20.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Ragazza che fa jogging aggredita a coltellate: giallo a Mogliano

HomeAggressioneRagazza che fa jogging aggredita a coltellate: giallo a Mogliano

Ragazza che fa jogging aggredita per strada: uno degli incubi peggiori per chi vuole solo fare un po’ di sport. Nel caso specifico: aggredita a coltellate e colpita ripetutamente, tanto da finire in gravi condizioni in ospedale. Per la violenza è stato fermato un minorenne, ma la vicenda è ancora tutta da chiarire.
Marta Novello è una ragazza sana e serena di 26 anni di Mogliano Veneto. Ieri pomeriggio, come tante altre volte, faceva jogging in quella via Marignana che conosce bene, in quel tratto che va da Villa Giustinian all’osteria “Al Turbine”, parallelamente dal fiume Dese. Improvvisamente è scattata la violenza, inspiegabile, bestiale.

Un agguato, forse un incidente, un’aggressione da parte di uno sconosciuto violento o forse una persona che conosceva già la ferma – forse a scopo di rapina – e la aggredisce con un coltello. Dieci coltellate almeno, sferrate con una furia cieca dove capitava e purtroppo una di esse ha colpito e oltrepassato un polmone. Per questo motivo la ragazza si trova ricoverata all’ospedale in fin di vita, mentre per l’aggressione si è saputo che è stato fermato un ragazzo di 16 anni, ma al momento la dinamica dell’aggressione non è ancora stata divulgata.

Il dramma, come in uno dei film dalla violenza peggiore, poco dopo le 17. Un testimone avrebbe riferito che l’aggressore era in bicicletta. Un’altra testimonianza avrebbe riferito di averli visti procedere affiancati ma sulle indagini, ovviamente, vige il più assoluto riserbo. Tra le poche informazioni trapelate è che tra i due ci sarebbe stata una colluttazione, quindi forse un’escalation di violenza, con strattonamenti e spinte fino a che il minorenne non ha tirato il coltello ed ha cominciato a colpire.
Marta Novello si è difesa, tanto da trascinare con sé l’aggressore sul letto del fossato. Ed ha urlato. Tanto forte che l’hanno sentita, tanto forte da far accorrere qualcuno prima di svenire sotto i colpi di quelle coltellate, apparentemente dieci ma forse di più.
I due uomini accorsi hanno cercato di aiutare i due che in un primo momento parevano caduti dentro al fossato, ma poi vedendo le ferite di Marta hanno cominciato ad intuire qualcosa della violenza, così hanno chiamato il Suem 118 e i carabinieri.

Marta oggi è ricoverata a Ca’ Foncello di Treviso, lotta tra la vita e la morte.
Il 16enne è nella mani dei carabinieri. Secondo le prime informazioni sarebbe stato fermato per tentato omicidio in seguito a tentativo di rapina.

» ti potrebbe interessare anche: “Stalking e violenze alla ex moglie. Un’aggressione a Lido ripresa dal cellulare

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.