21.4 C
Venice
mercoledì 21 Agosto 2019

blocco banner pubblicitario 300250 La Voce di Venezia

Home Tags Giovanni Natoli

Tag: Giovanni Natoli

La Mia Vita con John F. Donovan: non è evoluzione, speriamo almeno sia transizione

La Mia Vita con John F. Donovan: non è evoluzione, speriamo almeno sia transizione

Xavier Dolan diventa inglese e perde parte della sua anima; questo “La mia vita con John F. Donovan” cerca di tenere il piede su...
La Casa di Jack, Von Trier ti assorbe nel suo universo intellettuale ed estetico

La Casa di Jack, Von Trier ti assorbe nel suo universo intellettuale ed estetico

C’era una volta Ed Gein: nato a La Croix nel 1906 e morto a Madison nel 1984. Assassino seriale tra i più celebri e...
Bohemian Rhapsody, film con afflato da tribute band

Bohemian Rhapsody, film con afflato da tribute band

Oh, che fatica i biopic. Genere cinematografico ad alto tasso di rischio del ridicolo, perché si rivolge a differenti tipologie di spettatore, a differenti...
Il Corriere - The Mule, film solido e sincero

Il Corriere – The Mule, film solido e sincero

Clint Eastwood sceglie personaggi che gli somigliano; in Il Corriere - The Mule l’identificazione col vero Sharp deve averlo divertito moltissimo.
La Favorita, film senza mai momenti di stanchezza

La Favorita, film senza mai momenti di stanchezza

La cosa memorabile de “La favorita” è semplicemente Olivia Colman, nella parte della regina Anna d’Inghilterra. Benché il trio di protagoniste sia eccezionale, la Colman ha quel qualcosa in più che la rende un’artista superiore.
Suspiria 2018, suggestioni e simboli al posto del racconto

Suspiria 2018, suggestioni e simboli al posto del racconto

Trame ipercomplicate e immagini alla “se vogliamo siamo meglio degli americani” che rimirano loro stesse, immagini “belle” inclementi e che rubano spazio ad angoli di tregua estetica e di riposo di raccordi.
Un Affare di Famiglia, tante cose molto forti ma con mano delicata

Un Affare di Famiglia, tante cose molto forti ma con mano delicata

Vincitore della Palma d’oro al festival di Cannes 2018, il film di Hirokazu Kore’eda è una straordinaria analisi del concetto di “famiglia” collegato alla...
sulla mia pelle film venezia 2018 su stefano cucchi up 520380

‘Sulla mia Pelle’, film che tiene incollati sulla poltrona a condividere un calvario

Presentato fuori concorso alla 75ma Mostra del Cinema di Venezia, suscitando prevedibili clamori e contrasti, “Sulla mia pelle”, racconto degli ultimi sette giorni di...
'Loro', film dai momenti pregevoli da un autore con la mano ferma

‘Loro’, film dai momenti pregevoli da un autore con la mano ferma

A prima vista sembra molto complesso parlare ed esprimere un giudizio sufficientemente equo riguardo il film “Loro” di Sorrentino, dedicato alla figura del cavaliere...
Tonya, come sfiorare ma mai cedere alla monocromaticità emotiva

Tonya, come sfiorare ma mai cedere alla monocromaticità emotiva

Non delude affatto questa pellicola di Craig Gillespie, cronaca “polifonica” di uno scandalo sportivo che nel 1994 occupò le testate d’informazione di mezzo mondo....
Lady Bird, alla fine ha tutte le carte in ordine

Lady Bird, alla fine ha tutte le carte in ordine

Non si commette nessun peccato ad andare a vedere “Lady Bird”; non si rimpiangono nemmeno i soldi del biglietto. Si esce intiepiditi come una...
Il Filo Nascosto, Anderson iperdotato ma dipendente dagli altri

Il Filo Nascosto, Anderson iperdotato ma dipendente dagli altri

Paul Thomas Anderson. Una colata di brodo di giuggiole si sta riversando sul suo ultimo nuovo film, "Il filo nascosto", storia di un sarto...
giovanni natoli columnist circle

La Forma dell’Acqua, la Bella e la Bestia che potrebbe essere del primo Tim...

