venerdì 28 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

HomeDiritto Del Lavoro. A Cura dell' Avvocato Gianluca TeatMalattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro.
Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà, dietro questi termini si celano mondi giuridici complessi, sfumati e variopinti che si mescolano con una realtà economico-sociale dinamica e in continua trasformazione. Pertanto, lo scopo di questa rubrica è quello di fornire ai lettori delle brevi riposte a numerose questioni giuridiche con un linguaggio semplice e accessibile a tutti.

Iniziamo con una tematica adatta alla stagione e al caldo torrido che attanaglia il nostro Paese in questi giorni.
Estate, tempo di prendersi una pausa, voglia di mare o di montagna o di città d’arte. Forse, molti di voi si saranno chiesti cosa succede, da un punto di vista giuridico, se un lavoratore si ammala durante le ferie.
I giorni che rimane a casa vengono computati come periodo di malattia o di ferie? A quali condizioni è possibile convertire il periodo di ferie in malattia?
Sul punto si è pronunciata la Corte Costituzionale, la quale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 2109 del Codice Civile nella parte in cui non prevede che «la malattia insorta durante il periodo feriale ne sospenda il decorso» (sent. 30.12.1987, n 616).
Di conseguenza, in linea di principio l’infermità sopravvenuta durante le ferie costituisce causa di sospensione delle stesse e va computata come periodo di malattia.
Tuttavia, la Corte di Cassazione ha precisato ulteriormente tale affermazione di principio (sent. 23.2.1998, n. 1947), in quanto ha chiarito che deve esistere una specifica incompatibilità della malattia con la funzione di riposo e di recupero psico-fisico delle ferie affinché l’insorgere di un’infermità blocchi il decorso di queste ultime.
Infatti, se lo scopo delle ferie è quello di permettere al lavoratore di riacquistare le forze, è evidente che una malattia molto lieve o particolarmente breve non è in grado di impedire tale funzione di riposo e di ristoro.

Dunque, cosa deve fare il lavoratore che si ammala durante le vacanze al fine di ottenere la conversione dell’assenza per ferie in assenza per malattia?

Diritto del Lavoro, a cura dell’Avv. Gianluca Teat

Il primo passo è comunicare tempestivamente lo stato di malattia al datore di lavoro altrimenti si decade dal diritto di ottenere tale trasformazione.
noltre, la giurisprudenza ha stabilito che il datore di lavoro è ammesso a provare la compatibilità della malattia del dipendente con il godimento delle ferie (Cass. 6.4.2006, n. 8016).
Infatti, se il datore di lavoro riesce a dimostrare che la malattia, per la sua breve durata o per la sua lievità, non è in grado di impedire al lavoratore di recuperare le energie psico-fisiche, il dipendente non può ottenere la conversione del periodo di ferie in periodo di malattia.

Con la speranza che nessuno si ammali mai durante le ferie (la leggendaria nuvoletta del lavoratore dipendente di fantozziana memoria non esiste!), vi auguro buone vacanze da questa mia rubrica.

Avv. Gianluca Teat
Autore del Breve manuale operativo in materia di licenziamenti, 2018 (Seconda Edizione), Key Editore
Coautore di Corte Costituzionale, Retribuzioni e Pensioni nella Crisi. La sentenza 30 aprile 2015, n. 70, 2015, Key Editore


Potete contattarmi via e-mail all’indirizzo [email protected] oppure attraverso il mio profilo Facebook Avv. Gianluca Teat o visitare il mio sito internet
http://licenziamentodimissioni.it/index.html


Riproduzione vietata


 

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Avv. Gianluca Teat
Avvocato, esperto in diritto del lavoro, autore di libri. Laureato in Giurisprudenza con 110 e lode e in International Relations presso l’Università del Sussex (Regno Unito). Pubblica articoli su 'La Voce di Venezia' e cura il sito http://licenziamentodimissioni.it, è esperto autorevole su tutte le tematiche del Diritto del Lavoro.

8 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Ottimo davvero e utilissimo il contributo che l’avvocato vorrà portare ai tanti interrogativi e problemi che investono il mondo del lavoro e che il più delle volte rimangono disattesi. Grazie quindi all’Avvocato e alla Redazione. Andreina Corso

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Rottweiler entra nel ristorante e sbrana barboncino che stava sotto il tavolo della padrona

Scena drammatica ad Abano. Improvvisamente uno dei rottweiler della proprietaria del locale entra nella pizzeria dove ci sono i clienti che stanno mangiando e azzanna un cagnolino di piccola taglia che se ne stava accovacciato sui piedi della padrona. Ed è...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Salvi abitanti delle isole: possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base

"Salvi", si fa per dire, gli abitanti delle isole: è possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base fino al 10 febbraio. E' tutt'ora considerata un'eccezione, quindi il nuovo documento parla dei soli motivi di salute e di studio, ma è sicuramente...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...