Lazio in semifinale, basta un gol di Lulic per superare la Fiorentina

ultimo aggiornamento: 27/12/2017 ore 20:49

98

Lazio, vittoria a Empoli, con un minuto di paura

La Lazio è la prima semifinalista di Coppa Italia e, in attesa della vincente tra Milan e Inter di stasera, si gode un ritrovato Felipe Anderson e un’ottima prestazione di squadra contro la Fiorentina. Il gol nei primi minuti del capitano Lulic vale la qualificazione e ora la Lazio si concentrerà sull’ultima sfida dell’anno contro l’Inter. I viola ci provano ma non riescono a sfondare il muro biancoceleste, Chiesa è poco ispirato e il centrocampo fa poco filtro.

Nella Lazio fuori Luis Alberto per scelta tecnica e Immobile per influenza e dentro Anderson e Caicedo, mentre il resto della squadra sono i soliti titolari. Pioli decide di dare una possibilità da titolare a Babacar e altri che hanno giocato poco, tra cui Dragowski e Gaspar. La partita si mette subito in discesa per Inzaghi grazie al gol di Lulic, bravo a sfruttare un assist di Milinkovic-Savic e a battere Dragowski. Due minuti dopo ci prova Bruno Gaspar per la Fiorentina ma la sua conclusione non inquadra la porta e poi è ancora lui a salvare sulla linea di porta un tiro di Caicedo. Poi è il turno di Milinkovic-Savic che si libera con uno stop perfetto del difensore e batte a rete, ma trova ancora i guantoni di Dragowski a dire no. Caicedo si fa male e Immobile è costretto ad entrare. Per larghi tratti del primo tempo le squadre sono molto chiuse ed è difficile trovare un varco ma sul finale la Lazio combina una ripartenza che porta Lulic al tiro da dentro l’area, ma il tiro viene parato.


Nel secondo tempo entrano Veretout e Simeone, e la Fiorentina riparte più aggressiva. Tira Veretout dalla distanza ma senza fortuna. L’occasione più grossa capita a Chiesa che si sposta la palla e tira a giro ma Strakosha compie un intervento pazzesco e con la punta delle dita devia il pallone a pochi centimetri dal palo alla sua sinistra. Un’ultima azione capita ancora al capitano Lulic negli ultimi minuti, ma il serbo trova ancora Dragowski sulla sua strada.

La Lazio vince ancora e mostra una buona forma in attesa della partita contro l’Inter del 30 dicembre, in cui potrebbe accorciare sensibilmente le distanze. La squadra di Pioli regge bene ma concretizza poco, il peso dell’attacco è stato praticamente nullo anche perché sono arrivati pochi palloni giocabili. La Fiorentina è il prossimo avversario del Milan in campionato, dove i viola puntano all’Europa League grazie alle ultime belle prestazioni


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here