8.1 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Obbligo terza dose: Francia sceglie la linea dura

Hometerza doseObbligo terza dose: Francia sceglie la linea dura
la notizia dopo la pubblicità

Obbligo terza dose per alcuni indispensabile per Macron "Più dell'80% delle persone in rianimazione ha oltre 50 anni"

Obbligo terza dose: la Francia rinforza le armi in questa guerra contro il Covid.
La nuova prescrizione riguarda una determinata categoria di persone che senza la terza inoculazione non avrà il pass.
Emmanuel Macron torna dunque a rivolgersi ai francesi per avvertirli che il Covid non è vinto e lancia un appello accorato: “vaccinatevi, vaccinatevi”.

Dai saloni dell’Eliseo, il presidente annuncia che il green pass per gli over 65 sarà rinnovato dal 15 dicembre soltanto se avranno fatto la terza dose. E annuncia che fra 3 settimane partirà la campagna per il booster dai cinquantenni in su.

Ma il presidente – a differenza di un anno fa – non ha preso la parola soltanto per parlare di pandemia, ringraziando anzi i francesi per il loro impegno grazie al quale “la situazione in Francia è migliore” rispetto ad altri paesi. Macron è di fatto entrato in campagna elettorale parlando di energia – con l’ annuncio della costruzione di nuovi reattori nucleari – di economia, di sicurezza e di riforme. Alla notizia della sua candidatura manca ormai soltanto l’ufficialità.

Con l’obiettivo di “accelerare” la campagna vaccinale per i più fragili, “a partire dal 15 dicembre – ha annunciato il presidente rivolto alla fascia dei più anziani – dovrete dimostrare di aver fatto il richiamo per prorogare la validità del vostro green pass”.

Contemporaneamente, tutti gli over 50 potranno ricevere la terza dose a partire dal mese prossimo: “Più dell’80% delle persone in rianimazione ha oltre 50 anni” ha ricordato il presidente francese, riservando una parte del suo discorso al problema dei non vaccinati: “vaccinatevi, vaccinatevi – ha ripetuto – una persona immunizzata ha 11 volte meno possibilità di ritrovarsi in ospedale in gravi condizioni. Miliardi di persone hanno già fatto queste iniezioni, vaccinatevi per poter vivere normalmente”.

Ed ha aggiunto, rivolto ai “6 milioni che non hanno fatto finora alcuna dose”: “Essere liberi implica essere responsabili e solidali. Conto su di voi”.

Prudenza, mascherine a scuola, gesti di protezione, tutto deve continuare come è stato finora, “ogni ammorbidimento delle regole è rinviato”.

Dei 27 minuti di discorso, oltre la metà sono state dedicate da Macron a disegnare a 360 gradi la Francia che lui stesso conta di guidare per altri 5 anni dopo le presidenziali del prossimo aprile. A partire dalla conferma sul nucleare: “Per la prima volta da decenni a questa parte – ha detto – rilanceremo la costruzione di reattori nucleari nel nostro paese, continuando a sviluppare le energie rinnovabili”.
Questo, ha spiegato, “per garantire l’indipendenza energetica della Francia, l’approvvigionamento elettrico del Paese e raggiungere i nostri obiettivi, in particolare la neutralità carbonica nel 2050”.

Sulla riforma a lui più cara, quella delle pensioni, il presidente ha ammesso che “non ci sono le condizioni”, soprattutto dopo la pandemia, per un “rilancio”. Ma arriveranno “decisioni chiare” dal 2022, ispirate al motto “lavorare più a lungo, allungando l’età pensionabile”. Con l’obiettivo di “salvaguardare le pensioni dei nostri anziani e la solidarietà fra le generazioni”.

continua a leggere dopo la pubblicità

» leggi anche: Terza dose a regime, ed ora ‘chiamati’ i bimbi dai 5 agli 11 anni

» leggi anche: Veneto: partita fase terza dose per 160 mila

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...