lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Nuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

HomeDpcmNuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

Nuovo Dpcm voce per voce.
E’ aperta la scuola? Posso muovermi da casa?
Il nuovo Dpcm, ovvero: cosa è consentito e cosa è vietato nell’Italia divisa in zone, secondo l’ultimo documento che contiene le misure anti-Covid.
Intanto subito una novità: rispetto ai precedenti non ci sono più limitazioni allo spostamento nelle seconde case, secondo la tabella predisposta da Palazzo Chigi.

ZONA GIALLA – MOBILITA’

Si può circolare dalle 5 alle 22 nella stessa Regione.
E’ consentita una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, nel massimo di 2 persone più figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi.
E’ vietato spostarsi in altre Regioni, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità o salute.
Rientro alla residenza, domicilio o abitazione sempre consentito.

Centri Commerciali

Centri commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi.
Restano aperti all’interno farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai.

Scuole

Attività in presenza al 100% per scuole dell’infanzia, elementari e medie.
Alle superiori didattica in presenza alternata per minimo il 50% e fino al 75% degli alunni.
Università aperte/chiuse su autonoma decisione, in base all’andamento dell’epidemia.

Trasporto Locale


Riempimento massimo al 50% dei mezzi, ad eccezione del trasporto scolastico dedicato.

Bar e Ristoranti

Consumazione in bar e ristoranti dalle 5 alle 18.
Dalle 18 alle 22 permesso solo asporto di cibi e bevande dai locali con cucina.
Consegna a domicilio senza limiti di orario.
Vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5.

Musei, Palestre, Piscine, Teatri, Cinema

Musei e mostre aperti dal lunedì al venerdì, nel rispetto del distanziamento e delle altre misure di prevenzione. Chiusi palestre, piscine, teatri, cinema.
Aperti i centri sportivi.

Giochi e scommesse


Sospese le attività di sale scommesse, bingo, sale giochi e slot machine anche in bar e tabaccherie.




ZONA ARANCIONE – MOBILITA’

Si può circolare dalle 5 alle 22 nello stesso Comune.
Consentita una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, nello stesso Comune, in massimo 2 persone più figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi.
Dai Comuni fino a 5.000 abitanti, spostamenti consentiti anche entro i 30 km dai confini con divieto di andare nei capoluoghi di Provincia.
Possibile spostarsi in altri Comuni per lavoro, salute o necessità o per servizi non presenti nel proprio.
Vietato circolare dalle 22 alle 5, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità o salute.
Rientro alla residenza, domicilio o abitazione sempre consentito.

Centri Commerciali

Chiusi nei giorni festivi e prefestivi.
Restano aperti all’interno farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai.

Scuole

Attività in presenza al 100% per scuole dell’infanzia, elementari e medie.
Alle superiori didattica in presenza alternata per minimo il 50% e fino al 75% degli alunni.
Università aperte/chiuse su autonoma decisione, in base all’andamento dell’epidemia.

Trasporto Locale

Riempimento massimo al 50% dei mezzi, ad eccezione del trasporto scolastico dedicato.

Bar e Ristoranti

Consumazione sempre vietata all’interno di bar e ristoranti e nelle adiacenze.
Dalle 5 alle 18 permesso l’asporto di cibi e bevande da tutti i locali, dalle 18 alle 22 solo dai locali con cucina.
Consegna a domicilio senza limiti di orario.
Vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5.

Musei, Palestre, Piscine, Teatri, Cinema

Chiusi musei, mostre teatri, cinema, palestre e piscine.
Aperti i centri sportivi.

Giochi e scommesse


Sospese le attività di sale scommesse, bingo, sale giochi e slot machine anche in bar e tabaccherie.




ZONA ROSSA – MOBILITA’

Consentito circolare solo per lavoro, salute o necessità.
Consentita una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, nello stesso Comune, in massimo 2 persone più figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi.
Dai comuni fino a 5.000 abitanti, consentite le visite anche entro i 30 km dai confini con divieto di andare nei capoluoghi di Provincia.
Rientro alla residenza, domicilio o abitazione sempre consentito.

Centri Commerciali

Centri Commerciali chiusi come negozi e mercati.
Aperti farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai e altri punti vendita di beni necessari.
Aperti barbieri, parrucchieri e lavanderie.
Chiusi i centri estetici.

Scuole

Attività in presenza al 100% per scuole dell’infanzia, elementari, prima media.
Didattica a distanza al 100% per gli altri anni delle medie e per le superiori.
Università chiuse, salvo specifiche eccezioni.

Trasporto Locale

Riempimento massimo al 50% dei mezzi, ad eccezione del trasporto scolastico dedicato.

Bar e Ristoranti

Consumazione sempre vietata all’interno di bar e ristoranti e nelle adiacenze.
Dalle 5 alle 18 permesso l’asporto di cibi e bevande da tutti i locali, dalle 18 alle 22 solo dai locali con cucina.
Consegna a domicilio senza limiti di orario.
Vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5.

Musei, Palestre, Piscine, Teatri, Cinema

Chiusi musei, mostre, teatri, cinema, palestre e piscine e centri sportivi.
Consentita l’attività motoria nei pressi dell’abitazione e l’attività sportiva individuale.

Giochi e scommesse


Sospese le attività di sale scommesse, bingo, sale giochi e slot machine anche in bar e tabaccherie.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...