giovane infatti, è stata fortunatamente presa per tempo, prima che i due ragazzi salissero su un treno per lasciare Venezia e dove l’intervento dei soccorsi, sul convoglio in viaggio, non avrebbe potuto essere altrettanto tempestivo.

gp

(foto di archivio)

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here