Viste le lodi che han accompagnato il nuovo film di Del Toro, amabile e candido regista del fantastico la cui commozione nel ricevere...
The Post, ennesimo trionfo della verità da parte di un piccolo gruppo di giornalisti

The Post, ennesimo trionfo della verità da parte di un piccolo gruppo di giornalisti

I sospetti mi nascono già nell’incipit: non si possono più mostrare scenari di guerra del Viet Nam, per quanto veloci e atti unicamente a...
Morto Stalin se ne fa un altro, pochade cinica in maniera di farsa

Morto Stalin se ne fa un altro, pochade cinica in maniera di farsa

Quando la storia si ripete, si ripete in forma di farsa. Ciò che abbiamo vissuto in prima istanza, alla seconda volta assume toni minori...
giovanni natoli columnist circle

Tre manifesti a Ebbing, Missouri, film che va visto dall’imprevedibilità ben strutturata

A Ebbing, cittadina del Missouri, Mildred (F. Mc Dormand), una donna indurita e rude, affitta tre spazi pubblicitari in una strada statale in direzione...
giovanni natoli columnist circle

La Ruota delle Meraviglie, Allen con un chiaro segno di matrice Tennessee Williams

Appena uscito dal cinema, immediatamente dopo la visione de “La ruota delle meraviglie”, il primo pensiero che ho avuto relativamente al film è stato:...
giovanni natoli columnist circle

L’Insulto, film cucinato con sapienza e fiducia e il segno lasciato resta impresso

A ben vedere il punto di forza de “L’insulto” non sta nel soggetto; non è certo la prima volta che assistiamo a una messinscena...
giovanni natoli columnist circle

Detroit, il film: ritrovarci faccia a faccia con la crudeltà di un certo sistema

Di tante rivisitazioni storiche, oggi così di moda, più o meno accurate e più o meno oneste, “Detroit” di Kathryn Bigelow appartiene alle pellicole...
Borg Mc Enroe, il grande duello sotto il segno di Ron Howard

Borg Mc Enroe, il grande duello sotto il segno di Ron Howard

Una delle cose che più amo fare quando viaggio è andare in un cinema della città dove risiedo; è così che battezzo i luoghi...
Blade Runner 2009, film raffinatissimo, ma nessuno ci salva dalla serialità

Blade Runner 2009, film raffinatissimo, ma nessuno ci salva dalla serialità

L'atmosfera noir di Scott viene rivisitata con un occhio alla pittura dell' Hopper notturno e la scelta di realizzare esterni giornalieri, grigi e piovosi, in alternativa all'eterna notte dell'originale
Di Vittoria e Abdul, salvo Judi Dench

Di Vittoria e Abdul, salvo Judi Dench

Un po' di vita reale; mi sono recato a vedere questo “Vittoria e Abdul”, racconto della “strana” amicizia tra la regina Vittoria d'Inghilterra e...
L'Inganno, tutto il cinema di Sofia Coppola

L’Inganno, tutto il cinema di Sofia Coppola

Bisogna dare atto a Sofia Coppola che la riproposizione in schermo del romanzo di Thomas Cullinan é una scelta logica, in virtù dei possibili...

Dunkirk, la guerra secondo Nolan tra freddezza e svarioni retorici

Dunkirk. O Dunkuerque. Per me è sempre stata Dunkerque ma probabilmente dopo l'uscita del film di Nolan la versione inglese del nome avrà la...
Scappa-Get out, indovina chi non resta a cena

Scappa-Get out, indovina chi non resta a cena

Capita, una volta ogni tot anni, che esca una pellicola che pian piano diventa un piccolo caso e assume lo status di cult. Molto...

