7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Sovrapposizione di norme: quando vale l’ultima di Zaia e quando quella del governo

HomeordinanzaSovrapposizione di norme: quando vale l'ultima di Zaia e quando quella del governo
la notizia dopo la pubblicità

Sovrapposizione di norme: ordinanza regionale “contro” il decreto del governo. Inevitabile un po’ di confusione, cerchiamo di capire quando vale l’ultima di Zaia e quando quella del governo.
E’ scattata dalla mezzanotte la nuova ordinanza regionale del Veneto. E’ quella che vieta dalle 14 alle 22 lo spostamento in comuni diversi da quello di residenza o dimora.
E’ stata firmata dal presidente Luca Zaia prima del nuovo decreto di Natale, deciso ieri sera dal Governo.
Essa sarà valida fino al 6 gennaio.
Per effetto di questa gli spostamenti delle persone fuori dai confini comunali saranno comunque consentiti per ragioni di lavoro, salute o altre situazioni di necessità.
Dopo le 14 sarà comunque sempre possibile il rientro a casa.
La restrizione interessa ogni giorno la fascia dalle 14 alle 22, perché dopo tale orario

vale il ‘coprifuoco’ già introdotto dall’ultimo dpcm.
Il presidente Zaia ha ulteriormente precisato oggi: “Fino al 23 dicembre, ore 24, in Veneto è valida la nostra ordinanza, la cosiddetta zona arancione ‘light’, con la chiusura dei confini comunali dalle 14. Poi dal 24/12 decadono gli effetti, perché entra in vigore il provvedimento del Governo”.
Intanto si è visto che la nuova ordinanza regionale che da oggi stringe le maglie agli spostamenti in Veneto – sconfinamenti vietati nei Comuni dalle 14 – non mostra per ora grandi effetti su traffico e mobilità.
Il provvedimento, una sorta di ‘zona arancione’ light, non vieta di raggiungere le case di vacanza o gli hotel. Però non si è assistito alla ‘fuga’ dalle città verso la montagna o altre luoghi turistici.
Sulle autostrade il traffico è in linea con quello degli ultimi weekend, e anche nelle stazioni ferroviarie il flusso dei viaggiatori non pare aver subito scossoni. La Polstrada del Veneto segnale che sulla A4, la principale arteria della regione, la circolazione da stamane è normale.
Situazione completamente diversa però a Padova dove oggi si è registrato

un sabato di passione.
Gli automobilisti di Padova, con gli effetti della chiusura del centro storico al traffico deciso da oggi nei weekend dal sindaco Sergio Giordani, per preservare la città dall’assalto da shopping come il fine settimana scorso si sono visti in migliaia respingere ai varchi della circonvallazione interna dalla polizia municipale.
Il centro storico è stato così ‘protetto’ dall’invasione pre-natalizia.
L’ordinanza ha avuto l’effetto collaterale nel gran traffico lungo le strade che portano verso il centro e delle piazze. Moltissimi gli automobilisti che hanno dovuto fare marcia indietro.
Qualcuno ha improvvisato i soliti escamotage, fingendo di dover parcheggiare per recarsi in ospedale, ma i vigli urbani sono stati irremovibili.
Piazze, zona del ghetto e vie del centro non si sono però svuotate.
Chi ha potuto ha raggiunto i negozi a piedi.
Fonti del Comune riferiscono che si è registrato un calo del 30-40% di presenze in centro rispetto

a sabato scorso, ma niente di più.
Lo stop agli ingressi delle auto interesserà anche domani, domenica, la fascia oraria 10-19.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...
spot

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.
Advertisements

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...