29.5 C
Venezia
sabato 24 Luglio 2021

Vaccini, segnalato decesso di insegnante di 32 anni vaccinata con Astrazeneca

Homemorte improvvisaVaccini, segnalato decesso di insegnante di 32 anni vaccinata con Astrazeneca

E’ dichiarata morta l’insegnante di 32 anni ricoverata all’Ospedale San Martino di Genova dopo una emorragia cerebrale.
La donna era stata vaccinata il 22 marzo con Astrazeneca.
Oggi, l’Ospedale ha comunicato che “è iniziata alle 9.44 l’osservazione di 6 ore per la conferma di stato di morte cerebrale per la paziente di 32 anni ricoverata presso la nostra Rianimazione”.
Ieri lo stesso istituto aveva segnalato il caso “di quadro trombotico ed emorragico cerebrale riferito a una insegnante di 32 anni vaccinata presso la Asl di residenza in Liguria con vaccino AstraZeneca il 22 marzo e con esordio sintomatologico dal 2 aprile”.

La direzione del Policlinico ha attivato le previste segnalazioni nell’ambito delle procedure di farmacovigilanza verso Aifa.
L’ospedale Policlinico San Martino di Genova aveva ricoverato con un quadro trombotico ed emorragico cerebrale l’insegnante di 32 anni.
La giovane, secondo le informazioni assunte, era stata vaccinata presso la Asl di residenza in Liguria con vaccino AstraZeneca il 22 marzo.
L’esordio sintomatologico è stato registrato il 2 aprile.

La donna era giunta al Pronto Soccorso dopo essere stata trovata in gravi condizioni presso il proprio domicilio ed era stata ricoverata in Rianimazione.

» ti potrebbe interessare anche: “Vaccino AstraZeneca: i casi di morte sospetta oggetto di indagine

» ti potrebbe interessare anche: “Vaccino AstraZeneca: a Treviso migliaia di professori lo rifiutano

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.