Song to Song, occhio di pesce in perenne stato di ubriachezza

“Terrence Malick, tutto qui?” Raccolgo le mie conclusioni dopo la visione di “Song to Song”. E penso: ”Ma allora tutti quei primi lavori magistrali incubavano...
elle film Isabelle Huppert 550480

Elle, passione e rinascita di una donna borghese

Inutile dire che ogni film con Isabelle Huppert è anche un film SU Isabelle Huppert. Questa carismatica attrice ha in sé la chiave segreta...
jackie film recensione giovanni natoli

Jackie, film decisamente riuscito con qualche leggerissimo tocco agiografico

In primis: “Jackie” ci permette di dare l'addio al grandissimo attore John Hurt. Protagonista “senza volto” di “Elephant man”, un capolavoro di David Lynch del...
Cafe Society, la 'piccola' giostra umana secondo un maestro

Cafe Society, la ‘piccola’ giostra umana secondo un maestro

Ok, abbiamo rivisto un ennesimo Allen, un po' più in forma di certe ultime prove e un po' meno di altre. Torna l'ebraismo come ossessione, velato da un sentore di morte presente più del solito
Animali Notturni, film con momenti indiscutibilmente fortissimi

Animali Notturni, film con momenti indiscutibilmente fortissimi

  Ho molto rispetto per Tom Ford, una personalità ricca e intelligente, vincente in molti e differenti campi ma senza causare invidie. Non passa indifferente...
Frantz, storia di un'emancipazione femminile, Leone d'Oro alla Mostra del Cinema mancato

Frantz, storia di un’emancipazione femminile, Leone d’Oro alla Mostra del Cinema mancato

“Frantz” é soprattutto la storia di Anna. Una storia di percorsi in avanti e a ritroso, vicende speculari e purgatoriali il cui trait d'union...
giovanni natoli columnist circle

Tutti vogliono qualcosa: di cosa stiamo parlando mentre parliamo?

Non c'è niente che sia così assetato di vita come la vita stessa. In qualunque contesto, in tutti gli eventuali rimandi, persino nelle azioni...
giovanni natoli columnist circle

The Nice Guys, film-modernariato per chi apprezza i belli

Un altro film-modernariato. Un altro film su una coppia improbabile di investigatori. Un altro film dalla trama complessa, come si addice al genere noir...
giovanni natoli columnist circle

La Pazza Gioia, sulla strada delle Donne, road movie che guarda a Pietrangeli

Sarebbe davvero riduttivo classificare Virzì come ultimo erede della commedia all'italiana; non perché ciò non sia vero (ricordi ben marcati dello spirito di Monicelli,...
giovanni natoli columnist circle

Il Caso Spotlight, film che mantiene la promessa: sobrietà che non compromette il pathos

Presentato fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia ultima scorsa e benedetto da una pioggia di Oscar, “Il caso Spotlight” del regista Tom...
giovanni natoli columnist circle

Truth, il prezzo della verità. Tutti gli uomini di (un altro) presidente

Da sempre Redford è uno dei volti liberal della ormai storicizzata “New Hollywood” degli anni 70. La sua prestanza fisica non gli ha...
giovanni natoli columnist circle

Lo chiamavano Jeeg Robot, buona idea con dei momenti impagabili di un eroe per...

Come ben raccontano i Simpsons in una memorabile puntata dedicata all’ Uomo Radioattivo, Bart e Milhouse giungono finalmente in possesso del primo numero...
giovanni natoli columnist circle

Love & Mercy, le due vite di un genio del pop

Il biopic è un'ossessione del cinema. Il potere di cui crede di essere investito (l'immagine in movimento di esseri umani) lo illude di poter...
giovanni natoli columnist circle

Ave, Cesare! dei fratelli Coen, Clooney quando lavora per i Coen dà sempre il...

Eddie Mannix è un brav'uomo, con un pessimo rapporto col fumo. Supera il crocefisso avvolto nella penombra della chiesa, un Cristo sofferente e...
giovanni natoli columnist circle

L’ultima parola, film partecipato ma senza particolari guizzi (senza nemmeno cadute però)

Nonostante la mia ritrosia per i biopic non potevo esimermi dal vedere “L'ultima parola”; storia dello sceneggiatore cinematografico Dalton Trumbo, uno dei sommi nomi...

Notizie della Settimana