20 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Linea 3 e 6 Actv sospese, Pd: «Ricevute segnalazioni. Così non si rispetta la capienza al 50%»

HomeActvLinea 3 e 6 Actv sospese, Pd: «Ricevute segnalazioni. Così non si rispetta la capienza al 50%»

«Lo avevamo previsto», hanno commentato i consiglieri del Pd Monica Sambo, capogruppo in Consiglio comunale, e Alessandro Baglioni, dopo le segnalazioni ricevute «per i disagi ai residenti causati dall’incomprensibile soppressione delle linee di navigazione 3 e 6 dell’Actv. Oggi ci sono arrivate tanto di foto su assembramenti nei mezzi di trasporto, altro che capienza al 50%».

Actv in una nota aveva spiegato che «le tratte sono ampiamente coperte dalle altre linee circolari che hanno transito ogni 10 minuti per direzione in quasi tutte le fermate di interesse. A partire da lunedì 11 gennaio 2021 le linee 3 piazzale Roma-Murano (e viceversa) e 6 (piazzale Roma-Lido Santa Maria Elisabetta e viceversa) vengono regolarmente servite dalle linee circolari 4.1/4.2 e 5.1/5.2 con frequenza di una corsa ogni 20 minuti per linea (una partenza ogni 10 minuti per direzione) e percorsi in sovrapposizione lungo tutta la percorrenza (escluso il canale della Giudecca)».

Ma per Sambo e Baglioni, «aumenta comunque il rischio di sovraffollamenti sulle linee residue che rendono più complicati gli spostamenti, soprattutto da e per le isole, in questo caso specifico Murano e Lido. Non è ammissibile che vengano attuati tagli al servizio pubblico essenziale, in particolare per zone così delicate e proprio in questo periodo di emergenza sanitaria. Chiediamo che vengano ripristinate immediatamente le linee soppresse e che si attivi subito un piano di incremento dei mezzi, come fatto in questo periodo da altri Comuni».

 

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. …d’altra parte lo scrivevo da aprile scorso, ma la protezione civile rispondeva così…:
    https://www.lavocedivenezia.it/distanze-in-motoscafo-la-risposta-della-protezione-civile-al-prof-mozzato/
    Quindi: chi controlla?E chi controlla i controllori? Perché, quantomeno i consiglieri comunali, non chiamano le forze dell’ordine e fanno applicare le sanzioni?
    Il PD, in seguito al grave episodio sulla questione gel ( https://www.lavocedivenezia.it/bus-actv-senza-gel-igienizzante/ )
    perché non ha chiesto chiarimenti o fatto interrogazioni, anche in merito alle minacce di denuncia subite dal sottoscritto da parte, lo ricordiamo, di una società partecipata del Comune quale ACTV?

    Prof. Fabio Mozzatto
    Veneziano “DOC”

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.