COMMENTA QUESTO FATTO
 

gente indaffarata 600400 net

Sono da sempre convinto della necessità di avere rispetto delle specificità territoriali, per cui mi è venuto naturale votare SI’ fin dal primo Referendum indetto decenni orsono per la separazione amministrativa di Venezia da Mestre.

Questo per anticipare che, se e quando mi verrà data una ulteriore possibilità voterò ancora convintamente SI’, perché Venezia si possa salvare e Mestre possa diventare finalmente città.

Tengo a precisare che la mia posizione non è figlia di una strumentale contrapposizione politica, ma figlia di una profonda COERENZA.

Quella COERENZA che ha caratterizzato la mia Storia politica e che mi ha portato ad essere espulso da un Partito nel quale ho militato per quasi vent’anni.

Quella COERENZA che mi ha portato a rifiutare le pressanti proposte di un rientro individuale, perché questo avrebbe significato tradire le centinaia di persone che con me hanno fondato e animato Prima il Veneto.

Ora, leggo con stupore delle posizioni ondivaghe di chi ha fatto della separazione di Venezia e Mestre il tema fondamentale della propria campagna elettorale nelle ultime amministrative cittadine, la cui iniziale intransigenza, ricordo, ha portato al ripetuto sacrificio in pochi mesi di Amministratrici allora non allineate, e con altrettanto stupore prendo atto delle attuali prese di posizione diametralmente opposte, probabilmente dettate da sopravvenute opportunità politiche sovracomunali.

Contestualmente, prendo atto che viene tradito il voto di migliaia e migliaia di Cittadini.

Quale Segretario Nazionale di “Prima il Veneto.”, confederato in questa occasione con “Grande Nord” per poter superare gli ostacoli posti dalla Legge Elettorale, sono a confermare la mia posizione favorevole alla autonomia amministrativa di Venezia e di Mestre.

Quale Candidato alla Camera del Collegio di Venezia-Spinea, non temo con questa mia posizione di essere inviso ai poteri forti della città e/o di perdere anche un solo voto.

La COERENZA innanzi tutto!

Pierangeolo Del Zotto

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here