Napoli-Juventus, bianconeri: niente Higuain

ultimo aggiornamento: 28/11/2017 ore 16:23

140

Juventus-Siviglia, Higuain non convocato

Questa settimana il big match di Serie A è Napoli-Juventus, la sfida tra i candidati a vincere lo scudetto quest’anno e i vincitori degli ultimi anni.

Si giocherà venerdì 1 dicembre al San Paolo, con il sindaco della città De Magistris sta ultimando i preparativi per poter accogliere al meglio gli oltre 55.000 tifosi che si riverseranno nelle strade della città per l’evento.

Lo stadio sarà sold out, a spingere la squadra e a supportarla per riportare lo scudetto a Napoli dopo 27 anni dall’ultima volta.

La notizia dell’ultimo minuto è sicuramente l’infortunio del Pipita Higuain, che si è dovuto operare per una frattura alla mano. Già nella partita contro il Crotone l’argentino era rimasto in panchina con una vistosa fasciatura sulla mano sinistra, operata nella giornata di ieri alla clinica Sede Sapientiae di Torino e ci sono buone possibilità che possa essere dimesso già entro stasera.

Impossibile o quasi il recupero in vista del Napoli, Higuain ci proverà per la partita di Champions con l’Olympiakos o al massimo per la sfida cruciale con l’Inter. I tempi di recupero normali per questo genere di operazioni si aggirano intorno alle due-tre settimane ma, come si è visto in altri casi, in alcune situazioni il recupero avviene in un tempo più breve.

Il vicepresidente del Napoli Edoardo De Laurentiis si è rammaricato del fatto di non poter affrontare Higuain sul campo per infliggergli una sconfitta sonora che farebbe da punizione per l’addio proprio ai partenopei per accasarsi a Torino. Sicuramente l’assenza del bomber con il numero 9 peserà per la Juve e il Napoli dovrà saper sfruttare l’occasione di allungare le distanze in casa per dimostrare di essere finalmente pronto a concludere il campionato davanti a tutte le altre.

La scelta più probabile per l’attacco bianconero è dunque Mario Mandzukic, che tornerà a ricoprire il ruolo da prima punta come già faceva ai tempi del Bayern Monaco. Dietro di lui il solito Dybala e dovrebbe esserci anche Douglas Costa nel 3-4-2-1 già provato da Allegri contro il Crotone; dubbio Cuadrado o De Sciglio per la fascia destra.

Teoricamente recuperato Chiellini, se non ce la fa pronto uno tra Rugani e Höwedes, che è stato finalmente recuperato. Il Napoli risponde con il miglior undici possibile, l’unico dubbio nella testa di Sarri è tra Maggio e Mario Rui, entrambi autori di ottime prestazioni quando chiamati in causa; se giocasse l’italiano, Hysaj verrebbe spostato sulla fascia opposta.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here