2.7 C
Venezia
martedì 19 Gennaio 2021

NOSTRO SERVIZIO/Incidente MSC Opera a Venezia: ora un’interrogazione in Senato. Il testo

Home Il caso NOSTRO SERVIZIO/Incidente MSC Opera a Venezia: ora un'interrogazione in Senato. Il testo
sponsor

NOSTRO SERVIZIO/Incidente MSC Opera a Venezia: ora un'interrogazione in Senato. Il testo

sponsor

Un’interrogazione in Senato sull’incidente della Msc Opera a Venezia.

commercial

All’indomani dell’evento che segnerà negativamente la storia della laguna, su cui anche la Procura ha aperto un fascicolo d’indagine, il clima politico si surriscalda anche a Roma. A Palazzo Madama il gruppo del Pd ha appena depositato una piccante interrogazione a Toninelli, che oltre a chiedere delucidazioni sull’operato del governo, critica l’inerzia sul tema delle grandi navi a Venezia.

Il documento è stato depositato poco fa dagli esponenti dell’opposizione, primo firmatario il veneziano Andrea Ferrazzi, ed è rivolto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, per capire quali siano le reali intenzioni e le decisioni (dopo quanto accaduto ieri) sulla delicata quanto annosa questione del passaggio dei grattacieli galleggianti nel Bacino di San Marco.

Più precisamente, al Ministro i senatori Pd chiedono quali atti intenda adottare o abbia già adottato per attuare o per modificare le decisioni che il 7 novembre 2017 erano state adottate dal Comitato interministeriale di indirizzo, coordinamento e controllo sulla Laguna di Venezia (il cosiddetto Comitatone), e quindi per interrompere il traffico delle grandi navi nel canale della Giudecca e nel Bacino di San Marco. Questo affinché, si legge nell’interrogazione, venga effettivamente assicurata la sicurezza dei traffici lagunari, la salvaguardia ambientale e del centro storico, la tutela dei posti di lavoro di quanti dipendono proprio dalla centralità dell’area portuale.

I senatori scrivono che è trascorso ormai un anno dall’insediamento del nuovo governo e che tutte le soluzioni individuate in precedenza sono state disattese, senza però, rimarcano dall’opposizione, che ne siano state proposte di alternative e senza che il ‘Comitatone’ venisse nemmeno più convocato.

L’incidente, si legge nell’interrogazione a Toninelli, sarebbe la dimostrazione che è venuto il momento di decidere, senza attendere oltre, e poi l’affondo: “l’inerzia dimostrata sino ad oggi da parte del Governo in carica nei confronti delle decisioni adottate dal precedente Governo, non solo mettono in pericolo la sicurezza dei traffici della Laguna, ma mettono in pericolo soprattutto la salvaguardia dell’ambiente lagunare, della città storica e la tutela dei posti di lavoro di molte persone che dipendono proprio dalla centralità del porto”. Parole queste, che pesano come macigni.

“le dichiarazioni rilasciate successivamente al grave incidente dal Ministro Toninelli – scrivono i senatori del gruppo Pd nell’interrogazione – ci lasciano del tutto sconcertati, in quanto non è possibile che dopo un anno che siede sulla poltrona del Ministero competente, non abbia in alcun modo affrontato minimamente il problema”.

Qui sotto il testo integrale dell’interrogazione appena depositata in Senato:

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Premesso che:

nella giornata del 2 giugno a Venezia una nave da crociera ha perso il controllo e dopo essersi scontrata con la barca fluviale River Countess, che aveva a bordo 130 persone, ormeggiata di fianco all’imbarcadero San Basilio, si è schiantata contro la banchina San Basilio. Il bilancio è stato di 5 feriti tra turisti americani, neozelandesi e australiani, tra i 67 e 72 anni;

sulla questione relativa al traffico delle grandi navi, già nel Comitato interministeriale di indirizzo, coordinamento e controllo sulla Laguna di Venezia (il cosiddetto ‘Comitatone’), guidato, su delega della Presidenza del Consiglio, dal Ministro Graziano Delrio, in data 7 novembre 2017, era stata individuata una soluzione che allineava tutti i livelli istituzionali a partire dal presidente della Regione Veneto, al sindaco di Venezia, il sindaco di Chioggia, il sindaco di Mira, il sindaco di Jesolo, il sindaco di Cavallino-Treporti, il presidente del Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, il provveditore interregionale nonché segretario del Comitato, ai rappresentanti dei Ministeri dell’Ambiente, dell’Istruzione, della Presidenza del Consiglio e del Ministero Infrastrutture e Trasporti;

la soluzione per il transito delle grandi navi da crociera, individuata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e fatta propria dal Comitatone, aveva il merito di rappresentare un punto di equilibrio tra tutela ambientale, sicurezza e rispetto dei cittadini, centralità del porto;

tale soluzione prevedeva che le Grandi Navi non sarebbero dovute più passare dalla Giudecca e dal bacino di San Marco, ma che sarebbero dovute arrivare nella zona portuale di Marghera, Canale Nord Sponda Nord, con accesso attraverso la bocca di Malamocco e il canale di navigazione Malamocco-Marghera;

inoltre, nella prima fase transitoria, stimata in tre anni, in attesa che il terminal di Marghera fosse attrezzato, si era previsto che l’Autorità marittima adottasse una nuova determinazione con nuovi criteri più oggettivi e che tenesse conto di tutte le variabili architettoniche, paesaggistiche e ambientali al fine di preservare al massimo la Laguna, di manutenere adeguatamente e di utilizzare gli attuali canali esistenti e di evitare di scavare nuovi canali.

