2.8 C
Venezia
lunedì 18 Gennaio 2021

La Mia Vita con John F. Donovan: non è evoluzione, speriamo almeno sia transizione

Home Moviegoer, appunti di uno spettatore cinematografico. Di Giovanni Natoli La Mia Vita con John F. Donovan: non è evoluzione, speriamo almeno sia transizione
sponsor

La Mia Vita con John F. Donovan: non è evoluzione, speriamo almeno sia transizione

sponsor

Xavier Dolan diventa inglese e perde parte della sua anima; questo “La mia vita con John F. Donovan” cerca di tenere il piede su due staffe ma, per non scontentare nessuno, (aficionados del suo linguaggio esuberante e intimista allo stesso tempo e pubblico mainstream che poco sa della sua opera) scontenta tutti. O quasi.

commercial

Alcuni tenaci sostenitori dell’enfant prodige canadese che non vogliono vedere le quote di politically correct ed edulcorazione dei personaggi difendono questo film. Che, si badi bene, non è un film orribile. Ma forse è qualcosa di peggio, qualcosa che somiglia a una annunciazione di una perdita irreparabile se Dolan continuerà su questo passo.

La storia, in breve e senza spoilerare: una giornalista (T. Newton) è costretta, nonostante il poco tempo e il disinteresse, a intervistare Rupert Turner (B. Schnetzer) riguardo lo scomparso attore di serie John F. Donovan (K. Harrington). Sin da ragazzino Ben fu un grande fan dell’attore, al punto che per cinque anni tennero una fitta corrispondenza pur senza conoscersi. Ben vive solo con la madre Sam (N. Portman al suo peggio) ed è bersagliato dai bulli della scuola dove ha dovuto trasferirsi. Perché è un bambino dotatissimo e precoce e perché in odore di omosessualità.

L’intervista, che sarà il racconto della verità su Donovan, racconta in parallelo i segreti di questi.

Acclamato come genio ma a mio parere più enfant prodige che gigante del cinema, Dolan ha sempre avuto una sua rispettabilissima cifra, che potrà non piacere a tutti, specie riguardo l’enfasi riservata alle diversità; ma che è personalissima.

In questa pellicola, coproduzione Canadese/Britannica, ci sono dei problemi che avviliscono il linguaggio dolaniano. Intanto appare irritante la presenza nel cast di stelle attempate come Susan Sarandon e Kathy Bates; attrici di altissimo spessore che però, come spesso capita quando precipitano in altri universi cinematografici, sfoderano più professionismo e trucchi da caratterista che arte della recitazione. Palese che siano in questo film per renderlo più esportabile.

Imbarazzante invece la prestazione della Portman, che non riesce ad evitare un insincero manierismo in un ruolo a quanto pare inadatto; peccato, perché in altre pellicole è stata attrice più che valida.

Ma ancor più grave sembra la prospettiva con cui il regista guarda alle due storie dei due personaggi. Tralascio la prevedibilità del racconto dell’omosessualità negata che, in fondo, doveva far osare Dolan ma fino a un certo punto. D’altronde è il suo primo film internazionale e così come gli americani “ritoccano” le ricette altrui, altrettanto si dovevano smorzare i toni di un cinema che altrove era piuttosto spregiudicato ed eccessivo.

E non è colpa del volenteroso Kit Harrington, il John Snow di “Game of Thrones” che in fondo se la cava dignitosamente in un ruolo certamente rischioso, visto il precedente.

Purtroppo è il personaggio di John Donovan, star di una serie tv anni 90 tra magia e giovanilismo, a non essere così appassionante, nonostante la buona volontà di Rupert a volercelo far passare come paradigmatico.

Per non parlare dello stesso Rupert, bambino eccezionale sì ma dotato di una consapevolezza e padronanza di linguaggio persino eccessiva. E, diciamolo, abbastanza insopportabile nella sua petulanza (anche se il piccolo Jacob Tremblay recita benissimo).

Momenti come l’apparizione dell’anziano nella squallida tavola calda dove Donovan sta scrivendo a Rupert quella che è l’ultima missiva o il sorriso benedicente della Newton nel finale sono peccati mortali di un film che non sa tuffarsi in nessuna vera cifra. Forse Dolan conquisterà un nuovo pubblico; ma a che prezzo? Non si sa se si può parlare di evoluzione del suo cinema; speriamo almeno di parlare di transizione.

LA MIA VITA CON JOHN F. DONOVAN
(THE DEATH AND LIFE OF JOHN F. DONOVAN, 2018 CANADA/REGNO UNITO)
REGIA: XAVIER DOLAN
CON: KIT HARRINGTON, NATALIE PORTMAN, BEN SCHNETZER, JACOB TREMBLAY, TANDIE NEWTON,

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...
commercial

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

Accumulatore scomparso, lo trovano morto sotto metri di abbigliamento

Accumulatore scomparso da giorni, i pompieri lo trovano morto sotto alcuni metri di abbigliamento. Oggi pomeriggio, venerdì 15 gennaio 2021, i vigili del fuoco sono...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

Coronavirus Venezia, quasi 10% di ricoveri in più in 3 giorni a Venezia e Mestre

Coronavirus Venezia e provincia che è ormai diventato come tirare i dadi ogni giorno. Al trend segnalato ieri con un leggero rallentamento dei numeri,...
sponsor

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...

Covid martedì in Veneto: numeri pesantissimi. Prima regione d’Italia per nuovi contagi

Covid oggi in Veneto che si apre con un dato molto pesante. Il numero dei morti per Covid-19 in Veneto registra oggi, martedì, 166 decessi...

Baby Gang in tram, Sambo: “Dov’è finito il piano educativo?”. Lettere

Baby Gang in tram. (Riceviamo e pubblichiamo). Ieri è andato in scena l'ennesimo episodio di violenza ad opera di adolescenti. Gli adulti, in particolare quegli adulti che...

Operazione ‘Onda Lunga’: alberghi e appartamenti a Venezia con traffici dei ‘Permessi di Soggiorno’

Operazione 'Onda Lunga' della Divisione Anticrimine della Questura di Venezia: sequestri per oltre un milione di euro. Nella mattinata di oggi si è infatti svolta...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...
commercial

Multe e denunce dopo le verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni in aeroporto a Venezia

Multe e denunce penali dopo che gli agenti hanno svolto le opportune verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni all'aeroporto Marco Polo di Venezia, e sono...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

La Milano bene trema: abusi su modelle minorenni, tre manager della moda in manette

Abusi su modelle minorenni, una vittima, "eravamo carne da macello". Anche clienti facoltosi tra gli "incontri". La più giovane è del 2004, ha solo 17...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti.

(Riceviamo e pubblichiamo). Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti. ...

Covid: Veneto, +2.076 contagi e 101 morti. Zaia: “Prolungare orari bar”

Covid in Veneto che segna un altro punto negativo statistico. Sono altri 2.076 i contagi in più con 101 morti i numeri della progressione...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.