Considerato che:

la programmazione urbanistica definisce un porto duale con le navi di dimensione maggiori a Porto Marghera, al pari di quanto prevedono il Piano di Assetto del Territorio (Pat) del Comune di Venezia, il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale della Città Metropolitana (Ptcp) ed il Piano regionale (Ptrc);

è passato ormai un anno dall’insediamento del nuovo Governo e tutte le soluzioni che erano state individuate dal Governo precedente sono state disattese, senza che ve ne siano state proposte di alternative e senza che il ‘Comitatone’ venisse più convocato;

come dimostra l’incidente avvenuto nella giornata del 2 giugno richiamato in premessa non è più possibile attendere oltre;

l’inerzia dimostrata sino ad oggi da parte del Governo in carica nei confronti delle decisioni adottate dal precedente Governo, non solo mettono in pericolo la sicurezza dei traffici della Laguna, ma mettono in pericolo soprattutto la salvaguardia dell’ambiente lagunare, della città storica e la tutela dei posti di lavoro di molte persone che dipendono proprio dalla centralità del porto;

le dichiarazioni rilasciate successivamente al grave incidente dal Ministro Toninelli, ci lasciano del tutto sconcertati, in quanto non è possibile che dopo un anno che siede sulla poltrona del Ministero competente, non abbia in alcun modo affrontato minimamente il problema;

tutto ciò premesso e considerato si chiede di sapere:

quali atti, il Ministro interrogato, intenda adottare o abbia adottato per attuare o per modificare le decisioni che in data 7 novembre 2017 sono state adottate dal Comitato interministeriale di indirizzo, coordinamento e controllo sulla Laguna di Venezia ed interrompere il traffico delle grandi navi nel canale della Giudecca e nel Bacino di San Marco, affinché venga effettivamente assicurata la sicurezza dei traffici lagunari, nonché la salvaguardia ambientale e del centro storico, e la tutela dei posti di lavoro di quanti dipendono proprio dalla centralità dell’area portuale.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

Covid, ultime notizie e aggiornamentiVaccino obbligatorioConcorso Letterario

sponsor

Una persona ha commentato

  1. Una città fragile come Venezia dovrebbe e deve essere tutelata e soprattutto ascoltata, come i cittadini chiedono da tanti anni. Le navi possono tranquillamente ormeggiare fuori dalla laguna tanto con un buon servizio di navette i turisti possono essere comodamente portati a Venezia

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
commercial

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

Accumulatore scomparso, lo trovano morto sotto metri di abbigliamento

Accumulatore scomparso da giorni, i pompieri lo trovano morto sotto alcuni metri di abbigliamento. Oggi pomeriggio, venerdì 15 gennaio 2021, i vigili del fuoco sono...

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...
sponsor

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

La Milano bene trema: abusi su modelle minorenni, tre manager della moda in manette

Abusi su modelle minorenni, una vittima, "eravamo carne da macello". Anche clienti facoltosi tra gli "incontri". La più giovane è del 2004, ha solo 17...

Baby Gang in tram, Sambo: “Dov’è finito il piano educativo?”. Lettere

Baby Gang in tram. (Riceviamo e pubblichiamo). Ieri è andato in scena l'ennesimo episodio di violenza ad opera di adolescenti. Gli adulti, in particolare quegli adulti che...

Operazione ‘Onda Lunga’: alberghi e appartamenti a Venezia con traffici dei ‘Permessi di Soggiorno’

Operazione 'Onda Lunga' della Divisione Anticrimine della Questura di Venezia: sequestri per oltre un milione di euro. Nella mattinata di oggi si è infatti svolta...
commercial

Multe e denunce dopo le verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni in aeroporto a Venezia

Multe e denunce penali dopo che gli agenti hanno svolto le opportune verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni all'aeroporto Marco Polo di Venezia, e sono...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Pfizer: “Incidenti in linea con previsioni”

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Di più: la definizione testuale dice: "La Norvegia registra 23 morti 'legate alla vaccinazione' ". L'agenzia del...

Mestre: all’esame di guida manda l’amico, tanto è nigeriano come lui

Mestre: all'esame di guida manda l'amico. Così un terzo si è sostituito al connazionale per sostenere l’esame teorico di guida. Ma è andata male...

Covid: Veneto, +2.076 contagi e 101 morti. Zaia: “Prolungare orari bar”

Covid in Veneto che segna un altro punto negativo statistico. Sono altri 2.076 i contagi in più con 101 morti i numeri della progressione...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.